Il prototipo di vettura autonoma smart vision EQ fortwo

Il prototipo di vettura autonoma smart vision EQ fortwo

2 set, 2017

Ecco come sarà il car sharing del futuro

Fonte: Daimler AG

 

Stoccarda, Germania. 30 Agosto 2017. Con il marchio smart presenta una nuova visione della mobilità urbana e di un trasporto pubblico locale personalizzato, altamente flessibile e dalla massima efficienza. Il prototipo per la guida autonoma va a prendere i passeggeri direttamente nel luogo richiesto. L’utilizzatore capisce che si tratta della “sua” vettura grazie a possibilità di personalizzazione innovative: con la griglia Black Panel del frontale e le ampie superfici di proiezione laterali, smart vision EQ fortwo offre una personalizzazione della vettura mai vista prima d’ora nel car sharing. Sgravati dai compiti della guida, i passeggeri possono rilassarsi nello spazioso abitacolo. Questa show car è la prima vettura del Gruppo Daimler a rinunciare coerentemente a volante e pedali.

smart vision EQ fortwo collega in rete i singoli ambiti di competenza della strategia aziendale in modo ideale, al fine di offrire agli utenti in città una mobilità intuitiva e personalizzata al massimo. La sigla identifica le seguenti colonne strategiche: collegamento in rete (Connected), guida autonoma (Autonomous), utilizzo flessibile  (Shared & Services) e trazioni elettriche (Electric).

Con smart vision EQ fortwo a trazione elettrica smart presenta alla IAA 2017 uno studio del giovane marchio di prodotti e tecnologie EQ. Entro il 2022 Mercedes-Benz Cars progetta di mettere in produzione più di dieci nuove auto elettriche, da smart fino al possente SUV. smart inaugurò questa tecnologia già nel 2007 con la smart electric drive e oggi è già in grado di offrire per tutti i modelli anche la versione a trazione elettrica.

«smart vision EQ fortwo è la nostra visione della mobilità urbana del futuro e rappresenta il prototipo per il car sharing più radicale in assoluto: completamente autonomo, estremamente comunicativo, simpatico, ampiamente personalizzabile e naturalmente elettrico», afferma , responsabile smart. «Con la smart vision EQ fortwo diamo un volto agli argomenti che Mercedes-Benz Cars utilizza nella strategia CASE per descrivere come si immagina la mobilità futura».

Shared: smart vision EQ fortwo rappresenta una nuova visione del car sharing. Visto che il passaggio futuro dall’“urban traffic” al “city flow” comporterà benefici non solo per gli utenti, ma per l’intera comunità, anche le città e i Comuni rappresentano un target delle future soluzioni di car sharing di smart. Già oggi, in qualche angolo del mondo, ogni 1,4 secondi viene noleggiata una vettura car2go. Attualmente car2go conta oltre 2,6 milioni di clienti nel mondo: una tendenza in continua crescita. I più recenti studi prevedono che entro il 2025 la quota di utenti del car sharing nel mondo quintuplicherà, toccando i 36,7 milioni. car2go è molto apprezzato anche per il fatto che, grazie al principio del free-floating, il car sharing diventa spontaneo e flessibile: infatti, l’auto non deve essere ritirata né restituita in stazioni fisse, bensì può essere presa a noleggio e riconsegnata ovunque nel territorio coperto dal servizio.

Autonomous: il prototipo smart vision EQ fortwo dimostra quanto in futuro la guida autonoma possa rendere il car sharing ancora più comodo, semplice ed economicamente conveniente. Grazie all’intelligenza collettiva e alla guida autonoma, smart vision EQ fortwo inaugura una nuova era del car sharing: gli utenti non devono cercare la prima auto che si libera, poiché sarà questa a trovarli e ad andare a prenderli direttamente nel luogo desiderato. Grazie all’intelligenza collettiva e alla conseguente previsione dei bisogni, l’auto sarà probabilmente nelle immediate vicinanze. Si omette così il tragitto verso l’auto da noleggiare. I veicoli collegati tra loro sono sempre in movimento. Il rendimento aumenta, mentre il volume del traffico e le superfici destinate ai parcheggi nelle aree urbane diminuiscono.

Connected: smart vision EQ fortwo viene chiamata mediante un dispositivo mobile. L’utilizzatore capisce che si tratta della “sua” vettura grazie a possibilità di personalizzazione innovative, offerte dal Black Panel del frontale (formato: 44 pollici/105 x 40 cm) e dalle ampie superfici di proiezione laterali. I display a LED al posto dei fari mostrano sia una grafica classica (da sportiva a neutra) sia forme simili a occhi, attraverso le quali la vettura può comunicare a un livello più umano. Anche le luci posteriori, accanto alla rappresentazione classica, possono fornire informazioni dettagliate, come avvertenze o comunicazioni relative al traffico. La griglia frontale serve, da un lato, alla personalizzazione, dall’altro alla comunicazione con l’ambiente circostante (ad esempio fornendo informazioni ai passanti mentre attraversano la strada). Le porte della show car sono rivestite da una pellicola commutabile: quando l’auto è occupata vi si possono visualizzare informazioni su eventi locali, meteo, news oppure l’ora. Dalla griglia Black Panel si può apprendere se la vettura è occupata da una o due persone.

Chi lo desidera può inoltre mettersi in contatto con utenti interessati attraverso la funzione «sharing 1+1», che suggerisce possibili compagni di viaggio sulla base del loro profilo impostato e delle destinazioni richieste e che possono poi essere accettati o rifiutati. Quando si viaggia in due vengono visualizzati sull’ampio display dell’abitacolo interessi comuni, come gli ultimi concerti ai quali i viaggiatori hanno assistito oppure gli sport praticati. In questo modo il tempo libero che si recupera grazie alla guida autonoma può essere impiegato per lo scambio e l’interazione.

Electric: smart vision EQ fortwo dispone di un accumulatore agli ioni di litio con capacità di 30 kWh. Quando non è in uso, raggiunge autonomamente una stazione di ricarica per fare rifornimento di energia. In alternativa le auto possono collegarsi mediante induzione alla rete elettrica, cedere corrente e alleggerire la rete fungendo da “batterie collettive”. smart svolge così un ruolo importante nell’organizzazione della rivoluzione energetica.

Design: il lifestyle urbano del futuro

La smart visione EQ fortwo (lunghezza/larghezza/altezza: 2.699/1.720/ 1.535 mm) è una biposto di tendenza e, come tutte le smart, convince per la massima spaziosità a fronte di ingombri minimi. La vettura comunica attraverso una griglia Black Panel e display a LED che sostituiscono i fari e le luci posteriori. I finestrini laterali sono rivestiti con una pellicola speciale sulla quale possono essere proiettate informazioni dall’interno. Nell’abitacolo è presente un display Black Panel nella parte frontale per le attività d’interfaccia con l’utente.

«La smart vision EQ fortwo incarna il lusso urbano del futuro. È un concept radicale, con un design alla moda ed essenziale. La show car presenta le proporzioni tipiche di smart, con passaruota pronunciati ai quattro angoli e senza sbalzo», afferma , . «Numerose superfici digitali negli esterni e negli interni permettono di attuare la fase successiva della comunicazione tra uomo e automobile. Il cliente ha la possibilità di personalizzare la vettura sulla base delle sue esigenze individuali».

Esterni: proporzioni tipiche di smart, porte di nuova concezione

Gli esterni hanno l’aspetto di un gioiello, con un’incastonatura che sembra racchiudere una perla. Con il design «one and a half box» («una scatola e mezzo»), i passaruota molto pronunciati e gli sbalzi ridotti nel frontale e nella coda, le proporzioni sono quelle tipiche di smart.

Un elemento che balza agli occhi sono le porte di nuova concezione. Le due porte ruotano oltre l’asse posteriore aprendosi come ali: facilitano in questo modo la salita e rappresentano un affascinante pezzo architettonico. Inoltre riducono il pericolo di collisione con ciclisti e pedoni.

Elementi tridimensionali color oro rosé nelle ruote e nel diffusore rimandano alla trazione elettrica e riprendono il design tipico del marchio EQ. I finestrini laterali presentano una grafica esagonale che va sfumando.

Il design pulito e futuristico degli esterni viene accentuato da superfici bianche metalliche e vetrature scure. In maniera moderna e tecnologica la smart gioca con il colore degli esterni attraverso numerosi motivi grafici dei display.

Interni: spaziosità generosa, soluzioni di stivaggio intelligenti

La gamma di tonalità della smart vision EQ fortwo esprime un look “cool” e futuristico, combinato con dettagli caldi in oro rosé.

smart vision EQ fortwo è la prima vettura del Gruppo Daimler a rinunciare coerentemente a volante e pedali: le funzioni della vettura sono comandate in modo intuitivo, comodo e igienico con il dispositivo mobile personale o con immissioni vocali. La rinuncia ad elementi di comando convenzionali fa apparire l’abitacolo bianco ancora più ampio. Al posto della plancia portastrumenti domina uno schermo da 24 pollici (58,5 x 15,6 cm), racchiuso da una cornice color oro rosé. Sui lati esterni si trovano due display più piccoli (da 4 pollici), sui quali smart vision EQ fortwo può, ad esempio, visualizzare la scritta «Benvenuto».

I piani di seduta bianchi, rivestiti con una nuova, pregiata e innovativa pelle ecologica, sono leggeri e facili da pulire, in linea con il concetto di “condivisione”. La panca in stile lounge ospita fino a due passeggeri. Un bracciolo centrale abbassabile distanzia tra loro le persone oppure può fungere da vano portaoggetti. Gli interni bianchi creano un’impressione di grande spaziosità.

Altre possibilità di stivaggio intelligenti si trovano nel pianale e sotto la panca: bagagli e oggetti personali possono essere fissati con cinghie in gomma blu.

Numerose superfici digitali negli esterni e negli interni offrono un nuovo livello di comunicazione tra uomo e automobile, sotto il profilo della guida autonoma e del car sharing. La vettura si prepara ad accogliere il singolo cliente con tonalità e schermate specifiche, offrendo così uno spazio privato in cui ritirarsi in città. Pertanto all’utilizzatore viene anche offerta la possibilità di personalizzare la vettura e di adattarla alle sue esigenze.

Informazioni su CASE:

CASE – queste lettere plasmeranno il futuro della mobilità. La sigla si riferisce agli ambiti: collegamento in rete (Connected), guida autonoma (Autonomous), utilizzo flessibile (Shared) e trazioni elettriche (Electric). I quattro ambiti CASE costituiscono una parte integrante della strategia aziendale di Daimler AG. Attraverso l’interconnessione intelligente degli elementi CASE si mira a garantire una mobilità intuitiva ai nostri clienti.

Già oggi Mercedes-Benz Cars è leader in tutti e quattro gli ambiti. Il cuore di tutte le attività che rientrano nel “collegamento in rete” è il brand digitale Mercedes me, che permette ai clienti di accedere a una gamma di servizi molto ampia e personalizzata tramite app, sito web o direttamente dalla vettura.

Da anni Mercedes-Benz promuove lo sviluppo della guida autonoma, definendo ogni volta nuovi parametri di riferimento. Gli ingegneri Mercedes sfruttano la cosiddetta “sensor fusion”, che consiste nel collegare intelligentemente diversi sensori, come telecamere, ultrasuoni e radar, e analizzarne i dati. Con smart vision EQ fortwo anche il marchio smart mostra come potrà apparire la guida “senza volante” nel car sharing del futuro.

Già oggi l’inventore dell’automobile svolge un ruolo di prim’ordine nell’ambito Sharing & Services. I servizi per la mobilità, utilizzati da oltre 14,5 milioni di persone, spaziano dal car sharing di tipo free-floating (car2go), al car-sharing privato peer-to-peer (Croove), al ride-hailing (mytaxi) fino alle piattaforme per la mobilità (moovel).

Per quel che riguarda l’elettrificazione della catena cinematica, Mercedes-Benz adotta un approccio globale e, con il marchio EQ, sta sviluppando una famiglia di vetture e un ecosistema che, oltre al veicolo in sé, prevede un’ampia offerta per la mobilità elettrica: dai servizi intelligenti agli accumulatori di energia per clienti privati e aziendali, passando per le tecnologie di ricarica fino al riciclaggio sostenibile. Nel suo viaggio verso la guida priva di emissioni Daimler segue una strada a tre corsie, al fine di conseguire il massimo livello di compatibilità ambientale in tutte le categorie di veicoli (compresi quelli industriali e i van), adottando un mix intelligente fatto di modernissimi motori a combustione interna e un’elettrificazione parziale con la tecnologia a 48 volt, modelli ibridi plug-in EQ Power realizzati su misura e veicoli elettrici con trazione a batteria o celle a combustibile.

Concentrandosi sulla strategia CASE, Daimler si prepara alla mobilità intuitiva del futuro.
Scoprite di più al sito: http://www.daimler.com/CASE

 

In English

Autonomous concept car smart vision EQ fortwo

Welcome to the future of car sharing

Source: Daimler AG

Stuttgart, Germany. 30th August 2017.  The smart vision EQ fortwo provides a new vision of urban mobility and individualised, highly flexible, totally efficient local public transport: the autonomous concept vehicle picks up its passengers directly from their chosen location. New individualisation options help users to recognise that it is “their” vehicle: by means of the Black Panel Grille at the front as well as large projection surfaces at the sides, the smart vision EQ fortwo allows unprecedented individualisation of the vehicle, ideal for car sharing. Freed from the task of driving, the passengers are able to relax in the large interior. The show car is the first vehicle from the Daimler Group to take the logical step of dispensing with a steering wheel and pedals.

The smart vision EQ fortwo is also a car in which all of the individual fields of expertise that make up the CASE corporate strategy are combined, allowing users in the city intuitive access to individual mobility. CASE stands for the strategic pillars of connectivity (Connected), autonomous driving (Autonomous), flexible use (Shared & Services) and electric drive systems (Electric).

With the electrically powered smart vision EQ fortwo, smart is presenting a concept vehicle from the relatively recent product and technology brand EQ at the 2017 Frankfurt International Motor Show. More than ten new electric cars are set to go into series production at Mercedes-Benz Cars by 2022, from the smart to the large SUV. smart took the first step back in 2007 with the smart electric drive and today optionally offers all its models with an electric powertrain.

“The smart vision EQ fortwo is our vision of future urban mobility; it is the most radical car sharing concept car of all: fully autonomous, with maximum communication capabilities, friendly, comprehensively personalisable and, of course, electric,” says smart CEO Annette Winkler. “With the smart vision EQ fortwo, we are giving a face to the themes with which Mercedes-Benz Cars describes the vision of future mobility within the CASE strategy.”

Shared: The smart vision EQ fortwo is a new vision of car sharing. Because transforming “urban traffic” into “city flow” in future will not only benefit the users but the public at large too, cities and municipal authorities are also a target group for future car sharing concepts from smart. Currently, a car2go vehicle is hired somewhere in the world every 1.4 seconds. At present car2go has over 2.6 million customers worldwide – and the number is growing all the time. The latest studies predict that the number of users of car sharing schemes worldwide will have quintupled by 2025 to 36.7 million. One of the factors that make car2go so popular is that free-floating car sharing is spontaneous and flexible. The car does not have to be picked up from or taken back to a specific location. It can be hired and left anywhere in the designated “home” area.

Autonomous: The smart vision EQ fortwo concept vehicle demonstrates how autonomous driving could make future car sharing even more convenient, simple and economically efficient. Thanks to swarm intelligence and autonomous driving, the smart vision EQ fortwo heralds a new era in car sharing: users do not have to look for the next available car – it will find them and collect the passengers directly from their chosen location. And thanks to swarm intelligence and the resulting predictability of demand, it will probably already be nearby, making the journey to pick up a “hire car” a thing of the past. The interconnected vehicles are always on the road. Utilisation increases and at the same time the amount of traffic and the number of parking spaces required in urban areas are reduced.

Connected: The smart vision EQ fortwo is summoned using a mobile device. New individualisation options help users to recognise that it is “their” vehicle: the Black Panel at the front (size: 44 inches/105 x 40 cm) as well as large projection surfaces at the sides allow the smart vision EQ fortwo to be personalised. LED displays in place of the headlamps can echo a classic look (from sporty to neutral) or take on an eye-like shape, which allows the vehicle to communicate on a more human level. The rear lamps can also have a conventional look or provide detailed information – for example warnings or traffic information. The front radiator grille serves on the one hand to add a personal touch and on the other to communicate with other road users (e.g. information for pedestrians crossing the road). The doors of the show car are coated with a film that can be activated as required. If the car is unoccupied, information about local events, the weather, news or the time can be displayed. The smart’s Black Panel Grille indicates whether the car is occupied by one or by two passengers.

Those who want can use the 1+1 sharing function to make contact with other interesting users. Possible passengers are suggested on the basis of their saved profiles and current travel plans, and can be accepted or rejected. When two passengers are on board, the large display in the interior shows shared interests such as concerts they have recently attended or sports that they play. The extra time gained as a result of travelling in an autonomous vehicle can be used to chat and interact.

Electric: The smart vision EQ fortwo features a rechargeable lithium-ion battery with a capacity of 30 kWh. When not in use, it makes its way independently to a charging station to load up with new energy. Alternatively, the cars can dock with the power grid inductively, feed in electricity and act as a “swarm battery”, taking pressure off the grid. smart is playing a key role here in shaping the energy revolution.

Design: urban lifestyle of the future

The smart vision EQ fortwo (length/width/height: 2699/1720/1535 mm) is a cool two-seater and, like all smart models, scores with a maximum of room in a minimum of space. The vehicle communicates by means of a Black Panel Grille and LED displays, which replace headlamps and tail lamps. The side windows are covered with a special film onto which information can be projected from inside. The front area of the interior features a Black Panel Display for user interface activities.

“The smart vision EQ fortwo embodies the urban luxury of the future. It is a radical approach with a cool and minimalist design. The show car has the hallmark smart proportions, with accentuated, pronounced wheel arches at the four corners and with no overhang,” says Gorden Wagener, Chief Design Officer Daimler AG. “A multiplicity of digital surfaces inside and outside allows the next level of communication between human and automobile. The customer is able to personalise the vehicle according to their individual needs.”

Exterior: hallmark smart proportions, new door concept

The exterior is like a piece of jewellery with a receptacle symbolically encircling a precious pearl. With the “one-and-a-half box” design, the pronounced, powerful wheel arches and the short overhangs at the front and rear, the proportions are typically smart.

The new door concept is a distinctive feature. To save space, the two doors pivot wing-like over the rear axle, making access easier and creating a fascinating architecture. The door concept also reduces the danger of collision with cyclists and pedestrians.

Rose gold-coloured, three-dimensional elements in the wheels and in the diffuser allude to the electric drive system and create a bridge to the hallmark EQ design. The side windows have a tapering hexagonal look.

The clear, future-oriented exterior design is reinforced by white metallic surfaces and dark-tinted glass surfaces. In a contemporary and technological manner, the smart plays with colour on the exterior by means of a large number of display graphics.

Interior: generous space, intelligent stowage

The colour scheme of the smart vision EQ fortwo features a cool and futuristic look which is combined with warm touches of rose gold.

The show car is the first of the Daimler Group’s vehicles to take the logical step of dispensing with the steering wheel and pedals. The vehicle functions are controlled via personal mobile device or voice input, an arrangement that is intuitive, convenient and hygienic. Dispensing with conventional control elements makes the white interior appear even more spacious. The dashboard is replaced by a 24 inch (58.5 x 15.6 cm) screen which is surrounded by a rose gold-coloured frame. The outer edges feature two smaller displays (four-inch), which can be used by the smart vision EQ fortwo for example to say “Welcome”.

Covered with a new, innovative and high-quality man-made leather, the white seats are easy to clean and therefore compatible with the idea of sharing. The lounge-like bench seat offers room for up to two passengers. If required, a retractable centre armrest creates a separation between the occupants or serves as a stowage facility. The white interior creates a generous impression of space.

Further, intelligent stowage options are available on the floor and under the bench seat. Luggage and personal accessories can be secured under blue rubber tightening straps.

A large number of digital surfaces both inside and outside allow a new level of communication between human and automobile with regard to all aspects of autonomous driving and car sharing. The vehicle’s colours and screens adapt to its customers, offering a private sanctuary in the bustling city. The user is thus also given the possibility to personalise the vehicle and adapt it to their needs.

About CASE

CASE – these letters are shaping the future of mobility. They stand for the fields of networking (Connected), autonomous driving (Autonomous), flexible use (Shared & Services) and electric drive systems (Electric). The four CASE fields are an integral part of the corporate strategy of Daimler AG. The aim is to shape intuitive mobility for our customers through intelligent dovetailing of the CASE topics.

Mercedes-Benz Cars already plays a leading role in all four areas today. For example, all activities in the area of connectivity are focused on the digital brand Mercedes me, which gives customers access to an extensive and personalised range of services by app, website or straight from their car.

On the way to autonomous driving, Mercedes-Benz has for years been a key driver of development and has repeatedly set the benchmark. To this end, the Mercedes engineers use what is known as sensor fusion. The data from different sensors, such as cameras, ultrasound and radar, are intelligently combined and analysed. With smart vision EQ fortwo, the smart brand is also demonstrating what driving without a steering wheel could look like in the future of carsharing.

The inventor of the car is already playing a leading role in the field of Sharing & Services. The mobility services used by over 14.5 million people range from free-floating carsharing (car2go) and private peer-to-peer carsharing (Croove), through ride-hailing (mytaxi) to the mobility platform (moovel).

Mercedes-Benz is pursuing a holistic approach to powertrain electrification. Apart from the EQ brand with a family of vehicles, Mercedes-Benz is also developing a holistic ecosystem, which, alongside the vehicle itself, also comprises a comprehensive electric mobility offering. This extends from intelligent services and energy storage units for private and commercial customers to charging technologies and sustainable recycling. On the road to emission-free driving Daimler is systematically pursuing a three-lane drive system strategy in order to implement maximum environmental compatibility across all vehicle classes (incl. commercial vehicles, vans) – with an intelligent mix of the latest combustion engines and partial electrification through 48-volt technology, tailor-made EQ Power plug-in hybrids and electric vehicles with battery or fuel cell drive systems.

By focussing on CASE Daimler is preparing for the mobility of the future.

More at: http://www.daimler.com/CASE

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Annette Winkler case Gorden Wagener responsabile del design di Daimler AG smart vision EQ fortwo

Lascia una risposta

 
Pinterest