Il rimorchio intelligente per le 4 ruote

rinspeed_geneva_2012_01

12 dic, 2011

Rinspeed presenta il sofisticato concetto di mobilità “” presso il 2012

Fonte: Rinspeed

“Prendine 3!”
Tutti hanno due assi. Perché non semplicemente prenderne tre invece di due – ma solo al momento del bisogno? E’ questo terzo asse con due ruote la caratteristica chiave del sistema modulare innovativo di mobilità per il settore automobilistico svizzero del visionario . “Dock + Go” è il nome che la vivace Svizzera ha dato al suo concetto di mobilità sofisticato, che presenterà dall’8 al 18 marzo al Salone di Ginevra 2012.

Il fascino irresistibile l’idea sta nella possibilità di montare “zaini su ruote.” Questi “pacchetti” monoasse possono servire a una varietà di scopi a seconda delle esigenze della giornata. Essi hanno inoltre risolto in modo intelligente il tanto discusso problema del raggio d’azione dei veicoli elettrici. Il tocco geniale: né spazio non necessario né peso superfluo si portano a spasso se non sono veramente necessari.

Qualsiasi city car elettrica potrebbe servire come base per “Dock + Go”. A scopo dimostrativo il capo della Rinspeed, Rinderknecht, ha puntato la sua attenzione alla smart a due posti. Una vasta gamma di “pacchetti” possono trasformare la mini auto trazione elettrica nella macchina sogno di ogni fattorino della consegna della pizza – completo di un box riscaldato integratao.

Per gli artigiani vi è un pacchetto di strumenti con spazi ben organizzati per ogni strumento. Dopo che il lavoro della giornata è concluso, l’attrezzatura da campeggio, golf, sci, spiaggia o tutto il necessario per una festa (sia essa privata o condivisa con altri) può essere agganciata alla parte posteriore della mini car.

Sì, questa macchina riserva davvero il meglio per ultimo: in questo caso è un’ampia autonomia di funzionamento, quando i 120 chilometri che sono in genere disponibili non sono sufficienti. Un “pacchetto energia” con un motore a combustione o range extender, ricco di batterie o alimentato da una cella a combustibile, fornisce l’autonomia aggiuntiva decisiva per raggiungere mete più lontane.

Il trucco altrettanto semplice e intelligente: il terzo asse si collega al secondo e quindi ricarica la batteria di bordo della city car. Così il primo Vario-Hybrid, come Frank M. Rinderknecht si riferisce al suo estensore di autonomia, è nato. Nel garage di casa le batterie del pacchetto energia sono ricaricate con l’energia solare dal tetto, rendendo la vita e la guida senza emissioni di CO2 una realtà.

Abbondanza di soluzioni valide e creative per un futuro migliore mobilità. Prendere 3 invece di 2 – e a chi è venuta in mente questa idea? Agli svizzeri, chi altro!
I partner e fornitori nella realizzazione del “Dock + Go” sono:
4erC GmbH – www.4erc.ch
AEZ Leichtmetallräder GmbH – www.aez-wheels.com
Refinishes auto AkzoNobel – www.akzonobel.com
A.T. Globale Kearney Management Consultants – www.atkearney.com
Carl F. Bucherer – www.carl-f-bucherer.com
Continental Automotive Svizzera – www.continental-corporation.com
Goodyear Dunlop Tires Germany GmbH – www.goodyear.de
Harman International, Inc. – www.harman.com
Helveting Engineering AG – www.helveting.com
J. Eberspächer GmbH & Co. KG – www.eberspaecher.com
Konrad Hornschuch AG – www.hornschuch.de
Lumitec AG – www.lumitec.ch
Prevenire Gaenslen & Völter GmbH – www. gaenslen-voelter.de
Schoeller GmbH & CoKG – www.schoeller-wool.com
SEW-Eurodrive GmbH & Co KG – www.sew-eurodrive.de
Takata-Petri AG – www.takata.com
Zurigo Versicherung – www.zurich.com

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Dock + Go Frank M. Rinderknecht salone di ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest