Johnson Controls all’82esimo Salone di Ginevra

Johnson Controls all’82esimo Salone di Ginevra

22 feb, 2012

, il pioniere degli ioni di litio, presenta le di nuova generazione Hannover, febbraio 2012. Johnson Controls Power Solutions invita a fare l’esperienza dell’elettromobilità e della propulsione ibrida.

Fonte: Johnson Controls

All’82esimo Salone dell’Auto di Ginevra (8-18 marzo 2012) il leader mondiale sul mercato delle batterie auto presenta, come innovazione tecnica, le batterie agli ioni di litio con celle prismatiche. I cosiddetti sottomoduli contengono tutti i componenti necessari per costruire sistemi batteria agli ioni di litio flessibili ed economicamente convenienti. Inoltre i visitatori potranno fare un giro di prova su un Ford Transit Connect Electric (Essais Vert, PAV56) e scoprire, su un tavolo di proiezione interattivo, le caratteristiche di tutte le batterie prodotte dall’azienda (Pavillon Vert, PAV22).

Un intero padiglione pieno di idee per il futuro, tecnologie innovative e prodotti commercializzabili per auto ecologiche. E proprio qui, nel Pavillon Vert dell’82esimo Salone dell’Auto di Ginevra, Johnson Controls presenta il suo vasto know-how sulle batterie: dalla batteria Start-Stop alla batteria agli ioni di litio con celle prismatiche per auto ibride ed elettriche.

“Il Padiglione Verde è dedicato alla sostenibilità. Con i nostri sistemi batteria di nuova generazione, che permettono ai nostri clienti di costruire automobili che consumano meno carburante, ci inseriamo perfettamente nello speciale settore “verde” del Salone dell’Auto di Ginevra”, dice , Managing Director presso Johnson Controls. “Attualmente lavoriamo per rendere più accessibili le batterie agli ioni di litio e favorirne così l’immissione sul mercato di massa”.

Batterie più economiche per le auto ibride ed elettriche
Una tecnologia fondamentale per un ulteriore progresso è costituita dai sottomoduli, il cuore elettrico dei veicoli ibridi ed elettrici. Oggi sono formati prevalentemente da celle agli ioni di litio rotonde e vengono già prodotti in serie da Johnson Controls per molti veicoli. I sottomoduli di prossima generazione saranno invece costituiti da celle prismatiche, quindi occuperanno meno spazio e saranno più facilmente integrabili nei veicoli. I sottomoduli contengono tutti i componenti essenziali quali celle ricaricabili, collettore elettrico, elettronica di monitoraggio, sistema di raffreddamento e opzioni di fissaggio meccanico. Grazie a una specie di sistema modulare sono più facilmente adattabili a veicoli diversi. Questo permette di ridurre tempi di sviluppo e costi di produzione. La produzione in serie dovrebbe partire al più tardi nel 2014, quando Johnson Controls potrà realizzare strutture per la produzione automatizzata a Hannover, nell’ambito di un “progetto-vetrina” di respiro nazionale. L’esperienza maturata grazie al progetto consentirà all’azienda di diminuire ulteriormente i costi.

I visitatori del Salone dell’Auto di Ginevra faranno un viaggio nel futuro: su un tavolo da proiezione 3D potranno costruire sottomoduli virtuali composti da più celle e così apprendere le caratteristiche tecniche dei prodotti. Per una prova sul campo sarà a disposizione un furgone Ford Transit Connect Electric, dotato di una batteria agli ioni di litio di Johnson Controls.

“I veicoli ecologici sono i mezzi del futuro e Johnson Controls dà impulso a questa evoluzione”, spiega Stefan Suckow. “È quello che vogliamo comunicare con la nostra presenza al Salone dell’Auto di Ginevra”.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie johnson controls salone di ginevra Stefan Suckow

Lascia una risposta

 
Pinterest