Infiniti Q50 2014

Infiniti Q50 2014

17 gen, 2013

Performance ispirata e dotazioni d’eccellenza per la berlina sportiva 2014
Modello nuovissimo che rivela la linea fresca e la direzione seguita, in termini di performance e tecnologia, per la nuova generazione di vetture e prodotti a marchio Infiniti
- La gamma di propulsori proposti al momento del lancio negli Stati Uniti include un V6 da 3,7 litri e un ibrido 3,5 litri; altre motorizzazioni verranno aggiunte per il lancio a livello mondiale
- Dotata di tecnologie in anteprima mondiale volte a massimizzare l’esperienza di guida; fra queste, i sistemi Direct Adaptive Steering e Active Lane Control
- Ambiente digitale completamente personalizzabile per consentire il trasferimento delle diverse impostazioni-guidatore e caratteristiche di guida alla i-Key
- Il sistema Infiniti InTouch™ supporta una connettività di prossima generazione grazie a schermi doppi con tecnologia touchscreen e a una serie di avanzate funzionalità e applicazioni personalizzate
- In vendita in Nord America a partire dall’estate del 2013

Fonte: Infiniti

Detroit. Michigan.. USA. 15 gennaio 2013. Ispirata al leggendario design delle berline sportive Infiniti e degna della leadership in fatto di performance e dotazioni tecnologiche vantata della Casa, la nuova Q50 2014 è stata studiata per suscitare un nuovo e ben distinto livello di coinvolgimento da parte dei clienti quando farà la sua comparsa sul mercato nord-americano nell’estate del 2013. A questo primo lancio farà seguito, nel corso dell’anno, l’introduzione della Q50 in altri importanti mercati mondiali.

Ha commentato il Presidente di Infiniti, : “La nuova ed  entusiasmante Q50 estende i confini di ciò che può essere una berlina sportiva, proiettando Infiniti in una nuova e audace direzione.”

 

Una nuova dimensione nel Design Dinamico

Se le berline sportive Infiniti si sono sempre contraddistinte per le notevoli proporzioni e per una presenza imponente, la nuova Infiniti Q50 apporta una nuova dimensione a questo stile unico e raffinato.

La prima, forte impressione che suscita è legata al sinuoso e al tempo stesso dinamico profilo caratteristico della sua griglia frontale a “doppio arco”, che fluisce energicamente lungo la fiancata, come un’onda, per terminare nella sezione posteriore, creando un profilo estremamente fluido e accattivante e sottolineando alla perfezione il comportamento dinamico e atletico della Infiniti Q50 .

“L’Infiniti Q50 rispecchia l’influsso diretto delle concept car di Infiniti che vanno sotto il nome di ‘Trilogia Infiniti’ – in particolare di quello di Essence -, rendendo al tempo stesso onore alle dinamiche stilistiche iconiche delle precedenti berline sportive realizzate dalla Casa. La linea atletica e compatta della nuova Q50 fonde proporzioni ampie e ribassate con un’accentuata spaziosità degli interni, creando un effetto sbalorditivo sia dentro che fuori ,” ha dichiarato , Senior Vice President e Direttore Creativo.

Le caratteristiche stilistiche esterne distintive di Infiniti includono la griglia a “doppio arco”, la linea del tetto dinamicamente arcuata e il montante “C” a mezzaluna. La sezione frontale è decisamente aggressiva, con una fascia sportiva disponibile per le versioni ‘sport’ della Q50 . La qualità strutturale tridimensionale della nuova griglia è il risultato di una elaborata esaltazione dei dettagli del motivo a nido d’ape della griglia e della cornice cromata, mentre i particolari proiettori a LED e le linee decise delle luci d’ingombro evocano un aspetto quasi ‘umano’.

I fianchi robusti e slanciati della carrozzeria sono stati disegnati per sottolineare l’essenza prestazionale di questo modello con una “spina dorsale” forte e solida controbilanciata da una linea del tetto arcuata che fluisce verso i montanti “C” a mezzaluna, simili a quelli visti originariamente sulla concept Essence. Sul posteriore, le linee laterali che definiscono il carattere della Q50 si fondono senza soluzione di continuità con le luci combinate a LED. Il familiare profilo a doppio arco del bagagliaio completa il look della vettura, che risulta di forte impatto ed indimenticabile, quando vista da dietro. Gli specchietti laterali riscaldati con indicatori di direzione a LED integrati fanno parte della dotazione di serie, mentre è disponibile come optional il tettuccio elettrico in vetro scorrevole e ribaltabile.

Fra gli altri dettagli ottimizzati degli esterni sono da citare la nuova architettura delle portiere caratterizzata da cornici dei finestri sui montanti “A” e “B” laminate e più strette che rendono più agevole l‘ingresso e l’uscita, oltre a far sembrare più aperto e spazioso l‘abitacolo. Soprattutto per dare risalto ai contorni e alle superfici scolpite della Q50 è stata scelta una nuova gamma di colori che include otto raffinate e particolari tonalità .

La nuova linea della carrozzeria contribuisce inoltre a ottimizzare il flusso d’aria lungo la sezione superiore e inferiore della carrozzeria, il che porta il coefficiente di resistenza aerodinamica a un valore pari solo a 0,26. La Q50 vanta inoltre una portanza pari a zero sull’asse posteriore e anteriore.

“Andando avanti vorremmo che tutti i veicoli Infiniti rispecchiassero una forza e un’energia radicate nella natura, come nel caso della forma dinamica dell’onda,”  ha spiegato Nakamura . “Lo spiccato senso di tridimensionalità della Q50 le conferisce un aspetto al contempo forte e agile, uno stile estremamente personale, seducente e in parte misterioso .”

 

Prestazioni con un tocco di personalizzazione

Durante l’intera fase di sviluppo del modello Infiniti Q50 non si è mai pensato di scendere a compromessi. Nessun compromesso dunque per quanto riguarda gli obiettivi di innovazione, design e prestazioni, il che ha permesso al team di sviluppo di estendere i confini di ciò che può essere una berlina sportiva.

“La nuova Q50 amplifica l’esperienza prestazionale e il piacere di guida di ogni automobilista. Offriamo uno dei propulsori ibridi con l’accelerazione più rapida, che si dà il caso sia stato anche valutato come uno dei più efficienti dal punto di vista dei consumi. Disponiamo di tecnologie per l’ottimizzazione delle prestazioni e a garanzia della sicurezza tanto avanzate da essere addirittura in grado di ‘vedere’ e ‘reagire’ prima ancora del conducente. E infine non va dimenticata la rapida e precisa tecnologia Direct Adaptive Steering, un’anteprima mondiale,” ha aggiunto de Nysschen.

Al momento del lancio in Nord America saranno disponibili due propulsori dalla tecnologia avanzata, cui si aggiungeranno altre opzioni di motorizzazione man mano che si procederà con il lancio in altri importanti mercati globali entro l’anno. Il raffinato motore V6 DOHC a 24 valvole da 3,7 litri in lega di alluminio eroga una potenza di 328 CV e una coppia pari a 269 piedi-libbre; è dotato di sistema CVTCS (Sistema di controllo a variazione continua dei tempi di azionamento delle valvole ) e VVEL® (Sistema di Variazione continua dell’apertura e alzata delle valvole).

Il propulsore ibrido disponibile come alternativa si basa sul sistema Infiniti Direct Response Hybrid Ô con Controllo Doppia Frizione intelligente . E’ costituito da un’unità V6 DOHC a 24 valvole da 3,5 litri in lega di alluminio e da un pacco batterie agli ioni di litio dalla struttura laminata compatta con innovativo sistema di controllo a motore singolo e doppia frizione. Il propulsore V6 eroga 302 CV di potenza e una coppia di 258 piedi-libbre, mentre l’avanzato motore elettrico da 50 kW sviluppa 67 CV di potenza e una coppia pari a 199 piedi-libbre. La potenza netta del sistema ibrido è di 360 CV, il che garantisce una forte accelerazione e un’economia dei consumi ottimale.

De Nysschen: “Fedele al DNA di Infiniti, il nostro sistema ibrido mette al primo posto le prestazioni, senza tuttavia compromettere una gestione efficiente dei consumi. Sfrutta al meglio la coppia istantanea del motore elettrico per produrre un’accelerazione eccezionale e, grazie all’abbinamento con l’unità V6 da 3,5 litri, garantisce un’esperienza di guida sportiva in tutte le circostanze. Ci siamo concentrati sull’ottenere il migliore equilibrio fra performance e riduzione dei consumi, e abbiamo centrato in pieno l’obiettivo.”

Entrambi i propulsori della Q50 sono abbinati a un’avanzata trasmissione automatica  a controllo elettronico a 7 velocità con modalità di cambio-marcia manuale e  disponibilità di comandi in magnesio montati sul piantone dello sterzo. Entrambe le motorizzazioni possono essere abbinate alla trazione posteriore o al sistema Intelligent All-Wheel Drive.

La precisione di manovra è assicurata da sospensioni a 4 ruote indipendenti multi-link. La configurazione anteriore è con pivot singolo e doppio braccio oscillante, mentre la configurazione posteriore è stata rivista e utilizza un sistema multi-link a molle elicoidali e ammortizzatori Dual Flow Path ® con rigidezza di campanatura incrementata e confort di marcia ottimizzato. Per le sospensioni è stato fatto largo uso di componenti in alluminio leggero e barre stabilizzatrici posteriori e anteriori. Sono disponibili sospensioni con taratura sportiva per le versioni ‘Sport’. La manovrabilità risulta migliorata anche grazie a una maggiore rigidità della sezione anteriore della scocca (rispetto alla generazione precedente).

La Q50 monta cerchi in lega di alluminio da 17 pollici con superficie rifinita a macchina e pneumatici run-flat 225/55R17 per tutte le stagioni. Sono inoltre disponibili cerchi sportivi in lega di alluminio da 19 pollici abbinati a pneumatici 245/40R19 run-flat estivi o per tutte le stagioni. La potenza di frenata è assicurata da  servofreni a dischi fessurati sulle 4 ruote con sistema ABS sulle 4 ruote, sistema EBD (distribuzione elettronica della frenata) e sistema Brake Assist. In alternativa sono disponibili freni sportivi con rotori migliorati, pinze anteriori a 4 pistoncini e posteriori a 2 pistoncini. Il servosterzo a pignone e cremagliera è sensibile alla velocità del veicolo.

Con nuova Q50 debutta inoltre in anteprima mondiale la nuova tecnologia Infiniti Direct Adaptive Steering. Il nuovo sistema di sterzata della Q50 consente un controllo indipendente dell’angolazione delle ruote e degli input di sterzata, trasmettendo alle ruote le intenzioni del conducente più velocemente di quanto non faccia un sistema meccanico.

Il sistema aumenta la sensazione di guida prestazionale e altamente reattiva fornendo al guidatore un feedback immediato e intelligente del fondo stradale. Sono disponibili quattro diverse impostazioni dello sterzo che consentono un’elevata personalizzazione in base alle preferenze del guidatore o alle condizioni della strada. Questa tecnologia ineguagliata al mondo offre al guidatore la possibilità di personalizzare sia lo sforzo di sterzata sia il rapporto di demoltiplicazione. Un sistema di sterzata meccanico di supporto viene fornito con i modelli che utilizzano la nuova tecnologia Direct Adaptive Steering.

La Q50 propone un’altra anteprima assoluta, il dispositivo Active Lane Control, che utilizza un sistema di rilevamento della stabilità in rettilineo basato su telecamera per migliorare ulteriormente la capacità di mantenere il veicolo al centro della corsia e la stabilità dello stesso. Il dispositivo fa parte del sistema di rilevamento del superamento linea di corsia Lane Departure Prevention e non si limita a correggere l’accidentale sconfinamento di corsia, ma apporta anche modifiche più sofisticate alla traiettoria tenendo conto di piccole variazioni del fondo stradale o di venti laterali (in base agli input del sistema di rilevamento della linea di demarcazione della corsia basato su telecamera) .

Il sistema va ben oltre il tradizionale Lane Departure Prevention System non limitandosi a effettuare rilevazioni sul tratto di strada davanti all’auto (la telecamera è posizionata sopra lo specchietto retrovisore) per individuare sconfinamenti di corsia non intenzionali, ma anche apportando piccole correzioni dell’angolo di sterzata nel caso la traiettoria della Q50 sia soggetta a leggeri cambi di direzione dovuti a variazione del fondo stradale o venti laterali (in base agli input del sistema di rilevamento della linea di demarcazione della corsia basato su telecamera). Riducendo l’esigenza di correzioni dello sterzo da parte del conducente può essere ridotto lo sforzo di quest’ultimo.

“Il bello di questi sistemi avanzati è che consentono di vivere un’esperienza di guida più personalizzata, con un maggiore apporto del conducente quando lo si desidera e meno interferenze sullo sterzo dovute alle imperfezioni del fondo stradale,” ha commentato de Nysschen. “Questo è solo l’inizio di una serie di tecnologie future che stanno diventando uno degli elementi di forte differenziazione agli occhi dei clienti di Infiniti.”

Durante la fase di messa a punto degli eccezionali standard prestazionali della Q50, la partnership di Infiniti con Red Bull Racing ha permesso al tre volte campione del mondo di Formula 1 e al terzo pilota del team Red Bull Sebastien Buemi di fornire un apporto speciale allo sviluppo di quest’auto. Con l’obiettivo di fare del nuovo modello la berlina sportiva più dinamica ed entusiasmante sul mercato, Vettel ha condiviso alcuni suggerimenti sulla performance e la maneggevolezza della Q50 guidandola sul circuito Infiniti di Tochigi, in Giappone.

Buemi ha provato l’auto a Nurburgring – uno dei circuiti di prova più difficili al mondo – spingendo al limite i prototipi per consentire lo sviluppo di un telaio con caratteristiche di maneggevolezza eccellenti.

Infiniti ha di recente annunciato che a partire dal 2013 sarà Title Sponsor e Partner Tecnico di ‘Infiniti Red Bull Racing.’ Questa stretta collaborazione condurrà alla realizzazione di progetti tecnici congiunti a vantaggio sia delle prestazioni sul circuito di gara sia di quelle su strada.

“Avere l’opportunità di ricevere un feedback sullo sviluppo del telaio da due piloti di classe mondiale non ha prezzo,” ha dichiarato de Nysschen. “La nostra collaborazione nell’ambito di ‘Infiniti Red Bull Racing’ è ampia e articolata. Stiamo lavorando insieme per individuare una serie di aree di cooperazione tecnica e per trasferire i benefici della collaborazione con dei Campioni Mondiali di Formula Uno alle nostre persone, ai nostri processi e alla nostra tecnologia.”

Un altro degli elementi che hanno consentito alla Infiniti Q50 di elevare gli standard prestazionali del segmento di appartenenza è l’elevato grado di personalizzazione  disponibile, reso possibile grazie al nuovo ambiente digitale completamente personalizzabile. Il sistema si serve delle avanzate i-Key del veicolo per riconoscere fino a quattro diverse impostazioni delle preferenze di guida.

Creando una speciale sensazione del tipo “la mia auto sa chi sono”, la i-Key è in grado di riconoscere ciascun conducente e di attivare automaticamente le preferenze pre-impostate relative a posizione di guida, riscaldamento e condizionamento, sistema audio, sistema di navigazione e telematica. Soltanto nella modalità di personalizzazione sono ad esempio disponibili 96 impostazioni opzionali. E’ possibile accedere alle funzioni di impostazione facilitata o di modifica delle impostazioni tramite gli innovativi schermi doppi con technologia touchscreen.

Utilizzando il selettore della modalità di guida situato sulla console centrale è inoltre possibile regolare istantaneamente il motore, la trasmissione, la maneggevolezza e lo sterzo scegliendo, ad esempio, fra opzioni ‘sport’ o ‘touring’.

Il lusso moderno incontra la meticolosa abilità artigianale

Lo stile e la performance ispirata della nuova Infiniti Q50 si misurano con interni creati all’insegna degli stessi elevatissimi standard. L’ambiente all’interno dell’abitacolo è caratterizzato da un potente mix di trame tridimensionali, maestria artigianale e qualità d’eccellenza, abbinando lusso moderno e tecnologia d’avanguardia all’altezza delle esigenze dell’utilizzatore.  

“Gli interni rappresentano la confluenza di migliaia di parti e di numerosissimi materiali, inclusi la pelle, i tessuti, i metalli e il vetro. L’armonia di ciascun elemento è una parte importante della sensazione di alta qualità e calore trasmessa dalla Q50,” ha spiegato Nakamura . “I nostri stilisti hanno gestito l’integrazione di tutti gli elementi costituenti gli interni non solo in termini di funzione svolta, ma anche di stimolazione dei sensi – colore, sensazione al tatto, consistenza, finitura e bellezza -, creando un ambiente che risulta al tempo stesso intuitivo e indulgente.”

Gli interni della Q50 sono stati studiati anche per invitare alla guida, per celebrare quell’euforia che a volte si prova al volante e che spesso va persa nel mondo moderno. Per questo si è prestata particolare attenzione alla posizione di guida,  offrendo una generosa gamma di regolazioni personalizzabili all’interno di un abitacolo avvolgente eppure confortevole. Il quadro strumenti della Q50 rievoca la tradizione stilistica della “doppia onda” di Infiniti, ma si aggiorna arricchendosi di una nuova linea asimmetrica che scorre dall’estremità superiore del cruscotto centrale all’ampia console che scende fra i due sedili. Tutte le funzioni e i comandi principali sono concepiti in modo tale che il guidatore non debba cambiare la propria posizione di guida, e ciò vale per gli interruttori, gli schermi e i tasti a sfioramento, il selettore della modalità di guida.

I sedili anteriori e posteriori vantano una linea ergonomica rinnovata, studiata per favorire la distribuzione della pressione corporea su un’area più ampia della superficie superiore del sedile. Quando si è in posizione seduta, il carico sulla spina dorsale è circa 1,4 volte maggiore rispetto a quando si è in piedi. La nuova linea del sedile riduce i momenti di flessione che diventano un fattore di carico, fornendo un sostegno supplementare all’area pelvica e al peso del torace.

I volumi dell’abitacolo lasciano ampio spazio alla testa sia davanti che dietro, il generoso spazio per le ginocchia dei passeggeri seduti dietro è il risultato del nuovo design più sottile degli schienali dei sedili anteriori, oltre che di un maggiore spazio di scorrimento orizzontale e in altezza per la regolazione dei sedili anteriori. Anche i punti dell’anca dei sedili anteriori e posteriori sono stati modificati per garantire un maggiore confort. Il pozzetto per i piedi dei sedili posteriori è stato ampliato spostando il montante “B” in avanti di circa di un pollice (rispetto alle configurazioni tradizionali), il che rende più facile entrare e uscire dall’auto. Il vano bagagli è molto probabilmente il più grande nel segmento di appartenenza, con capacità di 18.0 piedi cubici nella versione con motore V6 da 3,7 litri e di 14,1 piedi cubici nella versione ibrida.

L’Infiniti Q50 offre una scelta fra raffinati colori e tessuti, oltre ai rivestimenti dei sedili con dettagli in pelle disponibili come optional. Le tinte proposte per gli interni sono: Grano, nero Grafite e grigio Pietra.

Completa gli eleganti allestimenti interni una combinazione di alluminio “Kacchu”, ispirato alle armature tradizionali dei samurai, e di dettagli in legno d’acero, tipico della tecnica di pittura Urushi del XVI secolo.

“La qualità è un altro dei punti di forza della Infiniti Q50,” ha aggiunto Nakamura . “La nostra passione per lo stile, l’ossessione per i dettagli e l’attaccamento all’esecuzione artigianale e ai continui miglioramenti confermano che si tratta di un prodotto di livello davvero superiore e della migliore qualità .”

La silenziosità dell’abitacolo della Q50 è accresciuta dalla tecnologia Active Noise Control, in grado di ridurre l’invadente rombosità esterna attraverso quattro casse  montate nei pannelli delle portiere, così da rendere più agevole la conversazione fra i passeggeri. Gli impianti audio di qualità includono come optional il modernissimo sistema audio Studio on Wheels by Bose ® con una serie di tre casse montate nella plancia (14 casse in totale all’interno dell’abitacolo) e l’Advanced Staging Technology®. Sono comprese nell’equipaggiamento standard la radio satellitare SiriusXM (è necessario l’abbonamento a SiriusXM, venduto a parte) e la radio HD ad alta definizione.

Fra le altre dotazioni vanno citati il sistema di Controllo Automatico Bi-zona della Temperatura , il sistema vivavoce con tecnologia Bluetooth ® , il RearView Monitor per visualizzazione area posteriore esterna e, come opzione, il sistema ACCS (Sistema Avanzato di Climatizzazione) con purificatore d’aria Plasmacluster ® e il monitor con visione a 360° (AVM, Around View ®  Monitor) completo di dispositivo MOD di rilevamento oggetti in movimento.

Tecnologie Infiniti per la connettività

Basato sulla filosofia distintiva di Infiniti orientata a facilitare la vita dei clienti – che include il programma di assistenza personale Infiniti Personal Assistant con accesso 24 ore su 24 a un servizio di supporto fornito da personale professionista -, il nuovo sistema telematico Infiniti InTouch™ porta già oggi il futuro della connettività in auto all’interno della Q50. A differenza delle interfacce convenzionali, la Q50 dispone non di uno, ma di ben due schermi capacitivi con tecnologia touchscreen azionabili con gesti intuitivi della mano per connettere gli automobilisti alla loro vita e attività professionale al di fuori dell’auto.

“Disponiamo di nuove tecnologie che vanno incontro allo stile di vita attuale delle persone, garantendo connettività senza interruzioni e personalizzazione ovunque si vada, persino in auto, con un’interfaccia uomo-macchina ottimizzata per una maggiore facilità di utilizzo,” ha puntualizzato de Nysschen.

Oltre ad offrire grandi schermi doppi, il sistema Infiniti InTouch™ è stato progettato per assicurare un’agevole sincronizzazione fra vettura e conducente.  I contenuti e le funzioni gestite sullo schermo superiore includono le applicazioni di utilizzo più frequente, come ad esempio le mappe per la navigazione. Gli altri contenuti vengono indirizzati allo schermo inferiore.

I due schermi lavorano insieme, così che, ad esempio, è possibile visualizzare la mappa di navigazione sullo schermo superiore mentre si può utilizzare quello inferiore per impostare la destinazione o visualizzare i punti di interesse. Un numero limitato di funzioni d’importanza critica, come il riscaldamento e il condizionamento dell’aria, viene attivato per mezzo di interruttori. Il contenuto può essere personalizzato utilizzando un menu di facile comprensione. Une serie di applicazioni centrali per il veicolo verrà pre-caricata nel sistema. Gli acquirenti potranno inoltre scaricare, aggiornare e sincronizzare le applicazioni personali utilizzando il proprio   smartphone o una chiavetta USB. Altri dettagli sul funzionamento del sistema saranno disponibili in seguito.

Tecnologie Safety Shield

L’ultima area in cui si trova conferma della posizione di leadership occupata dalla nuova Infiniti Q50 nel segmento di appartenenza è quella dei sistemi di sicurezza d’avanguardia. Prendendo spunto dalla lunga serie di tecnologie di sicurezza già disponibili su altri modelli Infiniti, la Q50 offre il sistema di ICC, Intelligent Cruise Control (Controllo Intelligente Velocità di Crociera) con funzionalità Full Speed Range, il dispositivo predittivo Forward Collision Warning (anteprima mondiale), la funzione di frenata d’emergenza Forward Emergency Braking, il Distance Control Assist per il mantenimento della distanza dal veicolo che precede, il dispositivo d’intervento sull’angolo cieco Blind Spot Intervention®, il dispositivo per evitare collisioni in uscita dai parcheggi Back-up Collision Intervention, il Lane Departure Prevention per il rilevamento del superamento della linea di corsia e l’Active Lane Control per il mantenimento della corsia di marcia.

Prossimamente

La nuova Infiniti Q50 2014 sarà inizialmente distribuita negli Stati Uniti e in Canada dall’estate del 2013.

Al momento del lancio verranno introdotte due motorizzazioni – motore V6 da 3,7 litri o propulsore ibrido da 3,5 litri -, ciascuna disponibile con trazione posteriore o integrale Intelligent All-Wheel Drive e diversi livelli di allestimenti, incluse le versioni ‘Sport’.

A questo primo lancio farà seguito, nel corso dell’anno, l’introduzione della Q50 in altri importanti mercati internazionali con un’offerta di motorizzazioni aggiuntive adeguate alle esigenze delle singole realtà locali.

“La nuova Infiniti Q50 cambierà davvero le regole del gioco nel segmento delle berline sportive,” ha dichiarato de Nysschen. “Con le sue prestazioni straordinarie, la sua linea e la sua tecnologia di punta si distingue da tutto il resto – proprio come il marchio Infiniti.”

 

Nota importante

Le specifiche tecniche contenute nel presente comunicato fanno riferimento al mercato americano. Le specifiche per i singoli mercati in Europa, Sud Africa, Medio Oriente e Russia verranno annunciate successivamente.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Infiniti Q50 Johan De Nysschen naias north american international auto show salone detroit sebastian vettel Sébastien Buemi Shiro Nakamura

Lascia una risposta

 
Pinterest