Stazioni di ricarica per veicoli elettrici

Stazioni di ricarica per veicoli elettrici

30 gen, 2013

Nuove direttive dalla Commissione Europea

all’avanguardia della tecnologia EV di per conformarsi alla nuova europea: standardizzazione di pubblico un’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici
 
Fonte: DBT-CEV

28 gennaio 2013. DBT-CEV, leader a livello europeo nel campo delle soluzioni di infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici (EV), è lieta di accogliere le nuove misure annunciate giovedi scorso a Bruxelles dai rappresentanti della Commissione Europea, vale a dire la standardizzazione e l’applicazione a scala di stazioni di ricarica pubbliche per i veicoli elettrici in Europa, entro il 2020.

Un connettore unico per spingere il pubblico verso l’e-mobility

“Questa misura europea mira a portare un quadro generale per tutti i veicoli elettrici esistenti compatibili con i sistemi di tariffazione che sono già in atto grazie ad aziende come DBT-CEV. La ricarica standard di consolidamento dell’infrastruttura è stata richiesta da tempo dall’autorità di vigilanza delle stazioni di ricarica e dagli utenti. E favorisce notevolmente la mobilità elettrica per le masse. La scelta di un’unico connettore per tipo di stazione consentirà una maggiore collaborazione tra tutti i protagonisti del mercato:. automobilisti, fornitori, comunità, ecc

Faciliterà anche l’educazione dell’utente finale attraverso un’offerta di mercato più trasparente. Grazie alla creazione dell’estensione della rete di ricarica dei veicoli elettrici in vari Paesi, gli utenti degli EV potranno godere l’uso della ricarica con il proprio veicolo elettrico per tutti i tipi di viaggi e saranno in grado di guidare per lunghe distanze”, spiega , CEO DBT-CEV. DBT-CEV conta d’installare circa 10.000 stazioni di ricarica di EV installate in 30 Paesi in tutto il mondo per ogni tipo di applicazione di carica (EET, pubblico, casa).

Un quadro istituito dalla Commissione europea al fine di spingere il mercato dei veicoli elettrici

L’ ha emesso un avviso legale menzionando i connettori consigliati da utilizzare nelle infrastrutture pubbliche di ricarica dei futuri veicoli elettrici.

Requisiti tecnici entro il 2020 per ciascuno Stato membro per quanto riguarda la compatibilità EV e la tariffazione delle infrastrutture:

Stazioni di ricarica normale e rapida (da 1 a 8 ore tempo medio di ricarica*) dovranno avere entro il 31 dicembre 2015 un connettore di “tipo 2″.

Stazioni di ricarica veloce (ricarica in 30 minuti al massimo*) dovranno entrare in funzione prima del 31 Dicembre 2017 sia con un connettore AC o un con un connettore di “Combo 2″ DC (il più recente standard sarà approvato entro l’anno 2014).

* Per una batteria di bordo da 22kWh

L’Unione è la creazione di un obiettivo di almeno il 10% dei punti di ricarica pubblici installati in tutta Europa entro il 2020. Attraverso questo programma, la Commissione europea è finalmente destinata a rimuovere la dipendenza del continente dai combustibili fossili (benzina) e limitare le emissioni in aree urbane, grazie ad un più ampio accesso a tutti alle tecnologie dell’e-mobility.

DBT-CEV l’introduce un caricabatterie rapido per veicoli elettrici con gli standard recentemente adottati AC e DC Combo 2 (24 gennaio 2013 – Commissione europea, Bruxelles).

Chi DBT-CEV

DBT-CEV, una sussidiaria del Gruppo DBT è un operatore chiave nello sviluppo di soluzioni di ricarica per i veicoli elettrici.

Un team di 45 dipendenti (di cui 25 ingegneri), 10.000 terminali e centinaia di caricabatterie rapidi installati in 500 città

Società controllate negli Stati Uniti, Regno Unito, Scandinavia, Spagna e partnership con i fornitori di energia elettrica in 35 Paesi

Un aumento del 350% delle vendite rispetto 2011/2012 e un obiettivo di 20M di euro per l’anno 2013
80% del fatturato da esportazioni

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: DBT-CEV Hervé Borgoltz legislazione normativa ricarica unione europea

Lascia una risposta

 
Pinterest