Gordon Murray con Yamaha per l’elettrica

Gordon Murray con Yamaha per l’elettrica

22 nov, 2013

Yamaha Motiv si rivela partner della City Car di

Di Antony Ingram
Fonte:  GreenCarReports
20 novembre 2013. Non hai mai avuto occasione di mantenere davvero un grande segreto?

Riguardo l’ingegnere dell’automotive Gordon Murray, conoscendo da molto tempo uno dei più grandi clienti interessato al suo di processo di produzione dell’ ad alta efficienza, non è stato in grado di rivelarla a tutti noi.

Ora il segreto è uscito ufficialmente allo scoperto. Annunciato al , Yamaha si rivela essere la prima azienda ad adottare iStream e lo userà per costruire la piccola city car Motiv – la concorrente vera più vicina alla Smart Fortwo che il mercato abbia mai visto.

L’auto in sé è un pò diversa dai concept T.25 e T.27 rivelati attraverso , anche se Gordon Murray stesso ha detto in precedenza che le altre vetture erano in lavorazione, con progetti su misura per le società che adotteranno loro.

Le due vetture precedenti da città avevano un layout da tre posti ispirati dal lavoro di Murray sulla supercar McLaren F1 e anche un baldacchino frontale a cerniera, ma il veicolo di Yamaha è più convenzionale – con posti a sedere fianco a fianco e due porte convenzionali.

Mentre il veicolo è ancora un concept in questa fase, Yamaha assicura che l’auto è leggera ma estremamente rigida e resistente.

È dotata di sospensioni indipendenti sulle quattro ruote, un layout di trazione posteriore ed una carrozzeria aerodinamica – e deve essere divertente da guidare come implica la competenza nel settore moto di Yamaha. Infatti, coloro che hanno guidato i primi prototipi T.25 e T.27 dicono che le auto si sentono molto più vivaci rispetto le attuali Smart Fortwo.

La scelta del motore è ancora aperta – ma entrambe le opzioni a benzina ed elettrico potrebbero essere esplorate poichè il processo iStream di Murray permette in alloggiari entrambi. Il concept del veicolo è elettrico e pesa solo 1609 libbre.

Il concept iStream si appronta ad essere la star dello show, riducendo notevolmente i costi ed i tempi associati alla costruzione di un veicolo, mentre la costruzione della struttura tubolare lo rende quasi infinitamente adattabile.

Come riporta Autocar, Murray descrive la partnership – che ha avuto inizio nel lontano 2008 – come “un sogno” , aggiungendo che la Yamaha “ha completamente abbracciato i principi della iStream”.

Autocar suggerisce anche che l’auto, se verrà prodotta, dovrebbe essere venduta a circa la stessa cifra di una Smart, che riflette una posizione semi-premium del mercato. La produzione finale è confermata anche se questa decisione non è nelle mani di Murray.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: gordon murray gordon murray design iStream tokyo motor show

Lascia una risposta

 
Pinterest