I “3R Awards” premiano la sostenibilità Toyota

I “3R Awards” premiano la sostenibilità Toyota

3 nov, 2013

Toyota Motor Corporation è stata premiata per il suo impegno nella promozione della sostenibilità, attraverso la riduzione, il riutilizzo e il riciclo delle risorse.

Fonte: Toyota Motor Italia

Roma, Italia. 31 ottobre 2013. Il “” (evento organizzato in Giappone dal ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria e che premia le aziende con i migliori risultati dal punto di vista delle tre “R”, e cioè ridurre, riutilizzare e riciclare) di quest’anno, hanno visto Toyota e Toyota Tsusho Corporation aggiudicarsi il “Prime Minister’s Prize 2013”.

Toyota, insieme alla  Sumitomo Electric Industries, ha inoltre ottenuto il premio speciale “Rare Metal Recycling Award” (assegnato dalla Japan Environmental Management Association for Industry e annunciato l’11 ottobre scorso in occasione degli “Awards for Resources Recirculation Technologies and Systems”) per aver realizzato un sistema per il recupero del tungsteno.

Toyota è stata uno dei primi costruttori nel settore Automotive ad aver affrontato in maniera concreta la questione dello smaltimento dei veicoli. Nel 1970 il brand, insieme alla Toyota Tsusho Corporation, ha infatti fondato la Toyota Metal Co. Ltd., il primo impianto di smaltimento mai realizzato da un costruttore automobilistico. Le 17 aziende riconducibili al gruppo Toyota (incluse TMC e la Toyota Tsusho Corporation), che da sempre prendono in seria considerazione la questione dello smaltimento delle vetture, hanno sviluppato per questo un ampio ventaglio di soluzioni per il recupero dei materiali di cui un’automobile è composta.

Recentemente Toyota si è inoltre imposta come leader nel recupero delle componenti dei sistemi ibridi. Al 30 settembre 2013, le vendite globali di vetture ibride Toyota e Lexus hanno raggiunto un totale di 5,7 milioni di unità.

Oltre a questo, Toyota è diventata anche il primo costruttore a impegnarsi nel recupero del nichel-metal idruro (NiMH) e dei magneti utilizzati per la realizzazione delle batterie, confermando così la sostenibilità dei sistemi ibridi, già dimostrata attraverso la capacità di ridurre le emissioni di CO2 ed i consumi di carburante.

Riutilizzo e riciclaggio della batterie al NiMH

Dal 1998 a oggi, Toyota ha recuperato le batterie al nichel-metal idruro di circa 30.000 veicoli, pari a circa l’80% delle vetture ibride rottamate in Giappone. Fino a poco tempo fa da queste batterie poteva essere recuperato soltanto l’acciaio  inossidabile. Recentemente, però, grazie alla collaborazione con la Sumitomo Metal Mining Co. Ltd., sono stati sviluppati nuovi sistemi per il recupero del nichel che nel  2010 hanno permesso lo sviluppo di un nuovo business incentrato sul riutilizzo di questo elemento chimico per la realizzazione di nuove batterie al NiMH.

Nel 2012 Toyota è diventata il primo costruttore automobilistico a sviluppare una tecnologia capace di sfruttare le vecchie batterie al NiMH per poi riutilizzarle all’interno di sistemi di alimentazione ricaricabili.

Recupero delle componenti magnetiche

Nel 2012 Toyota ha creato il primo sistema al mondo per il riutilizzo del neodimio e del disprosio, due metalli rari impiegati nella realizzazione dei magneti, con lo scopo di sfruttare in maniera ottimale le ormai insufficienti risorse naturali disponibili sul pianeta.

Toyota sta lavorando inoltre al recupero dei metalli rari utilizzati sui veicoli convenzionali. Nel 2010 il brand ha collaborato con la Sumitomo Electric Industries per il recupero del tungsteno, un elemento utilizzato per la produzione di utensili in acciaio. Ad oggi, questa collaborazione ha consentito il riutilizzo di 75 tonnellate di tungsteno.

Iniziative Toyota nell’ambito della produzione sostenibile

1970 Nasce la Toyota Metal Co. Ltd., per lo smaltimento sostenibile delle vetture a fine ciclo di vita • Primo costruttore a creare un’azienda per il riciclo dei veicoli

• Circa 6,5 milioni di vetture riciclate tra il 1972 e il 2012

1975 Nasce la Toyota Chemical Engineering Co. Ltd., per il trattamento e il recupero dell’olio da taglio utilizzato negli impianti Toyota Fondata dalla Toyota Tsusho Corporation: 30.000 m3 di olio trattati e riciclati tra il 2008 e il 2011
1985 Nasce la Toyotsu Recycle Corporation, per il recupero dei metalli preziosi contenuti nei catalizzatori Fondata dalla Toyota Tsusho Corporation: circa 16 milioni di catalizzatori riciclati tra il 1985 e il 2012
1992 Nascita del Toyota Environment Committee Presieduto dal Presidente TMC
1996 Inizia in Giappone il riciclaggio dei paraurti Circa 10 milioni di componenti riciclate tra il 1996 e il 2012
1998 Creazione dell’impianto di riciclaggio Automobile Shredder Residue (ASR) • Situato presso la Toyota Metal Co. Ltd.

• Primo impianto al mondo dedicato al recupero dei residui da frantumazione

• I residui sono stati convertiti in materiali fonoassorbenti inseriti su 22 milioni di vetture tra il 1998 e il 2012

Inizia in Giappone la raccolta e il riciclo della batterie al NiMH presenti sulle vetture ibride Circa 30.000 batterie raccolte tra il 1998 e il 2012
2001 Nascita dell’ “Automobile Recycle Technical Center” Situato presso la Toyota Metal Co. Ltd.: primo costruttore a fondare un istituto indipendente di ricerca sulle operazioni di riciclo
Nascita della Ecoline Corporation, un network per la gestione delle componenti usate Fondata dalla Toyota Tsusho Corporation: gestione di circa 200.000 ricambi l’anno
Introduzione di un sistema di E-commerce per ricambi Toyota a disposizione dei distributori giapponesi Circa 600.000 componenti vendute tra il 2001 e il 2012
2003 Formulazione della Toyota Recycling Vision Definizione dei target per il 2015
Lancio del modello “Raum” Impiego del brevetto Toyota “Design

for Recycling” (DfR)

Primo impiego di materiali plastici biodegradabili Primo costruttore al mondo
2005 Inizia il recupero dell’alluminio presso gli impianti di produzione Toyota 13 impianti nel mondo: circa 2,5 milioni di tonnellate riciclate tra il 2005 e il 2012
2007 Le operazioni di riciclaggio coinvolgono il 95% dei veicoli -
2009 Introduzione dei sistemi di riciclaggio in tutti i paesi con modelli ibridi sul mercato Toyota punta allo sviluppo di sistemi di raccolta di batterie al NiMH oltreoceano
2010 Inizio delle attività di riciclaggio delle batterie al NiMH Primo costruttore al mondo
Lancio del sistema di riciclaggio per il tungsteno Primo costruttore al mondo: circa 75 tonnellate riciclate tra il 2010 e l’agosto 2013
2011 Le operazioni di riciclaggio coinvolgono il 99% dei veicoli -
2012 Lancio del sistema di riciclaggio dei magneti Primo costruttore al mondo
2013 Riutilizzo delle batterie al NiMH all’interno di sistemi di alimentazione ricaricabili Primo costruttore al mondo
Lancio della nuova “Sai” ibrida 20% delle componenti in Plastica Ecologica e materiali in resina riciclati
Toyota vince il “JEMAI Rare Metal Recycling Award” Primo costruttore Automotive a vincere il premio
Toyota vince il “Prime Minister’s Prize” all’interno dei “3R Awards” Primo costruttore Automotive a vincere il premio

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 3R Awards

Lascia una risposta

 
Pinterest