Debutto positivo di New Mobility World a Francoforte

Debutto positivo di New Mobility World a Francoforte

2 ott, 2015

“La piattaforma ha coinvolto importanti marchi nel suo debutto al Salone di Francoforte”

Più di 22.000 test drive di Pedelec e scooter elettrici

1.200 visitatori hanno fatto i test drive sul percorso all’aperto

Il creatore di New Mobility World è molto soddisfatto con il debutto

Fonte: New Mobility World

 

Francoforte, Germania. 27 Settembre 2015. Come aveva previsto il Presidente di VDA , il 66esimo  International Motor Show () di Frankfurt, è stato un successo completo, e New Mobility World ha dato un contributo sostanziale a questo risultato.

“Abbiamo riposizionato IAA come un grande, fondamentale, forum internazionale per il megatrend del networking della mobilità e la digitalizzazione”, ha detto Wissmann.

Mentre all’inizio dell’anno i temi della digitalizzazione e l’automotive dovevano essere coperti separatamente in due diversi spettacoli negli Stati Uniti – il CES di Las Vegas e il Detroit Auto Show – nell’IAA entrambi sono stati legati insieme per la prima volta in un unica fiera. Con i circa 30.000 metri quadrati ” New Mobility World”, un nuovo spazio espositivo creato per questo scopo nel padiglione 3.1 e nello spazio aperto F12. Più di 180 espositori provenienti da una vasta gamma di settori – dalle piccole start-up, come Qucit e la prossima Parkjockey, alle società globali come Flex, Siemens, Samsung e Deutsche Telekom – si sono presentati presso la sede.

L’età media del visitatore IAA aveva 34 anni quest’anno – quindi ben al di sotto dell’età media della popolazione tedesca. Il pubblico del Salone di Francoforte era tre anni più giovane di quanto non fosse nel 2013. Ciò dimostra che l’auto eccita i giovani – soprattutto quando sono collegati ad uno smartphone. New Mobility World ha anche capitalizzato queste tendenze con le sue numerose possibilità di prova. Sui percorsi prova al coperto e all’aperto, i visitatori hanno potuto sperimentare circa 60 diverse pedelec, e-bike e scooter. Più di 9.000 le persone interessate si sono registrati per test drive con le biciclette e gli scooter elettrici. In tutto, più di 22.000 test drive sono stati effettuati – inclusi quelli con gli scooter elettrici. La risposta ha superato tutte le aspettative.

“L’alimentazione elettrica a due ruote è apparentemente quello che completa l’automobile”, ha detto Wissmann. IAA ha avuto 920.000 visitatori – un aumento del 5 per cento, pari a 40.000 visitatori.

Uwe Ansorge, CEO di CommCode e ideatore di New Mobility World, che ha organizzato come un progetto congiunto con la VDA, ha visto i risultati molto positivamente.

“Il nostro obiettivo era quello di assemblare i più importanti temi della mobilità in un unico luogo per sostenere il dialogo e la cooperazione tra una vastissima gamma di settori. I nostri espositori e partner hanno molto apprezzato questo durante le giornate della stampa e quelle degli esperti, oltre che nei giorni aperti ai visitatori “, ha detto.

L’attenzione di New Mobility World era su cinque serie di temi:. “Connected Car”, “Automated guida”, “E-Mobility”, “mobilità urbana”, e “servizi di mobilità”.

Le piccole start-up e fornitori di servizi di mobilità sono stati in grado di partecipare come espositori in otto parchi a tema. Ansorge era anche molto felice nei giorni di apertura al pubblico.

“I temi di New Mobility World hanno raggiunto un gran numero di visitatori privati, che erano molto curiosi e interessati a scoprire nuove forme di mobilità.”

Gli espositori di nuove soluzioni di mobilità inclusi fornitori di car-sharing, hanno fatto il giro di condivisione di piattaforme, un parking-sharing e applicazioni che semplificano l’accesso ai servizi di mobilità ed al parcheggio. Grandi folle riuniti nella E-gallery, dove 19 veicoli elettrici ed ibridi in regolare produzione all’interno di una gamma di automobili sono stati esposti. Hanno incluso tutto, dai modelli di lusso come l’Audi Q7 e-tron, la BMW i8 e il 500e Mercedes S, fino ai veicoli di piccole e mid-range, come la Ford Focus elettrica, la Nissan Leaf e la Kia Soul EV.

New Mobility World è stato sede di numerosi eventi di alto livello da parte dell’industria e del mondo politico. Ad esempio, Wissmann ed Hessen hanno incontrato il ministro dell’Economia Tarek Al-Wazir accolto più di 500 rappresentanti della stampa e gli espositori al Media Night.

Alla successiva discussione sugli attuali sviluppi nel settore della mobilità, Philipp Justus, amministratore delegato di Google per la Germania, Austria e Svizzera, ha sottolineato che Google non è una casa automobilistica e non intende diventarlo. Invece semplicemente vorrebbe sviluppare tecnologie per le automobili.

Il giorno dopo, al Forum Esecutivo, , il padre della , ha spiegato le enormi sfide di guida in rete e automatizzata.

“La fusione dell’automobile è il più emozionante sviluppo del nostro tempo”, ha detto Urmson. , CEO di PSA Peugeot Citroën, ha sottolineato l’importanza di questo sviluppo in termini di sicurezza del traffico. “La guida automatizzata aumenterà drammaticamente la sicurezza”, ha detto.

Il punto più alto degli oltre 200 eventi è stata la riunione dei ministri dei trasporti del G7 il 17 settembre nel forum New Mobility World, dove Violeta Bulc e Günther Oettinger, i commissari dell’UE per Trasporti e le infrastrutture digitali, rispettivamente, erano presenti.

, il ministro tedesco dei Trasporti e delle Infrastrutture digitale, ha aperto ufficialmente il New Mobility World, sottolineando che le persone alla mostra stano “vivendo da vicino ciò che muoverà il mondo di domani. Quando vedete ciò che viene esposto, avrete un’idea di come in modo dinamico il mondo sta cambiando.

“Ha anche espresso un obiettivo chiaro. La Germania deve diventare il fornitore leader guida in rete e il primo mercato del settore. Quattro giorni dopo, Oettinger è stato ospite ad un simposio organizzato congiuntamente dalla IG Metall e VDA. In quell’occasione, ha sottolineato l’importanza della digitalizzazione per l’industria automobilistica. Alla luce delle enormi quantità di dati che dovranno essere elaborati in tempo reale nel futuro, ha richiesto la creazione di un nuovo mercato interno digitale. “L’Europa non può accettare zone morte. Non avrei preferito buche di zone morte, se abbiamo intenzione di plasmare il futuro “, ha detto il commissario Ue.

Sul percorso esterno, circa 1.200 sonos stati i partecipanti che hanno guidato in veicoli di prova equipaggiati da impianti Bosch, Continental e ZF. In quattro diverse stazioni, hanno sperimentato da vicino come gli ultimi sviluppi nei sistemi di assistenza alla guida supportano i driver in situazioni pericolose. Tra questi sistemi c’erano in parte quelli autonomi che assistono con frenata d’emergenza, prevenzione delle colisioni, avviso di svolta a sinistra e protezione al conducente ed altri nel traffico. Oltre ai ministri dei trasporti del G7, il primo ministro della Turingia ha raccolto personalmente le informazioni sui sistemi di assistenza alla guida durante la sua visita il 25 settembre, ed è stato entusiasta dei test drive.

“Sul percorso all’aperto New Mobility World, si può vedere il futuro al lavoro”.

Altri due membri del governo federale tedesco – il e il Dr. , Ministro Federale dell’Istruzione e della Ricerca – hanno personalmente imparato a conoscere le novità che erano in esposizione.

Le attività di fatto hanno avuto un’impressione molto positiva sul Wissmann:

“E’ stata la decisione giusta strategica di avere tutti i protagonisti presenti al New Mobility World e iniziare un dialogo interdisciplinare. Questa piattaforma è unica in tutto il mondo. Ha coinvolto importanti marchi al suo debutto al Salone di Francoforte. Sono sicuro che continueremo su questa strada anche in futuro”.

 

In English

Positive debut of New Mobility World  at IAA

 

“The New Mobility World platform earned glowing marks at its debut at IAA”

Successful conclusion of the New Mobility World at the IAA

More than 22,000 test drives with pedelecs and electric scooters

1,200 visitors ride along on test drives on the outdoor course

New Mobility World originator Uwe Ansorge is very satisfied with its debut

Source: New Mobility World

 

Frankfurt am Main, Germany. September 27. As VDA President Matthias Wissmann sees it, the 66th annual International Motor Show (IAA), which is concluding today, was a complete success, and New Mobility World made a substantial contribution to it.

“We have repositioned the IAA as the large, pivotal, international forum for the megatrend of mobility networking and digitization,” Wissmann said.

While early in the year digitization and automotive topics had to be covered separately at two different shows in the United States – the CES in Las Vegas and the Detroit Auto Show – the IAA tied them both together at a single trade fair for the first time. With the approximately 30,000-square-meter “New Mobility World,” a completely new exhibition area was created for this purpose in Hall 3.1 and the F12 open space. More than 180 exhibitors from a wide range of sectors – from small startups such as Qucit, next and Parkjockey, to global corporations such as flex, Siemens, Samsung and Deutsche Telekom – presented themselves at the venue.

The average age of the IAA visitor was 34 years old this year – thus well below the average age of the German population.

The IAA’s audience was three years younger than it was in 2013. That shows that cars excite young people – especially when they are linked to a smartphone. New Mobility World also capitalized on these trends with its numerous test opportunities. On the indoor and outdoor course, visitors were able to test about 60 different pedelecs, e-bikes and scooters. More than 9,000 interested persons registered for test drives with electric bicycles and scooters. In all, more than 22,000 test drives – including those with the electrified scooters – were taken. The response surpassed all expectations.

“The electrically powered two-wheeler is apparently supplementing the automobile,” Wissmann said.

The IAA had 920,000 visitors – a 5 percent increase, amounting to 40,000 visitors.

Uwe Ansorge, CEO of CommCode and originator of New Mobility World, which he organized as a joint project with the VDA, viewed the results very positively.

“Our goal was to assemble the most important mobility topics in one place to support dialog and cooperation between an extremely wide range of sectors. Our exhibitors and partners greatly appreciated this during the press and expert visitor days,” he said.

At New Mobility World, the focus was on five sets of themes: “Connected Car,” “Automated Driving,” “E-Mobility,” “Urban Mobility,” and “Mobility Services.” Small startups and providers of mobility services were able to participate as exhibitors in eight theme parks. Ansorge was also very happy with the days open to the general public.

“New Mobility World’s themes also reached a great many private visitors who were very curious and interested in discovering new forms of mobility.”

The exhibitors of new mobility solutions included providers of car-sharing, ride-sharing platforms, parking-sharing and apps that simplify access to mobility and parking services. Large crowds gathered in the E-gallery where 19 regular-production hybrid electric vehicles from a range of automakers were on display. They included everything from luxury models such as the Audi Q7 e-tron, the BMW i8 and the Mercedes S 500e, all the way to small and mid-range vehicles such as the Ford Focus Electric, the Nissan Leaf and the Kia Soul EV.

New Mobility World was a venue for many high-caliber events from industry and the political world. For example, Wissmann and Hesse Economics Minister Tarek Al-Wazir welcomed more than 500 press representatives and exhibitors to Media Night. At the subsequent discussion on current developments in the mobility sector, Philipp Justus, Google’s managing director for Germany, Austria and Switzerland, stressed that Google is not an automaker and does not intend to become one. Instead it is simply developing technologies for cars. The next day, at the Executive Forum, Chris Urmson, the father of the Google Car, explained the enormous challenges facing networked and automated driving.

“The merging of the automobile and IT is the most exciting development of our time,” Urmson said. Carlos Tavares, CEO of PSA Peugeot Citroen, stressed the importance of this development in terms of traffic safety. “Automated driving will dramatically increase safety,” he said.

The high point of the more than 200 events was the meeting of the G7 transportation ministers on September 17 in the New Mobility World forum, where Violeta Bulc and Günther Oettinger, the EU commissioners for Transportation and Digital Infrastructure, respectively, were present.

Alexander Dobrindt, Germany’s minister of Transportation and Digital Infrastructure, officially opened New Mobility World, stressing that people at the show were “experiencing up-close what will move the world of tomorrow. When you see what is being exhibited, you get a feel for how dynamically the world is changing.”

He also expressed a clear goal: Germany should become the leading provider of networked driving and the top market for it. Four days later, Oettinger was a guest at a symposium jointly organized by IG Metall and VDA. On that occasion, he stressed the importance of digitization to the automobile industry. In light of the enormous quantities of data that will have to be processed in real time in the future, he called for the creation of a joint digital domestic market.

“Europe cannot accept dead zones. I would rather have potholes than dead zones if we are going to shape the future,” the EU commissioner said.

On the outdoor course, about 1,200 participants rode along in test vehicles equipped by Bosch, Continental and ZF. At four different stations, they experienced up-close how the latest developments in driver assistance systems support drivers in dangerous situations.

They included partly autonomous systems assisting with emergency braking, evasion and left turns and protecting the driver and others in traffic. In addition to the G7 transportation ministers, Thuringia’s prime minister personally gathered information on driver assistance systems during his visit on September 25, and was enthusiastic about the test drives.

“On the New Mobility World outdoor course, you can see the future at work.”

Two other members of the German federal government – Vice Chancellor Sigmar Gabriel and Dr. Johanna Wanka, the federal minister of Education and Research – personally learned about the innovations that were on exhibit.

The activities made a very positive impression on VDA President Wissmann:

“It was the right decision strategically to have all the key players present themselves at New Mobility World and begin an interdisciplinary dialog. This platform is unique worldwide. It earned glowing marks for its debut at the IAA. I’m sure that we will continue on this path in the future.”


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alexander Dobrindt carlos tavares CEO CommCode CEO PSA Peugeot Citroën Chris Urmson google car iaa internationale automobile ausstellung Johanna Wanka Matthias Wissmann Ministro Federale Istruzione e Ricerca ministro trasporti new mobility world Presidente VDA salone francoforte Uwe Ansorge Vice Cancelliere Sigmar Gabriel

Lascia una risposta

 
Pinterest