Barche all’ITIS Piana: la tesi di Simone

Barche all’ITIS Piana: la tesi di Simone

18 ago, 2013

La tesi di all’ITIS Piana di Lovere

di Marcelo Padin
Direttore Editoriale Electric Motor News

Lovere (BG). Italia. 17 agosto 2013. Tra le diverse attività alle quali ha partecipato Electric Motor News con la barca solare Davide costruita da Senofonte Ambrosini, c’è stata quella di contribuire con le classi 5a meccanica meccatronica ed energia e la 5C elettrotecnica dell’ITIS Piana di Lovere, per lo sviluppo di un progetto legato alle imbarcazioni ecologiche.

Di queste classi, due ragazzi in particolar modo hanno continuato con il lavoro – Simone Morandi e – ed uno di loro, Simone, ci ha inviato un’email con le foto del progetto finale e del rispettivo modellino in scala ed un ringraziamento particolare.

Dice Simone Morandi testualmente nella sua email indirizzata alla redazione di Electric Motor News:

“Ciao Marcelo, vista la tua partecipazione e il tuo appoggio durante questi anni ho pensato di inviarti il mio progetto completo con la foto della copertina del libro che ho scritto per la tesi con i ringraziamenti.

È stato un lungo lavoro ma mi ha dato una grande soddisfazione, sono stato ripagato per i miei sforzi”.

Nella pagina dei ringraziamenti della Tesi di Simone, ci sono i Prof. e ,

“per il sostegno ed i preziosi insegnamenti conferiti in questi anni”, c’è l’Arch. Davide Fortini e l’Associazione CALOPICOS che propose lo sviluppo del progetto e si legge anche testualmente: “vorrei esprimere la più sincera gratitudine a Marcelo Padin, Direttore del programma Electric Motor News, per l’appoggio e la sua presenza”.

Simone Morandi non dimentica le persone più care in assoluto dal punto di vista personale ed in fondo alla pagina dei ringraziamento cita testualmente:

“Infine ringrazio la mia famiglia e la mia fidanzata che mi hanno sostenuto durante questi anni di studio”

 

Il progetto in sintesi

Il progetto è nato da una proposta da parte di CaLoPiCos che voleva permettere ai ragazzi giovani di concepire un metodo alternativo per navigare rispettando l’ambiente.

Inizialmente il progetto ha interessato le classi 4A meccanica meccatronica ed energia e 4C elettronica ed elettrotecnica dell’ITIS Piana di Lovere.

Durante l’anno scolastico 2011/2012 si è lavorato principalmente per concepire i concetti base della nautica e sono stati elaborati dei primi schizzi a mano di quello che poteva essere effettivamente il modello ideale. Successivamente, Simone Morandi ha deciso di lavorare a casa e imparare da autodidatta la modellazione complessa in Autodesk Inventor Professional.

Dopo molto studi e modifiche, Simone ha creato lo scafo ideale ed ha ultimato il suo primo prototipo che è stato presentato a Castro durante la fiera di Festa ed ambiente nel 2012.

La classe di elettronica ha presentato invece il sistema di comando auto assistito del motore dell’elica, costruendo una struttura dimostrativa con i pedali ed il sistema elettrico.

Durante l’anno 2012/2013 Simone Morandi ha deciso di portare in tesi il progetto che aveva elaborato l’anno precedente, riprogettando quindi tutta la trasmissione ed il sistema elettrico di comando della barca che doveva sostituire quello progettato dalla classe di elettronica.

Infine, Simone ha allargato gli spazzi ed ha dedicato molto tempo alla ricostruzione dei componenti superiori dell’imbarcazione utilizzando forme fluide e un nuovo design.

Il progetto è stato completato a maggio con un libro intitolato NATANTE A PROPULSIONE UMANA SOLARE ED ELETTRICA ed una tavola rappresentante il progetto completo.

Lo stesso anno Simone Morandi ha fornito tutti i disegni costruttivi a Mattia Bertoli ed insieme hanno predisposto un metodo di costruzione di un modello 1:5.

Quindi in sintesi Simone Morandi ha progettato la barca e successivamente Mattia Bertoli ha costruito un prototipo, con la stretta collaborazione del Prof. Ing.Nico Rinaldi il quale insegna meccanica e macchine ed il Prof.Ing.Giovanni Rigotti che insegna: sistemi ed automazioni, tecnologia meccanica.

Bravo Simone…!!!

Il Direttore di Electric Motor News può semplicemente dire di essere fiero di aver collaborato in tutti i modi possibili in questo progetto e di aver ottenuto un risultato importante.

In un periodo in cui è luogo comune “demonizzare” i giovani per diversi comportamenti, questa è la dimostrazione che i giovani ragazzi posso dare tanto alla difficile società in cui viviamo attualmente.

Come dice Gianni Morandi nella sua canzone… “Uno su mille c’è la fa”… e sarà un caso che Simone si chiami anche Morandi di cognome, ma stà di fatto che tra tanti ragazzi che hanno iniziato il progetto ed hanno visitato la nostra barca solare…. Simone Morandi e Mattia Bertoli sono arrivati all’importante traguardo.

Grazie Simone, da parte di Electric Motor News… ma anche da parte di tutti coloro che ci tengono a dare un contributo per migliorare la mobilità, rendendola più amica dell’ambiente.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: giovanni rigotti itis piana Lovere mattia bertoli nico rinaldi simone morandi

Lascia una risposta

 
Pinterest