Infrastrutture di ricarica da DBT-CEV

Infrastrutture di ricarica da DBT-CEV

19 mag, 2013

Il 15% del fatturato è investito ogni anno nell’innovazione e ricerca e sviluppo, aumentando le prestazioni delle di ricarica dei veicolo elettrici.
DBT-CEV, leader europeo nelle soluzioni di ricarica per veicoli elettrici conferma il suo sviluppo francese ed europeo, con una gamma completa di innovative stazioni di ricarica normale e rapida, adatte a tutte le normative.
L’obiettivo è quello di garantire soluzioni di ricarica al 100% dei veicoli elettrici disponibili in Europa
 
Fonte: DBT-CEV

16 maggio 2013. Attualmente DBT-CEV ha la capacità di fornire qualsiasi tipo di soluzione di ricarica per tutti i veicoli elettrici disponibili in circolazione, qualunque sia lo standard utilizzato (con stazioni di tipo 2 in Paesi come la Germania o di tipo 3 in Francia, ad esempio).

DBT-CEV incontra nuove direttive della Commissione Europea per preparare la standardizzazione su larga scala e l’impianto di soluzioni pubbliche di ricarica in tutta Europa, a partire dal 2015.

«Abbiamo giocato un ruolo molto attivo nel mercato della ricarica dei veicolo elettrici negli ultimi 20 anni e siamo sempre stati in cerca di adattare il nostro approccio per rimanere al top della tecnologia di ricarica EV.

Infatti, le nostre soluzioni di ricarica normali si adattano perfettamente sia con il tipo 2 che con il tipo 3. La stessa cosa succede con il nostro portafoglio di soluzioni di ricarica rapida: una stazione in grado di rispettare i tre principali standard, lo standard giapponese (CHAdeMO), quello tedesco (COMBO / CCS) e lo standard francese (ZE Ready).

Tale stazione di ricarica veloce è stata presentata lo scorso 24 gennaio presso la Commissione Europea a Bruxelles (Belgio) a , vicepresidente della Commissione europea e Commissario ai Trasporti.

Oggi, grazie al nostro reparto interno di R&S, abbiamo sviluppato diverse innovazioni universali nel settore della ricarica dei veicoli elettrici e l’offerta delle nostre esportazioni rappresentano già più del 80% del nostro fatturato», afferma , Amministratore Delegato DBT-CEV.

 

Stazioni di ricarica “evolutive”

Il mercato delle infrastrutture di ricarica è in continua evoluzione, perché il mondo dell’eco-mobilità è anche in movimento.

DBT-CEV adegua continuamente il proprio portafoglio ai nuovi requisiti tecnici, connessi a sistemi di supervisione, sicurezza o tecnologie anche futuri.

«Per molti anni, abbiamo avuto rapporti di fiducia con i nostri clienti e partner, perché noi non adattiamo le nostre soluzioni di ricarica per le tendenze emergenti del mercato.

Il miglior esempio è la nostra prima infrastruttura di ricarica, installata a La Rochelle (Francia) nel 1992, che è ora in grado di evolvere in modo da seguire i correnti protocolli di ricarica degli EV, senza dover cambiare il suo intero hardware.

In questo modo, garantiamo l’evoluzione di ogni stazione di ricarica uscita dal nostro impianto di assemblaggio”.

A DBT-CEV, l’evoluzione delle tecnologie di ricarica della stazione viene presa in considerazione nella primissima fase di progettazione del prodotto, al fine di assicurare che le soluzioni di ricarica installate oggi siano in grado di essere facilmente adattate alle esigenze future dei nostri clienti» – dice David Mignan, direttore esecutivo DBT-CEV.

Foto: Siim Kallas, Vicepresidente della Commissione Europea e Commissario ai Trasporti, durante la presentazione delle infrastrutture di ricarica rapida DBT-CEV presso la Commissione Europea a Bruxelles (Belgio)

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: DBT-CEV Hervé Borgoltz infrastrutture Siim Kallas

Lascia una risposta

 
Pinterest