E’Mobile al Salone di Ginevra

E’Mobile al Salone di Ginevra

19 feb, 2013

Alto potenziale di crescita per i veicoli elettrici

Presenza dell’Associazione E’Mobile al Salone di Ginevra 2013 (Hall 5, Stand 5141)

Fonte: E’Mobile

Berna, Svizzera. 13 febbraio 2013. L’Associazione E’Mobile avrà un proprio stand al Salone di Ginevra per la ventesima volta, uno stand sostenuto dall’Ufficio Federale dell’Energia e il suo programma . Con veicoli esposti come la , il , la Toyota Prius Plug-In Hybrid e la Honda Jazz, lo stand E’Mobile del Salone dell’Auto di Ginevra, che si terrà dal 7 al 17 Mazo 2013, è ancora una volta sotto il segno della mobilità elettrica. Ciò è ulteriormente sottolineato dalla presenza di varie stazioni di ricarica Alpiq e GreenMotion, così come il progetto “” del Gruppo E. Inoltre, , l’Associazione per l’elettrotecnica, le tecnologie energetiche e l’informazione, fornirà informazioni sui propri servizi per la sicurezza elettrica. L’elettromobilità sarà al centro dei lavori nelle presentazioni da parte dei partner presenti nello stand E’Mobile al Future Mobility Forum.

Il motore elettrico sviluppato nel progetto , che è particolarmente efficiente in termini di energia e costi, celebrerà la sua prima mondiale. E ‘adatto sia per i veicoli ibridi che per quelli elettrici.

Quest’anno, SvizzeraEnergia focalizza l’attenzione sulla CheckEnergieAuto. Lanciato nel mondo degli elettrauto, si spiega come i driver possono risparmiare carburante e quindi denaro, mantenendo il proprio veicolo in modo corretto.

Associazione E’mobile – punto centrale di contatto per le informazioni sui veicoli efficienti

Questa è già la ventesima volta che l’associazione E’Mobile ha un proprio stand al Salone di Ginevra. Lo stand comune, nel quale viene esposta una selezione di veicoli ad alta efficienza energetica di propulsori alternativi, è sempre stata sostenuta dall’Ufficio Federale dell’Energia. Per dieci anni, lo stand si trova nel cuore del padiglione 5 e accoglie SvizzeraEnergia, che fornisce informazioni sull’efficienza delle automobili nella suo spazio etichetta-energia.

Attraverso l’opuscolo EcoCars 2013, che contiene una panoramica del mercato di oggi, e di altre pubblicazioni, E’Mobile fornisce informazioni neutrali riguardo le diverse tecnologie. Inoltre, si illustra ai visitatori le nuove tecnologie dei motori e dei combustibili, restando neutrale rispetto alle marche.

Mercato svizzero: incoraggiante

Nel 2012, le autovetture con propulsori alternativi hanno raggiunto una quota di mercato del 2,6%, che è un nuovo record. I veicoli ibridi rappresentano il 2,2% da soli. Tuttavia, sono i veicoli “plug-in” quelli che sono cresciuti maggiormente rispetto all’anno precedente. In questa categoria rientrano i veicoli esclusivamente elettrici, veicoli elettrici con motore a combustione che funzionano come range extender e veicoli ibridi plug-in. Se si aggiungono i veicoli a motore di piccole dimensioni e gli autocarri leggeri, il numero di nuove immatricolazioni è più che raddoppiato rispetto al 2011.

Attualmente, l’equilibrio ecologico, in particolare dei veicoli elettrici, è oggetto di intense discussioni. Materiali specifici utilizzati per questi motori e le batterie sono temi di discussioni. La loro rimozione e il riciclaggio, ad esempio, gli aspetti legati al litio stanno diventando sempre più importante con il crescente numero di veicoli.

SafeDrive – un motore elettrico senza terre rare

Inoltre, l’industria sta lavorando per ridurre o addirittura eliminare l’uso di alcuni materiali, quali le terre rare. Tale motore celebrerà la sua prima mondiale presso lo stand dell’Associazione E’Mobile. Particolarmente efficiente in termini di energia, è stato sviluppato da un consorzio di imprese europee di piccole e medie dimensioni nel quadro del progetto SafeDrive. Non usa materie prime costose ed è senza terre rare. L’Unione europea sostiene questo progetto nel quadro del programma di ricerca del 7 ° PQ. Questo motore dovrebbe economicamente essere vantaggioso per entrambe le auto elettriche ed ibride.

Soluzione di mobilità con la Renault ZOE

Nel campo delle auto elettriche pure, Renault ha acquisito nel 2012 una quota di mercato del 33%, il che rende il marchio numero uno in Svizzera, in questa categoria. Renault sta ora lanciando la vettura elettrica Zoe per l’uso quotidiano. Ha cinque posti a sedere, un cofano di grandi dimensioni e un’autonomia di fino a 210 km. A Ginevra, Renault dimostra con questa vettura, che è possibile utilizzare sistemi diversi per ricaricare le batterie – dalla stazione di ricarica a casa alla stazione di ricarica rapida per le distanze di viaggio di certa importanza.

Toyota Prius Plug-In

Quasi 3.000 veicoli ibridi Toyota sono stati registrati in Svizzera nel 2012, il che rende questo marchio il leader indiscusso nel mercato delle ibride. Di questi 3000 veicoli, 53 erano Prius Plug-In, un modello lanciato in Svizzera nel settembre 2012. Si può viaggiare durante circa 20 km in modo puro elettrico e le batterie al litio possono essere ricaricate da una presa elettrica. La ricarica può essere fatta in modo lento, attraverso la ricarica di casa che è inclusa nel prezzo del veicolo. Inoltre, tutti i concessionari Toyota in Svizzera (più di 220) sono dotati di un HCD di carica (Home Charge Device) dalla fine del 2012. Per i clienti che hanno acquistato una Prius Plug-in la carica è addirittura gratis.

La gamma di veicoli in mostra presso lo stand dell’Associazione E’Mobile  è completata dalla Honda Jazz Hybrid. Si tratta di un ibrido parallelo, che è stato il più venduto in Svizzera, nel 2012, con un migliaio di unità. Questo ibrido parallelo IMA (Integrated Motor Assist) è composto da un motore da 1,3 litri per la fonte principale di energia ed un motore elettrico ultra sottile, ed il pacco batterie leggero e compatto, il tutto abbinato a un cambio automatico a variazione continua (CVT). I dati della Jazz Hybrid segnalano un consumo medio di 4,5 litri per 100 km ed emissioni di CO2 di 104 g per chilometro.

Protoscar Lampo3 – un laboratorio su ruote

Banco di studio e sviluppo di sistemi di propulsione elettrici ad elevata efficienza energetica, Protoscar illustra alcuni esempi di strategie e di ingegneria che sono stati sviluppati sulla base di prove pratiche. Grazie alla proficua collaborazione con partner di diversi settori, le idee innovative sono testate e messe in pratica. Il prototipo Lampo3, che è dotato di una carica veloce a doppia interfaccia, mostra i grandi vantaggi della ricarica rapida del sistema svizzero EVite.

Nuove stazioni di ricarica Ltd.

L’azienda Green Motion con sede a Losanna presenta a Ginevra la nuova stazione di ricarica «». Come tutti i prodotti Green Motion è progettato per funzionare in rete ed ha caratteristiche d’avanguardia come il controllo di carica a seconda dello stato della rete elettrica o del roaming tra gli operatori. Con questo nuovo modello è possibile caricare contemporaneamente due veicoli da 3,7 kW a 44 kW e supporta tutti i formati delle prese che ci sono sul mercato.

Infrastrutture di ricarica Alpiq E-Mobility per veicoli elettrici

Alpiq AG E-Mobility dispone di una vasta gamma di sistemi per la ricarica semplice e sicura di veicoli elettrici. Partner nel settore automobilistico ed energetico, è dotato di un dispositivo di carica iniziale (HCD) per il privato e il caricabatterie pubblico veloce (PFC) per il settore pubblico. È anche possibile vedere presso lo stand il concept di “Smart Home” infrastruttura intelligente che unisce l’impianto fotovoltaico di potenza e la mobilità elettrica.

Gruppo E lancia “Move”

Ai primi di febbraio, il Gruppo E ha lanciato con il sostegno di SvizzeraEnergia della rete regionale di ricarica “Move” con il sistema di pagamento con carta. Anche questo c’è nello stand dell’Associazione E’Mobile e nel Forum la mobilità del futuro in occasione del Salone di Ginevra. È una rete di undici stazioni pubbliche di ricarica disponibili 24 ore su 24, che si trovano nella zona servita dal gruppo E per l’alimentazione. Dieci altri terminali sono previsti nel 2013.

L’accesso avviene tramite una scheda RFID o dati di accesso trasmessi da texting con fatturazione forfettaria.

SvizzeraEnergia presenta CheckEnergieAuto

SvizzeraEnergia presenta CheckEnergieAuto, che viene ora offerto dalle officine. Sviluppato dall’Union professionnelle suisse de l’automobile, permette di ridurre il consumo di carburante fino al 20%, abbattendo sia la quantità di CO2 emessa ed i costi del carburante. Il controllo di CheckEnergieAuto include il monitoraggio della pressione dei pneumatici, il controllo del buon funzionamento del climatizzatore, l’indicazione dell’inutile peso morto trasportato e la scelta corretta di olio motore e dei pneumatici. Un concorso permette di vincere il CheckEnergieAuto gratis ed altri premi.

Electrosuisse SEV Associazione per l’elettrotecnica, le tecnologie energetiche e l’informazione

Electrosuisse offre una vasta gamma di servizi per il settore del ramo elettrico. Esso mira a promuovere la produzione e l’uso di energia elettrica che unisce la sicurezza, l’affidabilità, l’efficienza e la compatibilità ambientale. Inoltre, l’associazione promuove gli interessi dell’economia svizzera nel settore dell’ingegneria elettrica con gli organismi internazionali di normalizzazione e di certificazione. Nel campo della mobilità elettrica, offre vantaggi in termini di sicurezza elettrica, come i controlli e la formazione.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Electrosuisse emobile Green Motion Honda Jazz Hybrid move Network Two protoscar lampo3 renault zoe SafeDrive salone ginevra SvizzeraEnergia toyota prius plug in

Lascia una risposta

 
Pinterest