Youxia, il clone cinese di Tesla

Youxia, il clone cinese di Tesla

31 lug, 2015

E’ fatta così male che ci fa ridere

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

29 Luglio 2015. Le case automobilistiche cinesi hanno acquisito la reputazione di fare palesemente evidenti copie di progetti esistenti da altri paesi.

I risultati sono che di solito vale la pena fare qualche risatina – purché non si lavori per la casa automobilistica il cui veicolo è stato plagiato.

Ora, sembra che la Model S è l’ultima vittima di questa tendenza.

Lo testimonia la , una macchina elettrica che ha debuttato lo scorso fine settimana, secondo Car News China (via Motor Authority).

Come se lo stile palesemente copiato da Tesla non sia già abbastanza grave, si scopre che questa macchina ha anche un po’ della Pontiac Trans Am dallo show televisivo Knight Rider.

E’ difficile dire chi sarà più infelice su questo: se Tesla, o il proprietario del diritto d’autore per questo artefatto del 1980.

La prominente griglia nera simil Tesla della è in realtà uno schermo programmabile, completo di luce stroboscopica rossa a scorrimento.

Oppure, se si preferisce si puossono visualizzare anche le emojis.

Si tratta di una forma di connettività smartphone che nessuno ha anticipato – e c’è una buona ragione per questo.

Il doppio plagio di Model S e Knight Rider continua come nella Tesla in cerca di mostrare diverse immagini sul volante al conducente.

La Youxia X dispone di un ampio schermo touchscreen con orientamento verticale che funge da interfaccia di controllo primario.

Dispone inoltre di un sistema di infotainment denominato – forse non a caso – KITT.

Il powertrain elettrico della Youxia X produce 348 cavalli, che secondo i dati della casa automobilistica permettono un’accelerazione da 0 a 62 mph in 5,6 secondi.

Youxia prevede di offrire versioni con pacchi batteria da 40, 60 e 85 kWh, con quello più grande che offre un’autonomia stimata di 285 miglia (458 km). Suona familiare, forse?

Tuttavia, tale stima è probabilmente basata sul ciclo di prova cinese, che è meno rigoroso rispetto al regime di prova US EPA.

Questo non può essere molto originale, ma la Youxia X dovrebbe almeno essere relativamente poco costosa.

La società prevede di venderla ad un prezzo base equivalente a circa 32.000 dollari, con i modelli top di gamma a partire da 48.000 dollari.

Youxia spera di iniziare la produzione nel 2016 e di consegnare le prime vetture nel 2017, ma non aspettatevi che questa particolare offerta lasci mai il proprio mercato domestico.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: tesla youxia youxia x

Un commento

  1. Andrea /

    E quella sarebbe un clone ?
    Roba da matti a parte non so dove le somigli il dietro e un’altra cosa
    Mah…

Lascia una risposta

 
Pinterest