Nissan: aggiornamenti sul terremoto e le attività

Nissan: aggiornamenti sul terremoto e le attività

17 mar, 2011

Aggiornamenti sul in Giappone e sugli impianti e le attività di in Europa

Fonte: Nissan

Rolle, Svizzera. (17 marzo 2011) – Riportiamo l’ultimo aggiornamento sugli impatti alle attività di Nissan in Europa a seguito del terremoto in Giappone. Tutte le notizie già comunicate sono riepilogate nel presente documento alla data odierna e verranno aggiornate puntualmente all’evolversi della situazione.

Dipendenti

- Quasi tutti i dipendenti di Nissan che si trovavano in viaggio per lavoro presso la sede in Giappone sono rientrati ai loro paesi d’origine. Per i pochi viaggiatori di Nissan Europa rimasti nel paese è previsto il rientro non oltre il 19 marzo.

- Abbiamo confermato la sicurezza di tutti i dipendenti distaccati in Giappone e delle loro famiglie, rimanendo con loro in stretto contatto. Attualmente tutti i viaggi di lavoro in Giappone sono stati sospesi. Nissan è consapevole che un certo numero di governi nazionali ha raccomandato ai loro cittadini di lasciare l’area metropolitana di Tokyo o del Giappone. Nissan sta lavorando con ciascun dipendente europeo per verificare le proprie scelte personali e sarà completamente a sostegno della loro decisione di rimanere o di rientrare.

Attività a sostegno dei soccorsi ai terremotati

- In risposta al devastante terremoto e maremoto che ha gravemente danneggiato il Giappone, Nissan Europa donerà contributi per 1 milione di dollari di contributi in contanti e in natura per sostenere gli aiuti a supporto dell’emergenza terremoto.

- I contributi complessivi di Nissan a livello globale raggiungeranno oltre 3,75 milioni di dollari (400 milioni di Yen) in contanti e in natura. Questo importo include il milione di dollari (80 milioni di Yen) donato dalla Nissan Europa, le donazioni aziendali globali e regionali, il raddoppio delle donazioni dei dipendenti, nonché la fornitura di 50 veicoli per sostenere le agenzie di aiuto nelle zone più colpite del Giappone.

Sedi / Produzione

- Tutti gli impianti di produzione di Nissan Europa rimangono operativi e continueranno ad operare secondo il piano di produzione fino a nuovo avviso.

- Sebbene tutti gli impianti danneggiati in Giappone, ad eccezione della fabbrica di motori di Iwaki, siano stati ripristinati mediante la riparazione delle strutture e/o attrezzature, è ancora necessario del tempo per organizzare la consegna delle parti di ricambio dai nostri fornitori.

- Per quanto riguarda la fabbrica di motori di Iwaki, a causa del protrarsi delle forti scosse di assestamento nella regione, le attività di restauro richiedono più tempo rispetto alle altre fabbriche.

Il nostro programma delle attività di produzione sarà il seguente:

- Le fabbriche di Oppama, Tochigi, Yokohama e Nissan Shatai hanno sospeso le operazioni fino a domenica 20 Marzo. (Nota: parte della fabbrica di Yokohama ha ripreso ad operare il 13 marzo)

- Gli impianti di Kyushu e Nissan Shatai Kyushu riprendono la produzione rispettivamente oggi giovedi 17 marzo e domani venerdì 18 marzo, fino ad esaurimento scorte. Tuttavia sono ancora da valutare le operazioni da sabato 19 marzo.

- Le fabbriche di Fuji e Fujinomiya della JATCO, che produce trasmissioni, hanno riportato danni parziali agli edifici e alle attrezzature. Le operazioni sono state sospese e i danni sono in corso di valutazione.

Fornitura dei veicoli/ Impatti sulla Produzione Europea

Nissan Europa non prevede alcun impatto a breve termine sulle vendite o sulla disponibilità dei veicoli, grazie a:

- Una forte presenza produttiva europea, che fornisce circa l’80 per cento dei veicoli venduti nella regione.

- Scorte di veicoli sufficienti a soddisfare le vendite e le consegne ai clienti per almeno 6 settimane.

- Adeguate forniture già in viaggio per l’Europa per proseguire la produzione.

A causa delle interruzioni di approvvigionamento in Giappone, ci aspettiamo un qualche impatto nel medio termine, ma è troppo presto per determinare la portata di tale impatto.

Nissan Europa continuerà a fornire gli aggiornamenti di all’evolversi della situazione.

Donazioni in ITALIA

Numerose richieste di solidarietà sono pervenute da parte dei dipendenti, dei concessionari, dei fornitori e dei moltissimi altri amici di NISSAN Italia, che desiderano essere ancora più vicini tramite forme concrete di aiuto a sostegno della popolazione giapponese, colpita dai gravi eventi, ancora in corso, verificatisi a seguito del terremoto e maremoto dello scorso 11 marzo.

Per massimizzare la generosità dimostrata NISSAN International SA ha deciso di raddoppiare le donazioni, di qualunque entità, che verranno effettuate liberamente e spontaneamente tramite la Croce Rossa Italiana (CRI), che impiegherà i fondi per supportare le attività di assistenza della Croce Rossa Giapponese.

Al fine di consentire il raddoppio delle donazioni occorrerà utilizzare esclusivamente le seguenti modalità, specificando la dicitura “NISSAN” nella causale del bonifico (che a questo punto diventerà “Pro Emergenza Giappone – NISSAN”) o all’interno del campo Note per le donazioni effettuate on line sul sito della CRI (le informazioni sono reperibili anche al seguente link:   http://cri.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/6873 ).

- Donazione online sul sito www.cri.it – causale “Pro emergenza Giappone”, indicando poi NISSAN nel campo Note;

- Bonifico bancario – causale “Pro emergenza Giappone – NISSAN” – IBAN: IT 19 P 01005 03382 000000200208;

- Conto corrente postale n. 300004 intestato a: “Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 Roma” – causale “Pro emergenza Giappone – NISSAN”.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: news nissan terremoto

Lascia una risposta

 
Pinterest