Un mese per ottenere un permesso dal Comune di Milano

Un mese per ottenere un permesso dal Comune di Milano

11 gen, 2017

Niinivirta ha richiesto il permesso per la circolazione del suo secondo camion elettrico nell’Area C di Milano lo scorso 12 Dicembre

A quasi un mese la risposta è stata: “La pratica è in trattazione. A giorni sarà chiamata dai colleghi dei Trasporti eccezionali”

di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Trezzo sull’Adda (MI). Italia. 10 Gennaio 2017. Il Comune di Milano colpisce ancora e mette il bastone tra le ruote al secondo camion elettrico che S.p.A. intende mettere in servizio per le consegne nell’Area C di Milano e nonostante i rispettivi permessi richiesti il 12 Dicembre 2016, a quasi un mese di distanza il rimpallo tra gli uffici continua nel migliore stile di una partita di ping-pong.

Il camion elettrico di Niinivirta al lavoro in centro a Milano

Nella richiesta inoltrata da Niinivirta Transport SpA al Comune di Milano, Ufficio Permessi, Comando Polizia Locale Zona 1, Via Cesare Beccaria 19 – Milano, nella motivazione si legge:

Camion e Newton Smith

“Camion a trazione completamente elettrica che effettuano consegne in ZTL a Milano – consentendo con un unico ingresso che si possa consegnare tali unità merci da evitare l’utilizzo di molteplici veicoli commerciali di portata inferiore con i quali diventerebbe necessario più ingressi e consegne con conseguente congestionamento del già elevato traffico commerciale in centro a Milano” (potete vedere la richiesta cliccando nel seguente link – PDF in lingua italiana - SKMBT_C45217010909060)

Così con comodo, il 9 Gennaio il rispettivo ufficio del Comune rispondeva dicendo che avrebbe parlato con il Commissario corrispondente e quindi avrebbe aggiornato l’azienda; mentre poche ore dopo è arrivata un’altra email alla sede di Niinivirta segnalando testualmente che  “La pratica è in trattazione. A giorni sarà chiamata dai colleghi dei Trasporti eccezionali”.

Allora viene spontaneo chiedersi: ma quanto tempo ci vuole per la “trattazione” della pratica?

Sappiamo che la burocrazia non guarda in faccia nessuno, ma questo dimostra anche che la burocrazia ha la memoria corta.

Infatti il primo camion elettrico messo in servizio da Niinivirta Transport ha ottenuto regolarmente il permesso di circolare nell’Area C di Milano già nel 2015 e Niinivirta Transport S.p.A. ha anche vinto una causa contro il comune di Milano per le ingiuste multe che piovevano nella sede di Tribiano per “osare” a consegnare merci in silenzio, con un mezzo non inquinante, ma della lunghezza superiore a 7m50.

Ecco il permesso di circolazione del camion elettrico dell’anno 2016. PERMESSO ZTL 2016

Il camion elettrico Emoss, secondo camion ad emissione zero della flotta di Niinivirta Transport S.p.A. a Milano

Dispiace mettere in discussione un grande della musica come Lucio Dalla, ma considerando il comportamento del Comune di Milano sorgono dei dubbi quando l’artista bolognese canta “Milano vicino all’Europa”… A giudicare da questo, non ci risulta che sia così.

Evidentemente le autorità del capoluogo lombardo non hanno il minimo rispetto per coloro che lavorano e tanto meno per i residenti che sono già alle prese con mille problemi, tra cui quello non indifferente dell’inquinamento dell’aria.

Gli imprenditori che fanno investimenti di mezzo milione di Euro per migliorare il servizio da tutti i punti di vista non sono seduti nella scrivania a fare nulla aspettando la “trattazione” di una pratica per quasi un mese; bensì vorrebbero essere liberi di lavorare con tutti i permessi necessari per farlo entro i limiti di legge.

Sembra che se “sciaguratamente” un imprenditore decide di mettere in circolazione un camion elettrico per poter lavorare in centro a Milano, diventi “personaggio” estraneo perché probabilmente fa lavorare di troppo il personale preposto a permessi e regolamenti comunali; ma se questo imprenditore insiste ed addirittura mette in servizio due camion elettrici diventa un “virus” per tutta l’Amministrazione.

Auspichiamo che questa situazione venga sbloccata subito. Non soltanto in funzione di Niinivirta, ma in funzione di tutti gli imprenditori che decidono di investire nelle innovazioni in favore di tutta la comunità.

Siamo curiosi di sentire la parola dei funzionari preposti alla “trattazione” di questa pratica, sempre sperando che abbiano il tempo burocratico per rispondere.

Se possibile…entro questa vita.

Alleghiamo anche alcuni documenti interessanti, a supporto di quello che è stato detto in questo articolo

Se volete leggere la sentenza della causa tra Niinivirta Transport S.p.A. ed il Comune di Milano potete cliccare nel link sotto questa riga (PDF in lingua italiana)

sentenza autocarro elettrico 5.9.15

La nuova circolare del 1 Dicembre 2016

Alle aziende associate

Circolare n° 199/2016 1 Dicembre 2016

Oggetto: limitazione alla circolazione – Comune di Milano – Nuove regole di accesso all’area C dal 13 Febbraio 2017 – Delibera della Giunta Comunale del 18 Novembre 2016.

Facciamo seguito alla nostra precedente circolare dello scorso 22 novembre, per ricordare che la Giunta del Comune di Milano ha deliberato importanti modifiche relative all’accesso all’ “Area C” che entreranno in vigore dal prossimo 13 febbraio 2017.

Ricordiamo che “Area C” è attiva nei giorni feriali di lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: 7:30-19:30 ed il giovedì: 7:30-18 e già prevedeva il divieto di accesso per i veicoli maggiormente inquinanti, ovvero quelli alimentati a benzina euro 0 e gasolio euro 0,1,2,3 (ad eccezione dei veicoli alimentati a gasolio euro 3 dei residenti fino al 31.12.2016).

Nel rimandare ad una lettura completa del testo della Delibera (vedi link), di seguito si riepilogano in maniera sintetica le principali novità che riguardano più da vicino il nostro settore e che entreranno in vigore dal 13 febbraio 2017:

- Veicoli euro 4 diesel adibiti al trasporto cose: divieto di accesso, con alcune deroghe che riguardano, per quanto di interesse al trasporto merci:

- veicoli destinati al trasporto cose classificati come Diesel Leggeri (veicoli appartenenti alla categoria N1 alimentati a gasolio e cioè veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t) e di servizio (compresi manutentori e servizi di emergenza) fino al 14 ottobre 2017;

- veicoli destinati al trasporto cose classificabili come “Diesel Pesanti” fino al 14 ottobre 2018;

- Veicoli GPL METANO (anche bifuel e dualfuel): accesso a pagamento

- Veicoli elettrici ed ibridi elettrici: continueranno ad essere esentati;

E’ stato poi introdotto un divieto di accesso ad Area C dalle ore 08.00 alle ore 10.00 di tutti i giorni dal lunedì al venerdì feriali per i veicoli destinati al trasporto cose ad eccezione dei veicoli elettrici.

Come già vi avevamo annunciato sono state previste deroghe per un periodo sperimentale di quattro mesi a questo divieto che di seguito vi riportiamo:

- Veicoli classificati come furgone isotermici o coibentati, con o senza gruppo refrigerante, riconosciuto idoneo per il trasporto di derrate in regime di temperatura controllata;

- Veicoli adibiti al trasporto di merci alimentari deperibili destinate a esercizi di somministrazione, rivendite o eventi particolari interni alla ZTL, con inizio attività dopo le ore 9.00

- Veicoli destinati al trasporto di cose uso di terzi

- Veicoli adibiti al trasporto farmaci urgenti

- Veicoli di servizio

E la prima volta che viene concessa una deroga all’autotrasporto merci conto terzi riconoscendo il

principio che si tratta di un trasporto pubblico che consente quindi di efficientare e migliorare il trasporto

merci. D’altra parte si tratta di un provvedimento provvisorio per cui dovremo verificare nei prossimi

mesi l’andamento delle nuove misure introdotte affinché questa deroga continui ad essere prevista.

Ci riserviamo di ritornare sull’argomento non appena vi fossero ulteriori novità.

Cordiali saluti.

Il Segretario Generale

Andrea Cappa

__________________________________________

Per riferimenti confronta circolari Alsea n. 194/2016 del 22.11.2016

 

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: comune milano emoss Niinivirta Transport smith newton

Lascia una risposta

 
Pinterest