Il BMW Group al Salone di Detroit

Il BMW Group al Salone di Detroit

19 gen, 2015

Fonte: BMW Group

 

Detroit, Michigan. USA. 12 gennaio 2015. BMW darà il benvenuto al nuovo anno dell’automobile presentando una serie di nuovi prodotti al () a Detroit.

Appuntamento fisso del calendario dal 1907, l’evento originariamente è conosciuto come il Detroit Auto Show ha una lunga tradizione negli Stati Uniti.

Quest’anno sarà il 27esima edizione è si tiene su un palcoscenico internazionale, con oltre 200 espositori che si riuniranno presso il COBO Center sul fiume Detroit per presentare le loro ultime offerte a un vasto pubblico.

Più di 18 milioni di persone hanno visitato la mostra dal 1989.

Le giornate pubbliche si svolgono dal 17 al 25 gennaio.

A celebrare la loro anteprima mondiale a Detroit sono la nuova BMW Serie 6 Cabrio, Coupé e Gran Coupé, così come la nuova BMW M6 Coupé, i modelli ad alte prestazioni BMW M6 Cabrio e la BMW M6 Gran Coupé.

Essi si uniranno ai modelli all’avanguardia BMW ed ai servizi innovativi che comprendono il mondo della mobilità elettrica.

 

La mobilità lungimirante: offre servizi complementari per i modelli 3 e 8

Misura poco meno di quattro metri di lunghezza ed è adatta per l’uso come una macchina di famiglia, la è disponibile sia in un modo tutto elettrico che nella versione Range Extender.

La capacità di stoccaggio della batteria agli ioni di litio di 22 kWh dà alla pratica cinque porte un’autonomia di fino a 160 chilometri (100 miglia).

In modo Range Extender, la BMW i3 è in grado di coprire distanze anche più lunghe senza dover essere ricaricata. Il suo efficiente motore a benzina a due cilindri genera elettricità mentre è in movimento e ricarica la batteria ad alto voltaggio, consentendo al veicolo di raggiungere un’autonomia di ben 300 km (circa. 185 miglia) nel traffico di tutti i giorni.

La è una macchina sportiva ibrida plug-in che fissa nuovi standard di prestazioni, sostenibilità e design.

Nel mese di giugno 2014, le prime BMW i8 con tecnologia di illuminazione laser sono state consegnate, una vera anteprima mondiale in un veicolo di produzione. Quando si guida in modalità elettrica, la batteria da 7.1 kWh di capacità di stoccaggio offre un’autonomia a zero emissioni fino a 37 km (23 miglia) nel ciclo di guida UE.

La futuristica 2 + 2 posti è perfettamente adatta per l’uso quotidiano e permette un consumo di combustibile di soli 2,1 litri per 100 chilometri (134,5 mpg imp) nei test ECE, pari ad emissioni di CO2 di 49 grammi per chilometro.

L’interazione intelligente tra il motore elettrico sull’asse anteriore e l’economico 1.5 litri TwinPower Turbo tre cilindri a benzina nella parte posteriore rende la BMW i8 in entrambi i modi di marcia veloce ed efficiente sulla strada.

La potenza complessiva del sistema combinato di 266 kW/362 CV permette l’accelerazione tra 0 e 100 chilometri all’ora (62 mph) in 4,4 secondi e di raggiungere una velocità massima di 250 chilometri all’ora (155 mph).

Dopo il lancio della BMW i3 e della BMW i8 in Europa, Stati Uniti, Giappone e Cina, i servizi associati BMW i sono ora in fase di espansione e implementazione a livello internazionale. Oltre espandere la rete di ricarica con l’aggiunta di stazioni di ricarica veloci, il sistema di navigazione intermodale del veicolo combinando diversi mezzi di trasporto in modo ottimale continuano ad essere estesi a livello del marketing internazionale.

In parallelo a questo,i progetti pilota in Germania, Stati Uniti e Cina stanno lavorando sul riutilizzo e il riciclaggio delle batterie agli ioni di litio dalle automobili BMW i.

 

ChargeNow

ChargeNow concede alle BMW i l’accesso dei clienti ai circa 18 mila stazioni di ricarica in 18 paesi in tutto il mondo, che la rende la più ampia rete did ricarica nel mondo.

BMW i ha collaborato con una serie di fornitori per standardizzare la tecnologia di ricarica dalla rete e la fatturazione, mentre le stazioni di ricarica disponibili possono essere mostrate al cliente nel sistema di navigazione del veicolo, tramite una applicazione smartphone oppure online.

La scheda ChargeNow permette all’utente di accedere alla rete ChargeNow e anche di godere della comodità di un’unica fattura mensile con un riepilogo di tutte le operazioni di ricarica.

Gli utenti saranno presto in grado di utilizzare la rete ChargeNow paneuropea fuori dal proprio paese. La funzione di roaming sarà inizialmente disponibile in Germania e Austria, e ci sono piani per estenderla al Belgio ed a altri paesi.

L’obiettivo di ChargeNow è quello di riunire il maggior numero possibile di fornitori di infrastrutture di ricarica pubbliche.

Inoltre un numero crescente di stazioni di ricarica veloci si stanno incorporando nella rete ChargeNow. Questi forniscono ricarica DC, che sostanzialmente accorcia il tempo di ricarica dei veicoli rispetto alla ricarica AC.

Infatti, ci vuole meno di 30 minuti per caricare la batteria della BMW i3 al 80 per cento. Le strutture di ricarica sull’asse veloce lungo l’autostrada A9 tra Monaco e Berlino fanno parte della rete ChargeNow dall’estate 2014.

 

Con il suo servizio premium ParkNow, BMW i ha messo a punto un eccezionale customer-friendly e comoda soluzione al problema del parcheggio nelle aree urbane – per i conducenti di tutte le marche di auto. ParkNow riguarda tutti i tipi di parcheggio, sia su strada principale che su quelle secondarie.

L’approccio onnicomprensivo ottimizza tutte le fasi chiave del processo.

Se il cliente è interessato in un parcheggio fuori strada, ad esempio, può essere facilmente reperibile, prenotato e pagato, tutto con ParkNow.

La prenotazione può essere realizzata sia in anticipo da un PC o smartphone o anche sulla rotta mediante il sistema di navigazione. I parcheggi multipiano nella rete ParkNow possono essere filtrati per prezzo, distanza o la disponibilità di servizi come stazioni di ricarica o autolavaggi. Una volta che la selezione è stata fatta nel sistema di navigazione, il conducente si rivolge direttamente al parcheggio selezionato e un biglietto elettronico viene generato, che concede l’accesso allo spazio riservato.

La noiosa ricerca di un parcheggio libero e l’inquinamento causato nel processo sono pertanto cosa del passato.

Con ParkNow LongTerm, nel frattempo, BMW i offre inoltre la possibilità di affittare un posto auto a lungo termine con impianti di ricarica vicino alla casa o al luogo di lavoro del conducente.

Le collaborazioni con i gestori dei parcheggi stanno stimolando l’ampliamento internazionale della rete. ParkNow ha accesso in tempo reale a 4.200 parcheggi multipiano offrendo 5,6 milioni di posti auto in centinaia di città in tutta l’America Del Nord. In aggiunta a questo, ci sono 2,8 milioni parcheggi in spazi su strada in più di 200 città negli soli Stati Uniti.

 

Espansione a livello internazionale

DriveNow fornisce già un sofisticato servizio di car-sharing a Monaco di Baviera, Berlino, Düsseldorf, Colonia, Amburgo, Vienna, Londra e San Francisco, e preparativi sono in corso per estenderlo ad altre città negli Stati Uniti ed Europa.

Una delle caratteristiche principali di DriveNow è che i veicoli possono essere noleggiati e restituiti ovunque senza la necessità di stazioni centralizzate.

La flotta DriveNow è composta interamente di auto premium di alto livello MINI e BMW, e attualmente dispone la MINI, MINI Cabrio, MINI Clubman ed i modelli MINI Countryman e la X1 BMW Serie 1, BMW e BMW ActiveE.

La BMW i3 è prevista di essere aggiunta alla gamma nel 2015.

L’inclusione della BMW ActiveE significa che DriveNow offre già una vettura tutta elettrica, opzione di mobilità a emissioni zero in funzione a San Francisco, Berlino e Monaco di Baviera.

Ci sono più di 350 mila clienti registrati in tutto il mondo, che apprezzano il servizio di mobilità spontanea e flessibile offerto da DriveNow ed in grado di adattarsi alle loro esigenze individuali. DriveNow è un car sharing joint venture tra il BMW Group e Sixt SE, dove ogni società detiene una quota del 50 per cento.

 

Batterie di Second Life

Le batterie utilizzate dai modelli BMW i hanno ancora la capacità di un’altra vita quando sono esaurite. Infatti possono condurre una “seconda vita” dopo riciclate, prevedendo riserve di capacità per le stazioni di ricarica veloce o per immagazzinare energia solare all’interfaccia tra mobilità elettrica e di alimentazione flessibile. In futuro, il mercato dell’energia elettrica potrebbe quindi utilizzare le unità di batterie da storage da veicoli elettrici come dispositivi di immagazzinaggio di energia primaria. Grazie ai progetti piloti in Germania, California e Shanghai, il BMW Group ha già raccolto abbastanza esperienza per confermare l’elevato potenziale.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: BMW i bmw i3 bmw i8 ChargeNow detroi auto show DriveNow naias north american international auto show ParkNow salone detroit

Lascia una risposta

 
Pinterest