BMW al Salone di Francoforte

BMW al Salone di Francoforte

31 ago, 2013

Un’era nuova dell’elettromobilità: la 3

Fonte: BMW Italia

Monaco di Baviera, Germania. 29 agosto 2013. Il mondo e il settore della mobilità individuale stanno vivendo una profonda fase di trasformazioni ecologiche, economiche e sociali. Numerosi sviluppi globali, come il cambiamento climatico, la penuria delle risorse naturali e la crescente urbanizzazione esigono delle soluzioni nuove. BMW i elabora queste soluzioni. Il brand è sinonimo di concetti automobilistici del futuro, di design creativo e di un’interpretazione nuova del termine premium, definito essenzialmente attraverso la sostenibilità.

La , la prima automobile di serie di BMW i, offre mobilità a emissioni zero in un’automobile premium, regalando il puro piacere di guida. Il primo modello ad alimentazione esclusivamente elettrica del BMW Group crea delle possibilità completamente nuove e innovative di muoversi nel traffico urbano con piacere di guida, sostenibilità e collegati in rete. Il design futuristico della esprime con autenticità sia la tipica sportività delle vetture BMW che l’efficienza offerta dai quattro posti. Il suo innovativo concetto automobilistico, con l’abitacolo in materiale sintetico rinforzato in fibra di carbonio (CFRP), abbina leggerezza, stabilità e sicurezza a un’abitabilità straordinaria.

Grazie ai sistemi di assistenza del guidatore e ai servizi di mobilità di BMW ConnectedDrive e i servizi di 360° ELECTRIC, sviluppati per BMW i, la mobilità ad emissioni zero diviene un’affascinante esperienza giornaliera nell’ambiente urbano.

Il motore elettrico della BMW i3 eroga una potenza di punta di 125 kW/170 CV e una coppia massima di 250 Newtonmetri, trasmettendo la potenza alle ruote posteriori attraverso un cambio a rapporto unico. L’elettromotore ottiene la propria energia dalle celle di una batteria agli ioni di litio, integrata nel sottoscocca. Il baricentro notevolmente abbassato, dovuto alla configurazione (bassa e centrale) dell’unità delle batterie, e la ripartizione equilibrata delle masse tra gli assi contribuiscono ulteriormente all’agilità e maneggevolezza della vettura. Nel traffico giornaliero la batteria offre un’autonomia massima di 130 – 160 chilometri; l’approvvigionamento di energia elettrica viene assicurato da una normale presa di corrente di casa, dalla BMW i Wallbox oppure da una stazione pubblica di carica.

BMW i: un brand nuovo, un’interpretazione nuova di premium

In qualità di casa automobilistica premium di maggiore successo del mondo, il BMW Group assumerà anche in futuro un ruolo di leader e di pioniere nello sviluppo di soluzioni di mobilità individuale.

Grazie al lavoro di ricerca e di sviluppo avviato già nel 2007 nell’ambito di project i, sono state create le basi per delle soluzioni di mobilità sostenibile che considerino i cambiamenti su scala mondiale in campo ecologico, economico e sociale.

L’indispensabile equilibrio tra le esigenze personali e le richieste globali di mobilità viene raggiunto dal BMW Group attraverso un approccio olistico, che trova la propria espressione nel nuovo marchio BMW i.

BMW i è sinonimo di vetture e di servizi di mobilità innovativi il cui carattere premium viene definito con coerenza attraverso la loro sostenibilità.

La BMW i3, il primo modello di serie del nuovo brand, offre una mobilità ad emissioni zero in un’automobile premium.

La BMW i3 è la prima vettura elettrica premium del mondo disegnata sin dall’inizio per questa forma di propulsione.

Il risultato è un’automobile che trasmette il tipico piacere di guida di una BMW, senza tuttavia produrre delle emissioni e regalando una gioia finora mai raggiunta in una vettura ad alimentazione elettrica.

Oltre all’architettura unica della vettura, realizzata con la struttura LifeDrive e l’abitacolo realizzato in CFRP, il modulo in alluminio per il propulsore, la batteria e lo chassis, il BMW Group ha progettato, nell’ambito di BMW eDrive, l’elettromotore, l’elettronica di potenza e la batteria agli ioni di litio ad alte prestazioni.

Così, anche nella BMW i3 il caratteristico piacere di guida è una caratteristica di prodotto fondamentale.

L’utilizzo su larga scala del CFRP, materiale leggero, di lunga durata e resistente, è unico nella produzione di grande serie di un’automobile.

Grazie all’ottimizzazione della massa, la BMW i3 non pesa di più di un’analoga vettura equipaggiata con sistema di propulsione tradizionale e serbatoio di carburante pieno.

Il suo peso a vuoto secondo la norma DIN è di 1195 chilogrammi, inclusa la batteria ad alte prestazioni che assicura sia delle performance sportive che un’autonomia adeguata alla guida di tutti i giorni.

Design futuristico come espressione di agilità, innovazione e sostenibilità

L’architettura LifeDrive e la tecnica di propulsione BMW eDrive permettono elevati livelli di libertà al design, così che risulti caratteristico quanto la sensazione di spaziosità e l’esperienza di guida regalate dalla BMW i3.

Grazie a una lunghezza della scocca di 3 999, a una larghezza di 1 775 e a un’altezza di 1 578 millimetri, la BMW i3 si presenta con delle proporzioni indipendenti che con il loro dinamismo e la loro compattezza accentuano l’agilità della vettura nel traffico urbano.

Anche gli sbalzi corti del muso e della coda non lasciano insorgere dubbi sull’’agile comportamento di guida della BMW i3.

Delle ampie superfici vetrate lasciano apparire la vettura leggera e, insieme alle strutture visibili in carbonio, riflettono il peso contenuto dell’automobile.

L’utilizzo del CFRP per l’abitacolo, un materiale leggero e contemporaneamente particolarmente rigido, ha consentito di sopprimere i montanti B, così da rendere più confortevole l’accesso ad entrambe le file di sedili.

Uno degli stilemi caratteristici delle automobili BMW i è la cosiddetta Black Belt che avvolge la vettura dal cofano anteriore, passando per il tetto, fino alla coda. Un altro elemento di design nato dal particolare linguaggio formale di BMW i è l’andamento delle linee laterali, definito Stream Flow, che genera nella sezione posteriore una superficie vetrata più ampia, così da intensificare la sensazione di spaziosità all’interno.

Una minigonna muscolosa, la nuova interpretazione del doppio rene BMW come unità chiusa e dei gruppi ottici avvolti da archi luminosi alimentati da unità a LED caratterizzano la vista frontale della BMW i3.

Le luci posteriori, realizzate anche esse con unità a LED, sembrano essere sospese nel grande cofano posteriore, realizzato completamente in vetro.

Le portiere ad apertura contrapposta e la soppressione dei montanti B e del tunnel centrale delle automobili tradizionali hanno permesso alla BMW i3 di offrire un livello di abitabilità e di libertà di movimento incredibilmente elevato, soprattutto in relazione alle dimensioni esterne.

L’andamento delle linee e la lavorazione delle superfici nella zona del cockpit e dei pannelli interni delle porte supportano la sensazione di leggerezza e di moderna funzionalità.

La selezione dei materiali – un mix di pelle, legno e lana lavorati al naturale e di materie prime rinnovabili e riciclate – permette che le caratteristiche premium della BMW i3 siano non solo esteticamente visibili, ma anche percepibili al tatto.

La BMW i3 è equipaggiata con sedili in materiale leggero dotati di schienali particolarmente sottili.

Una posizione di seduta leggermente rialzata ottimizza la vista durante la guida in città. Il selettore di marcia e il comando start/stop sono riuniti in un elemento di comando comune, montato sul piantone dello sterzo.

Sia la strumentazione combinata che il Control Display da 6,5 oppure 8,8 pollici del sistema di comando iDrive sono realizzati come display a isola.

Per la vernice esterna della BMW i3 sono disponibili due colori pastello e quattro tinte metallizzate che formano un contrasto marcato con la Black Belt.

In alternativa all’equipaggiamento di serie Atelier, l’allestimento interno può venire adattato alle preferenze personali del cliente attraverso le linee di equipaggiamenti Loft, Lodge e Suite.

L’equipaggiamento di serie della BMW i3 include il sistema di comando iDrive e la radio Professional, un dispositivo di viva voce per il telefono, un impianto di climatizzazione, il Park Distance Control con sensori integrati nella coda, il riscaldamento a fermo e un bagagliaio dal volume variabile.

Il collegamento in rete attraverso una carta SIM integrata e l’ampia integrazione dello smartphone attraverso USB e Bluetooth, inclusa la BMW i Remote App, sono anche parte dell’equipaggiamento di serie.

Alcuni esempi di optional disponibili: il sistema di navigazione, luci adattive a LED, il tetto in vetro ad azionamento elettrico, il climatizzatore automatico, il riscaldamento per i sedili, Comfort Access e numerose soluzioni di BMW ConnectedDrive.

Ulteriori optional sono il range extender e i sistemi di assistenza del guidatore, come Driving Assistant Plus, Park Assistant, la telecamera di retromarcia e la Speed Limit Info.

Architettura LifeDrive e BMW eDrive: il cammino coerente per raggiungere il piacere di guida con il motore elettrico

Il vero piacere di guidare offerto dalla BMW i3 è il risultato di un concetto portato avanti con coerenza.

Gli ingegneri BMW sono riusciti a creare il connubio ideale per la mobilità urbana tra peso della vettura, prestazioni di guida ed autonomia. Tutto questo grazie all’architettura LifeDrive e alla tecnologia BMW eDrive.

L’utilizzo del materiale leggero CFRP per l’abitacolo compensa il peso della batteria agli ioni di litio. Grazie alla ripartizione equilibrata delle masse tra gli assi nel rapporto 50:50, la posizione bassa e centrale dell’accumulatore di energia favorisce l’agilità della vettura.

L’elettromotore, montato in prossimità dell’asse posteriore condotto, offre delle caratteristiche prestazionali uniche in questa tipologia di motori, assicurando la migliore trazione possibile.

I cerchi in lega fucinati a peso ottimizzato di serie da 19 pollici della BMW i3 sono estremamente resistenti alla torsione.

Essi sono dotati di pneumatici dalla misura 155/70 R 19 che possiedono una resistenza al rotolamento ridotta.

Le dimensioni speciali delle gomme, relativamente sottili, determinano una combinazione ideale di resistenza aerodinamica ottimizzata e di superficie di appoggio adatta alla guida dinamica in curva. Come optional vengono offerti anche dei cerchi in lega da 20 pollici.

Le caratteristiche di guida della BMW i3 sono contraddistinte da una maneggevolezza su misura per la guida in città.

L’erogazione lineare di potenza dell’elettromotore e la taratura rigida dell’assetto, lo sterzo ad alta precisione e il diametro di sterzata decisamente piccolo di 9,86 metri creano un’interpretazione di elettromobilità tipica di BMW.

L’elettromotore genera una potenza di 125 kW/170 CV e una coppia massima di 250 Newtonmetri, disponibile immediatamente al momento dell’avviamento da fermo.

La potenza specifica e la rapidità di risposta dell’elettromotore dal peso di solo 50 chilogrammi raggiungono un livello finora unico nel campo dell’elettromobilità.

La costruzione specifica dell’elettromotore sincrono, sviluppato appositamente per la BMW i3, determina un’erogazione di potenza lineare fino ai campi di regime superiori.

La BMW i3 accelera da 0 a 100 km/h in 7,2 secondi. Per l’accelerazione da 0 a 60 km/h la vettura impiega solo 3,7 secondi.

L’intensiva esperienza di guida è anche il risultato del One-Pedal-Feeling della BMW i3, configurato dagli ingegneri di motoristica del BMW Group. Nel momento in cui il guidatore rilascia il pedale dell’acceleratore viene attivata immediatamente la modalità di recupero di energia. L’elettromotore passa dalla funzione di alimentazione a quella di generatore, invia la corrente alla batteria agli ioni di litio, producendo contemporaneamente un effetto frenante controllabile dal guidatore con la massima precisione. La potenza di recupero dipende dalla velocità e, a velocità superiori, viene realizzato un “sailing” il più efficiente possibile, mentre a basse velocità il risultato è un elevato effetto frenante.

Nella guida giornaliera, la batteria agli ioni di litio dona alla BMW i3 un’autonomia di 130 – 160 chilometri. Nel modo ECO PRO l’autonomia è potenziabile di circa 20 chilometri e nel modo ECO PRO+ di ulteriori 20 chilometri. A richiesta, la BMW i3 è equipaggiabile con un range extender che durante la guida mantiene costante il livello di carica della batteria agli ioni di litio non appena esso è calato sotto un determinato valore. Questa funzione la svolge un motore bicilindrico a benzina da 25 kW/34 CV montato sopra l’asse posteriore, vicino al motore elettrico.

L’autonomia massima nella guida giornaliera aumenta così a circa 300 chilometri.

Sicurezza ottimale: protezione in ogni situazione

Analogamente a una vettura con struttura a telaio, il concetto LifeDrive è composto da due moduli indipendenti, separati orizzontalmente.

Il modulo Drive, cioè lo chassis in alluminio, forma la base stabile della BMW i3 e accoglie la batteria, il propulsore, riunendo in una struttura unica le funzioni strutturali e di protezione fondamentale anticrash.

Il modulo Life è composto essenzialmente da un abitacolo in CFRP altamente resistente ed estremamente leggero.
In combinazione con la ripartizione intelligente delle forze, l’abitacolo ad alta resistenza crea le premesse per offrire una protezione ottimale degli occupanti.

Anche in caso di un crash in offset alla velocità di 64 km/h, il materiale estremamente rigido assicura ai passeggeri uno spazio di sopravvivenza intatto.

Un ulteriore livello di sicurezza viene messo a disposizione dalle strutture attive anticrash in alluminio della sezione anteriore e posteriore del modulo Drive.

La deformazione della scocca risulta inferiore a quella di comparabili carrozzerie in lamiera di acciaio.

La straordinaria capacità di assorbimento energetico del CFRP si lascia osservare particolarmente bene nelle prove di crash con un palo e negli scenari di urto laterale.

Nonostante le forze di notevole entità, in parte ad impatto puntuale, il materiale subisce solo delle deformazioni minime. Di queste eccellenti proprietà trae profitto anche la batteria ad alta tensione.

Nella prova di urto laterale il palo non penetra fino alla batteria.

BMW ConnectedDrive: la prima vettura elettrica del mondo collegata completamente in rete

La BMW i3 è la prima vettura elettrica al mondo collegata completamente in rete. In nessun’altra automobile lo scambio d’informazioni tra la vettura, il suo guidatore e l’ambiente esterno raggiunge un livello comparabile.

Nella BMW i3 gli affidabili servizi di BMW ConnectedDrive nella loro nuova versione, presentata nel 2013, verranno messi a disposizione attraverso una carta SIM integrata fissa nella vettura.

I servizi di navigazione sviluppati appositamente per l’elettromobilità completano le offerte già conosciute, come i Concierge Services e la chiamata di soccorso avanzata.

Inoltre, grazie alla BMW i Remote App, il guidatore potrà scambiare in qualsiasi momento delle informazioni sulla vettura utilizzando il suo smartphone. Oltre alla navigazione per pedoni, per esempio per il percorso dal parcheggio alla destinazione finale e ritorno, BMW ConnectedDrive offre anche una guida a destinazione intermodale, unica su scala mondiale, che include nella pianificazione di mobilità anche i collegamenti offerti dai trasporti pubblici locali.

L’obiettivo del collegamento in rete intelligente: il massimo piacere di guida in un’automobile che a livello locale funziona a emissioni zero.

I servizi speciali di BMW ConnectedDrive sviluppati appositamente per BMW i si concentrano sulla navigazione e sulla gestione energetica.

L’assistente di autonomia accompagna la pianificazione del percorso e la guida.

Se la destinazione selezionata nel sistema di navigazione si trova al di fuori del raggio di autonomia della vettura, il guidatore viene supportato attraverso la proposta di guidare nel modo ECO PRO oppure ECO PRO+, oppure attraverso il calcolo di un percorso alternativo a maggiore efficienza.

Nel caso in cui si rendesse necessaria una ricarica a una stazione di carica pubblica, il sistema visualizza al guidatore le stazioni disponibili in zona.

Il sistema di navigazione della BMW i3 offre inoltre un’indicazione dinamica dell’autonomia che informa il guidatore con un altissimo grado di precisione, di attualità e di affidabilità sulle possibilità di raggiungere la sua destinazione con le riserve di energia disponibili.

Il calcolo considera tutti i fattori che influenzano l’autonomia.

Il calcolo avviene su un server BMW e viene trasmesso al sistema di navigazione attraverso la carta SIM montata nella vettura.

La rappresentazione dell’autonomia è particolarmente chiara e viene visualizzata sul display centrale d’informazione nella cartina di navigazione sotto forma di un cerchio (cosiddetta ragnatela dell’autonomia).

Nella BMW i3 anche il collegamento in rete tra guidatore e vettura si eleva a una dimensione completamente nuova. L’applicazione ufficiale BMW ConnectedDrive Remote App di BMW i mette a disposizione sullo smartphone del cliente i dati della vettura utili per la pianificazione della mobilità.

Se la BMW i3 è collegata a una stazione di carica o alla BMW i Wallbox, l’alimentazione di energia è controllabile dallo smartphone.

Anche l’impianto di climatizzazione e il riscaldamento della batteria ad alta tensione sono attivabili a distanza.

E, infine sarà possibile trasmettere delle destinazioni di navigazione dallo smartphone alla vettura.

L’applicazione indica al guidatore le stazioni di carica libere ed occupate e se esse si trovano nel raggio di autonomia momentaneo della vettura. In più, per la BMW i3 saranno disponibili numerosi innovativi sistemi di assistenza del guidatore di BMW ConnectedDrive, sviluppati appositamente per aumentare il comfort e la sicurezza nella mobilità urbana.

L’optional Driving Assistant Plus comprende l’avvertimento di rischio di tamponamento con funzione frenante che reagisce sia a vetture che precedono che ferme che a persone, come anche l’Active Cruise Control con funzione Stop & Go.

In caso di necessità, il sistema è in grado non solo di emettere degli avvertimenti acustici e ottici, ma anche di frenare automaticamente la vettura fino alla massima decelerazione possibile.

Il Park Assistant, offerto come optional, esegue le manovre di sterzo, in più comanda il pedale dell’acceleratore, del freno e la selezione della marcia, così da manovrare la BMW i3 in modo completamente automatico in un parcheggio parallelo alla strada.

Come integrazione del Park Distance Control (PDC), di serie, con sensori integrati nella coda, per la BMW i3 verrà offerta una telecamera di retromarcia.

Ulteriori sistemi di assistenza di guida saranno l’assistente di guida in colonna e la Speed Limit Info.

Approccio olistico: 360° ELECTRIC come soluzione completa per l’approvvigionamento di energia e per la mobilità

L’obiettivo a livello di autonomia era di permettere al cliente della BMW i3 di coprire il tipico fabbisogno energetico attraverso due, al massimo tre processi di carica alla settimana.

Gli studi eseguiti nell’ambito di project i, con oltre 1000 utilizzatori e circa 20 milioni di chilometri, hanno dimostrato che la distanza media percorsa ogni giorno è di circa 45 chilometri.

In alternativa alla Wallbox offerta da BMW i può venire utilizzata anche la presa di corrente di casa.

Per soddisfare le richieste personalizzate dei propri clienti nel campo dell’approvvigionamento elettrico e della pianificazione della mobilità, BMW i ha messo a punto un ampio pacchetto di prodotti e di servizi intitolato 360° ELECTRIC.

Il ventaglio di servizi varia dall’installazione della BMW i Wallbox nel garage del cliente ad offerte specifiche di approvvigionamento con energia di fonti rinnovabili, fino alla carta di ricarica che assicura un utilizzo confortevole dell’infrastruttura di carica pubblica e dei servizi supplementari di assistenza di BMW ConnectedDrive.

Nel caso in cui non fosse possibile soddisfare una richiesta di mobilità attraverso il concetto automobilistico della BMW i3, 360° ELECTRIC offre le soluzioni Flexible Mobility, con vetture alternative della gamma di modelli di BMW e di DriveNow.

Nuovi concetti di vendita per la mobilità individuale

BMW i non è solo sinonimo di un’interpretazione nuova di mobilità premium.

La vendita dei prodotti e dei servizi BMW i avverrà in mercati selezionati attraverso un innovativo modello multicanale.

Oltre ai concessionari, la distribuzione verrà realizzata anche attraverso una rete vendita mobile esterna, (inoltre) un Customer Interaction Center (CIC) e via Internet.

Tutti i canali di vendita saranno collegati in rete tra di loro.

Indipendentemente dal canale selezionato e sia che si tratti di un’operazione di acquisto che di leasing, il contratto verrà stipulato sempre con la BMW AG e non, come di consuetudine, con il concessionario.

Nella fase iniziale, i modelli BMW i verranno offerti da poco più del dieci percento dei concessionari BMW.

Sostenibilità lungo l’intera catena di valore aggiunto

Il carattere rivoluzionario della BMW i3 è il risultato di un concetto olistico che origina nella sostenibilità ed è composto da numerosissime soluzioni tecniche che complessivamente garantiscono il massimo livello di efficienza.

Tuttavia, l’approccio Next Premium simbolizzato da BMW i non si ferma alle caratteristiche del prodotto finale: anche nella selezione dei materiali, nella produzione, lungo la catena dei fornitori e nel riciclaggio vengono adottati dei processi unici dal punto di vista della sostenibilità nel settore automobilistico.

La produzione del motore elettrico e dell’accumulatore di energia della BMW i3 avvengono all’interno della rete di produzione globale del BMW Group.

Nei suoi stabilimenti produttivi di Dingolfing e Landshut, nella Bassa Baviera, l’azienda ha creato una rete di competenze di elettromobilità.

Nello stabilimento BMW di Dingolfing vengono costruiti la batteria, il cambio e la struttura in alluminio del modulo Drive della BMW i3; nello stabilimento BMW di Landshut vengono prodotti i componenti in CFRP del modulo Life e gli elementi del rivestimento esterno in materiale sintetico, così come parti estruse del cockpit della BMW i3.

La strategia di lightweight design messa a punto per le automobili BMW i, cioè la realizzazione dell’architettura della vettura attraverso l’impiego di materiali leggeri si distingue essenzialmente per l’impiego del materiale high-tech CFRP, leggero, anticorrosivo e altamente resistente agli urti.

Componenti in CFRP dalle proprietà comparabili ad elementi in acciaio pesano circa il 50 percento meno.

Il BMW Group assume un ruolo di avanguardia anche in questo campo: non solo nell’utilizzo dell’innovativo materiale, ma anche nella produzione e nella trasformazione del CFRP.

Sostenibile con coerenza, anche nella produzione

La produzione della BMW i3 definisce dei parametri di riferimento nuovi a livello di tutela ambientale. Rispetto ai valori medi di efficienza, già estremamente elevati, della rete mondiale di produzione del BMW Group, a Lipsia il consumo di energia è del 50 percento inferiore e il consumo d’acqua del 70 percento inferiore.

La corrente elettrica per la produzione di automobili BMW i nello stabilimento di Lipsia è di origine esclusivamente eolica, dunque proviene al cento percento da materie prime rinnovabili.

A questo scopo, per la prima volta in Germania nell’area di uno stabilimento automobilistico sono stati costruiti degli impianti eolici per l’approvvigionamento diretto dell’energia necessaria per la produzione. Anche nella produzione delle fibre di carbonio a Moses Lake l’energia necessaria per la produzione viene ottenuta esclusivamente dalla forza idrica locale, dunque da energia rinnovabile ed è al 100 percento esente da CO2.

BMW i raggiunge così un obiettivo definito già nella fase iniziale del progetto: rispetto la World Green Car of the Year 2008, la BMW 118d, la BMW i3 ha un potenziale di gas serra ridotto di un terzo.

Se il cliente utilizza la BMW i3 con delle energie rinnovabili, il potenziale di gas serra cala addirittura al 50 percento.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: BMW i bmw i3 iaa salone francoforte

Lascia una risposta

 
Pinterest