Emissioni zero assolute come obiettivo norvegese

Emissioni zero assolute come obiettivo norvegese

11 ago, 2015

L’obiettivo della è cheh tutte le nuove vetture commercializzate entro il 2025 siano ad emissioni zero

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

4 Agosto 2015. Con varo del regolamento definitivo dell’EPA per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica dalle centrali elettriche, la scena americana è pronta per una grande battaglia riguardo se e come eventuali emissioni di carbonio negli Stati Uniti possono essere limitate.

Nel frattempo, c’è la Norvegia.

, un membro del Parlamento, come presidente del Comitato permanente per l’energia e l’ambiente, ha detto alla conferenza EV8 a Portland la scorsa settimana, che il Paese è impegnato a ridurre le emissioni di carbonio e sta portando avanti una serie di politiche mirate proprio a questo.

Il discorso di Elvenstuen era tranquillamente ispiratore, presentando metodicamente i dati e le misure necessarie per ridurre le emissioni di carbonio che la Norvegia ha intrapreso.

Nella sua presentazione, “Le politiche EV in Norvegia: Trasformazione del mercato per le energie rinnovabili”, ha sottolineato il ruolo fondamentale delle auto elettriche nel taglio delle emissioni di carbonio dal trasporto.

Norvegia può essere unica nella sua capacità di trarre vantaggio dalle auto elettriche; il paese genera già il 97 per cento della sua elettricità da fonti rinnovabili, in gran parte idroelettrica. In altre parole, ha già delle emissioni molto basse di carbonio per la produzione dell’elettricità.

Ma, Elvestuen ha sottolineato, che bisogna tagliare in entrambe le direzioni. Non ci sono centrali elettriche a carbone o gas naturale che possono essere convertite alle fonti rinnovabili.

Quindi, per tagliare le emissioni di carbonio del 40 per cento rispetto ai livelli del 1990 in soli 15 anni, una grande porzione della riduzione deve venire dai trasporti , che rappresenta un terzo delle emissioni di carbonio totali del Paese.

Di conseguenza, la città di (che ospita 1,4 milioni dei 5,1 milioni di cittadini della Norvegia) si propone di diventare “un esempio per il mondo” nella riduzione delle emissioni di gas serra dal trasporto.

Camminare, andare in bicicletta e nei mezzi pubblici vengono prima, naturalmente, ha detto Elvestuen. Ma i veicoli privati sono un fatto della vita, e quindi devono fare la loro parte.

Gli obiettivi sono semplici:

Tutti i veicoli comunali saranno elettrici entro il 2015

Tutti i mezzi pubblici saranno privi di alimentazione de combustibili fossili entro il 2020

Tutti i taxi saranno a zero emissioni entro il 2022

Quasi il 100 per cento delle nuove auto vendute saranno a emissioni zero entro il 2025

Per abilitare questa trasformazione, alle auto elettriche sono stati concesse un enorme menù di incentivi.

Dal punto di vista finanziario, non vi è alcuna tassa di circolazione (o quota di iscrizione), non c’è l’imposta sulle vendite, nessuna imposta sul valore aggiunto, e l’imposta sulle auto delle società è inferiore.

Parcheggio pubblico gratuito; pedaggi sulle strade, ponti e tunnel e sono free; il trasporto nei traghetti è gratuito; e la ricarica pubblica è gratuita. Le auto elettriche possono anche viaggiare in corsie riservate agli autobus urbani.

Tutto questo sta funzionando. La Norvegia ha già la più alta percentuale di auto elettriche per abitante, e quest’anno, quasi una su cinque nuove auto vendute in Norvegia è elettrica (18,4 per cento a partire da giugno).

Le vendite di auto elettriche sono raddoppiate ogni anno per tre anni e da giugno, il 2,1 per cento (ovvero 54.000 unità) dei 2,5 milioni di veicoli della Norvegia erano elettrici.

 

Le vendite di auto elettriche in Norvegia, 2007-2014

 

(Una cifra comparabile per gli Stati Uniti sarebbe di circa 5 milioni di auto elettriche. In realtà, la popolazione totale delle auto plug-in degli Stati Uniti si sta avvicinando a 350.000)

 

Con questo tipo di moto, Elvestuen ha detto che il paese può vedere un futuro in cui verranno soddisfatti i suoi obiettivi e in effetti l’impronta di carbonio dal trasporto in Norvegia può essere ridotta drasticamente.

Poiché il numero di auto elettriche crescono, gli incentivi saranno gradualmente in diminuzione.

Attualmente, ha detto, il controllo di accesso alle corsie preferenziali dei bus alle auto elettriche è stato circoscritto ai quartieri di Oslo, che possono limitarle, se l’impatto sui programmi dei bus diventa troppo grande come è già successo in un settore della città.

Nel frattempo, i bus elettrici sono in servizio da poco e il leggendario settore navale del paese ha appena lanciato il suo primo traghetto elettrico – un settore nel quale la Norvegia può portare importanti cambiamenti, ha detto Elvestuen, dal momento che il paese non produce automobili.

L’obiettivo della keynote di Elvestuen è chiaro: Norvegia è seriamente intenzionata a tagliare le sue emissioni di carbonio del 40 per cento.

Esso ha individuato le sue circostanze uniche, messo a punto un piano per elettrificare il trasporto, e lo sta attuando rapidamente.

Se solo fosse così semplice in Nord America.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: norvegia Ola Elvestuen oslo

Lascia una risposta

 
Pinterest