I vincitori del premio “Klimaenergy Award 2013”

I vincitori del premio “Klimaenergy Award 2013”

18 set, 2013

2013 – Fiera internazionale specializzata delle energie rinnovabili per Comuni e imprese con Klimamobility 2013
Fiera internazionale specializzata per la mobilità sostenibile
Bolzano, 19 – 21 settembre 2013

I vincitori della sesta edizione del premio “ 2013” sono i Comuni di Casalmoro (MN) e (LE) entrambi nella categoria “Comuni con meno di 20.000 abitanti”, Udine e l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve (FI) nella categoria “Comuni dai 20.000 ai 150.000 abitanti”, la e la Società Energetica Lucana SpA nella categoria “Comuni e Province con più di 150.000 abitanti”, Pisa per la mobilità urbana.
La premiazione avrà luogo il 19 settembre 2013 al termine della cerimonia ufficiale d’inaugurazione delle due fiere specializzate Klimaenergy e Klimamobility che si svolgeranno in contemporanea dal 19 al 21 settembre.

Fonte: Klimaenergy

Bolzano, Italia. 16 settembre 2013 – Obiettivo del premio “Klimaenergy Award” è individuare e presentare i migliori progetti e le migliori soluzioni nel settore delle energie rinnovabili in Comuni e Province d’Italia ribadendo il ruolo decisivo delle amministrazioni locali nella diffusione di fonti energetiche alternative. Il concorso è stato bandito da Fiera Bolzano insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, il Ministero dell’Ambiente, il TIS innovation park, Legambiente, EURAC research, ANCI e ACRI.

Nella giuria del “Klimaenergy Award 2013”, Antonio Lumicisi – Ministero dell‘Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, – Legambiente, Andrea Gasparella – Libera Università di Bolzano, Stefano Dal Savio – TIS innovation park, Wolfram Sparber – EURAC research, Andreas Überbacher – Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, Elena Jachia e di Milano, – Green Planner Magazine.

Benjamin Auer e Harald Reiterer, , hanno invece eletto il vincitore del “premio speciale per progetti di mobilità sostenibile“.

Nel corso della riunione della giuria, convocata per scegliere i progetti vincitori, il Dott. Andreas Überbacher ha definito il Klimaenergy Award un’ammiraglia della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e si è detto orgoglioso di aver dato un contribuito alla vasta popolarità di cui il concorso gode ormai su tutto il territorio nazionale.

Wolfram Sparber, Presidente della giuria nonché Direttore dell’Istituto per le energie rinnovabili presso l’Accademia Europea di Bolzano EURAC, ha sottolineato la volontà di premiare quei partecipanti che non si sono limitati a realizzare un mero progetto ma hanno incluso anche aspetti di natura economica e tecnica senza tralasciare il coinvolgimento e la sensibilizzazione della popolazione.

Pertanto sono stati presi in considerazione sia i criteri quantitativi (risparmio di CO2 in termini assoluti e pro-abitante) sia i criteri qualitativi tra cui il valore aggiunto ecologico ed economico, la trasferibilità in altri Comuni o Province nonché il grado d’innovazione del progetto.

All’edizione 2013 del concorso hanno partecipato 42 Comuni suddivisi in quattro categorie: sette i vincitori.
Il vincitore della prima categoria “Comuni con meno di 20.000 abitanti” è la cittadina lombarda Casalmoro In Provincia di Mantova. La giuria è rimasta favorevolmente colpita dall’attenzione posta dal Comune nell’impiego di un’ampia gamma di fonti rinnovabili sfruttate sia su piccola che su media scala. Tra le azioni più meritevoli la giuria ha individuato anche l’aumento dell’efficienza energetica dell’illuminazione pubblica e la redazione di un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) particolarmente dettagliato. Da segnalare, inoltre, la scelta di destinare i risparmi derivanti dall’impiego d’impianti di produzione di energie rinnovabili comunali all’incentivazione d’impianti fotovoltaici d’iniziativa privata.

Sempre in questa categoria il “premio speciale per l’impegno sociale” verrà conferito al Comune pugliese di Melpignano in per aver fondato una cooperativa i cui soci sono gli abitanti del borgo. Scopo di questo consorzio è realizzare impianti fotovoltaici su coperture pubbliche e private destinando gli utili ad iniziative mirate al miglioramento della qualità di vita degli abitanti.

La città di Udine è la vincitrice della seconda categoria “Comuni dai 20.000 ai 150.000 abitanti” grazie alle misure intraprese dall’amministrazione comunale per incrementare l’efficienza energetica e per produrre energia da fonti rinnovabili. Degne di nota le campagne di sensibilizzazione nelle scuole sul tema dell’energia.

L’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve (Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rufina, San Godenzo e Rignano sull’Arno) in Provincia di Firenze si è aggiudicata, sempre in questa categoria, un “premio speciale per la cooperazione tra Comuni e per l’incremento dell’utilizzo di biomassa”.

La giuria è rimasta favorevolmente colpita dall’attuazione di un programma di valorizzazione di fonti rinnovabili locali a mezzo di impianti di teleriscaldamento a cippato, con conseguenti benefici economici a tutti gli utenti grazie alla riduzione dei costi energetici.

La provincia di Siena è la vincitrice della terza categoria “Comuni e Province con oltre 150.000 abitanti” per aver attuato un piano energetico a livello provinciale, redatto un programma di sostegno per l’esecuzione di diagnosi energetiche ad edifici pubblici, per aver erogato contributi destinati alla realizzazione di impianti fotovoltaici, per aver stilato un “piano di comunicazione” per la sensibilizzazione della popolazione su tematiche energetiche ed ambientali. Lodevole, infine, la creazione del progetto “ “rivolto ad imprese, enti pubblici e privati con lo scopo di arrivare ad essere, nel 2015, la prima vasta area ad emissioni zero.

Sempre in questa categoria, il “premio speciale per una promozione della sostenibilità ambientale a 360°” verrà conferito alla Società Energetica Lucana S.p.A. per il supporto fornito allo sviluppo delle politiche energetiche nei Comuni della Basilicata. Grazie a tale intervento sono già stati redatti 15 Piani di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), altri 18 sono in via di definizione e sono stati realizzati diversi impianti fotovoltaici.

La città di Pisa, infine, ha vinto il “premio mobilità” per un progetto esemplare di e-mobility che prevede la realizzazione di una rete di colonnine di ricarica per veicoli elettrici, l’istituzione di infrastrutture per il car e il bike sharing, l’avvio della campagna “Infomobilità” per il monitoraggio della circolazione stradale e la conseguente progettazione di interventi migliorativi.

I progetti vincitori verranno premiati giovedì 19 settembre 2013 al termine della cerimonia d’inaugurazione di Klimaenergy e Klimamobility alla presenza dei rappresentanti della stampa. I vincitori potranno partecipare a varie iniziative di formazione ideate nell’ambito di Klimaenergy 2013 e partecipare ad un esclusivo enertour®, una visita tecnica guidata alla scoperta delle eccellenze locali nel campo delle rinnovabili.

Inoltre i progetti vincitori verranno ampiamente illustrati in noti quotidiani nazionali, mentre il logo del

“Klimaenergy Award 2013” potrà essere utilizzato su tutti gli stampati e sulle homepage dei vari Comuni di riferimento.

La manifestazione assolve così a due funzioni: da un lato presenta i singoli progetti e sottolinea l’impegno della Pubblica Amministrazione nel realizzarli, dall’altro, grazie alla pubblicazione a livello nazionale, contribuisce a conferire loro il meritato riconoscimento e a fungere da esempio per altre istituzioni.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Andrea Gasparella Andreas Überbacher Antonio Lumicisi Benjamin Auer comune di pisa Elena Jachia EURAC research Federico Beffa fondazione cariplo Green Planner Magazine Harald Reiterer Katiuscia Eroe klimaenergy klimaenergy award Klimamobility legambiente Libera Università Bolzano Maria Cristina Ceresa Melpignano ministero dell'ambiente Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige provincia di lecce provincia di siena Siena Carbon Free 2015 Società Energetica Lucana Stefano Dal Savio udine Wolfram Sparber

Lascia una risposta

 
Pinterest