19a Conferenza ed Esposizione Europea sulla Biomassa

19a Conferenza ed Esposizione Europea sulla Biomassa

7 giu, 2011

19a Conferenza ed Esposizione Europea sulla Biomassa

: “La biomassa è vitale per qualsiasi strategia efficace per la riduzione delle emissioni di CO2″, intende aumentare il suo uso 5 volte entro il 2015 e 10 volte entro il 2020

Vattenfall: “la sostenibilità non è una nicchia da conquistare, ma è una condizione preliminare per le imprese”

: l’aumento dei costi delle tecnologie avanzate di produzione dei biocarburanti rispetto ai combustibili fossili saranno nel range di soli +/- 1% della spesa totale dei costi del carburante nei prossimi quarant’anni.

, Germania. 7 giugno 2011 – Vattenfall ha l’ambizione di ridurre le proprie emissioni di CO2 dagli attuali 90 milioni di tonnellate all’anno a 65 milioni di tonnellate entro il 2020 e l’uso della biomassa è una pietra miliare della strategia di Vattenfall per raggiungere questo obiettivo, anzi il piano di crescita dell’azienda prevede un aumento di 5 volte l’uso della biomassa entro il 2015 e un aumento di 10 volte entro il 2020.

Parlando nel corso della 19a Conferenza ed Esposizione Europea sulla Biomassa, Hans Dieter Hermes, Direttore del Business Development di Vattenfall, ha presentato la visione della società per il futuro uso della biomassa nelle sue centrali a livello mondiale. “La questione non è se ci sia abbastanza biomassa per coprire la domanda futura, ma piuttosto in quale parte del mondo c’è la biomassa che può essere usata in modo sostenibile”, ha detto Hermes, mostrando come in base a recenti studi sulla biomassa, il potenziale nel mondo per il 2020 è di 3 volte superiore alla domanda di biomassa prevista per l’elettricità. Infatti “la sostenibilità non è una nicchia da conquistare, ma è una precondizione per il business”, ha detto Hermes, annunciando un accordo recentemente firmato tra Vattenfall e il Senato di Berlino per l’utilizzo di biomassa da fonti sostenibili.

Anche se la competitività economica della biomassa è ancora negativa in confronto al carbone in assenza di misure di sostegno, in futuro il costo combinato del carbone, più i diritti di emissione di CO2 è pronta ad aumentare considerando che il costo di approvvigionamento della biomassa diminuirà; questa è uno dei le ragioni che supportano la strategia a lungo termine dell’azienda riguardo la biomassa. Tuttavia in questo momento un quadro stabile e affidabile del sostegno pubblico è ancora fondamentale per sostenere questa transizione verso una fornitura di energia elettrica a basse emissioni di carbonio. La co-combustione di biomassa al 10% in centrali a carbone vorrebbe dire 30 TWh/anno di elettricità rinnovabile e potrebbe contribuire a ridurre di oltre 30 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 all’anno solo in Germania.

IEA Technology Roadmap per i biocarburanti

L’AIE Technology Roadmap for Biofuels vede uno scenario di disponibilità di biocarburanti per autotrazione per un quarto dei trasporti nel mondo entro il 2050, passando da una qil uota attuale del 2%. Parlando nel corso della 19a Conferenza ed Esibizione Europea sulla Biomassa, Anselm Eisentraut, International Energy Agency (IEA) ha evidenziato alcuni dei principali risultati della recente pubblicazione dell’AIE Technology Roadmap per i biocarburanti.

Lo scenario dei biocarburanti secondo l’AIE può evitare emissioni di gas serra per un totale di 2,1 miliardi di tonnellate nel settore dei trasporti a livello globale entro il 2050; da quel momento i paesi non-OCSE rappresentano il 70% del consumo totale di biocarburanti a livello mondiale; questo significa che gli scambi saranno vitali per la fornitura di biomassa e dei combustibili alle regioni con una forte domanda di biocarburanti avanzati e sarà necessario sostenere questa crescente domanda, anche se si prevede di raggiungere la parità di costo con i combustibili fossili solo nel 2030. Tuttavia, anche con più elevati costi di produzione i costi elevati rispetto ai combustibili fossili saranno nel range di soli +/- 1% della spesa totale dei costi del carburante nei prossimi quarant’anni.

La domanda di terreni per i biocarburanti potrebbe vedere un aumento dai 30 milioni di ettari da oggi a 100 milioni di ettari nel 2050, con oltre a 1 miliardo di tonnellate di residui. La pressione sul terreno per la fornitura di 32 exajoules di biocarburanti nel 2050, potrebbe essere attenuata attraverso l’implementazione di opzioni a basso rischio per la produzione di materie prime come l’uso dei residui e dei rifiuti e la promozione della biomassa a cascata ed all’allestimento delle bioraffinerie.

Il rapporto raccomanda l’adozione di criteri di sostenibilità per i biocarburanti allineati a livello internazionale, ma evidenzia anche che le questioni della sostenibilità sono rilevanti per l’intero settore agricolo così a lungo termine, poichè tutti i prodotti agricoli e forestali devono essere certificati.

Nelle sue osservazioni conclusive, Eisentraut raccomandato che un quadro stabile della politica a lungo termine è essenziale per i biocarburanti che collegano incentivi economici per le prestazioni di sostenibilità dei biocarburanti.
Sfondo Evento della BC & E UE

Da oltre 30 anni ormai, l’European (European BC&E) è diventata una rinomata conferenza scientifica internazionale con una mostra dell’industria. Dal 2007 la Conferenza ed Esposizione si svolge ogni anno. Il BC European & E si tiene in varie sedi in tutta Europa e si colloca sulla parte superiore di eventi leader mondiali nel settore della biomassa.

Questo evento è supportato da organizzazioni europee e internazionali quali la Commissione Europea, il BMU, il Ministero federale tedesco per l’ambiente, la conservazione della natura e la sicurezza nucleare, l’UNESCO – United Nations Educazione, la Scienza e la Cultura, Scienze Naturali Settore, WCRE – il Consiglio Mondiale per l’energia rinnovabile, EUBIA – l’European Biomass Industry Association, il programma energetico tedesco per l’impiego della biomassa e di altre organizzazioni.

La conferenza è co-finanziata dal Ministero federale tedesco per l’ambiente, la conservazione della natura e della sicurezza nucleare sulla base di un atto del parlamento tedesco, nel quadro della National Climate Initiative.

Il 19 ° Conferenza ed Esibizione Europea sulla Biomassa è organizzata da WIP-Energie Rinnovabili con il sostegno internazionale di ETA-Florence Energie Rinnovabili e il supporto scientifico della Commissione Europea, DG Centro Ricerca.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: berlino Biomass Conference and Exhibition iea vattenfall

Lascia una risposta

 
Pinterest