Takayanagi Miluria retro EV

Takayanagi Miluria retro EV

10 giu, 2012

retro EV

Se ci fosse davvero bisogno di saperlo, i gusti dei giapponesi per le automobili possonno essere … “alternativi”, per dirla in termini gentili.

Così come la loro classe di city car Kei-Jidosha che sono assolutamente minuscole rispetto ai mostri degli Stati Uniti, ma il Paese del sol levante ha prodotto alcune vetture di produzione abbastanza folli nel corso degli anni.

Questa tendenza sembra continuare anche nella produzione di auto elettriche.

Prima di uscire dall’ombra del Monte Fuji c’è il Mitsuoka Like, anche se personalmente l’avevamo rimesso in ombra in modo da non dover spendere troppo tempo a guardarlo.

Anche per chi non lo sapesse, naturalmente, sarebbe interessante individuare la somiglianza con l’auto elettrica della Mitsubishi ‘i’, conosciuta come i-MiEV, che a sua volta si basa su un modello a benzina conosciuta come ‘i’ in tutti gli altri mercati dove le elettriche si chiamano ancora EV i-MiEV …

Mitsuoka ha semplificato il processo ed ha dato un nome opportunamente stravagante e provocatorio, il ‘mi piace’, che invita immediatamente ad ogni tipo di commento a seconda se effettivamente ‘piace’ o no. Peggio del nome è il trattamento che Mitsuoka ha fatto al cofano , che possiamo solo supporre sia stato basato sulla barba del personaggio di Karate Kid Mr Miyagi. Il resto degli esterni è fortunatamente stato risparmiato, e l’interno rimane invariato con gli standard di Mitsubishi.

Takayanagi Miluria

Cooler molto meno pronunciabile, ma molto probabilmente è un vintage di auto elettrica in stile monoposto chiamato Miluira, dalla società giapponese Takayanagi.

La piccola EV dispone di un telaio in tubi, parafanghi larghi, una griglia ornata sul davanti e sottile stile retrò nelle ruote e nei pneumatici e anche su quello di riserva montato sul retro della vettura. Con lo stile del 1920 probabilmente anche la tecnologia e le prestazioni sono quelle del 1920.

Piuttosto delle leggere e potenti batterie al litio-ioni utilizzate in molti EVs moderne, il Miluria si fa con quattro batterie al piombo, montate fuori dalla vista sotto la poltrona in pelle trapuntata.

Come potete immaginare, con la tecnologia delle vecchie batterie e un telaio cosi piccolo, il veicolo non è una macchina di grandi prestazioni. La velocità massima è di 37 miglia all’ora ed ha un’autonomia di soli 22 miglia, che la rende strettamente Neighborhood Electric Vehicle (NEV). Naturalmente è senza parabrezza (né d’altronde gran parte di qualsiasi altra cosa) in modo di non voler prendere una strada a scorrimento veloce, ma comunque, chi vorrebbe viaggiare velocemente in qualcosa di così cool? È un veicolo nel quale bisogna essere visto.

Un aspetto che non è certamente del 1920 è però il prezzo.

A 75.000 dollari, chi avrebbe dovuto essere così pazzo e ricco da comprare una quando si può avere una Nissan Leaf per 25.000 dollari con gli incentivi, e con la Nissan non c’è pericolo di prendere una doccia improvvisata se quando si è in giro ci dovesse essere una tempesta di pioggia.

Se sei ricco e abbastanza folle, non c’è purtroppo nessuna parola sul fatto che tu sia in grado di acquistare una negli Stati Uniti. Non c’è dubbio che tu possa spendere 75 milla dolari su un veicolo con prestazioni scarse, però, è improbabile a meno che tu non decida di importare uno e utilizzarlo esclusivamente per viaggiare tra la cucina e il soggiorno …

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Mitsuoka Takayanagi Miluria

Lascia una risposta

 
Pinterest