Rete di ricarica Alpiq in Svizzera

Rete di ricarica Alpiq in Svizzera

15 dic, 2012

In allestimento in Svizzera una rete di ricarica per veicoli elettrici
installa la prima unità di ricarica rapida in Svizzera

Fonte: Alpiq

Zurigo, Svizzera. 12 dicembre 2012. Nel quadro del progetto EVite, Alpiq ha installato sulla A1 la prima stazione di ricarica rapida per veicoli elettrici. Presso l’area di servizio autostradale di Kölliken-Nord ha avuto luogo oggi l’inaugurazione ufficiale.

Alpiq E-Mobility è uno dei fondatori e partner della comunità d’interessi EVite. L’obiettivo del progetto EVite è di allestire su tutto il territorio svizzero una rete di unità di ricarica rapida per veicoli elettrici. La prima stazione di ricarica presso l’area di servizio autostradale di Kölliken-Nord sulla A1 in direzione di Berna è in esercizio dal novembre 2012 ed è stata inaugurata oggi alla presenza di numerosi ospiti.

Le colonnine di ricarica, dotate di diverse prese, sono disponibili gratuitamente per i conducenti di automobili elettriche. La ricarica dura circa 20 minuti, giusto il tempo di fare tappa al ristorante Migrolino accanto.

A metà novembre 2012 l’associazione ha dato luce al progetto EVite, il cui obiettivo è di dare ai conducenti di un’automobile elettrica la possibilità di ricaricare il proprio veicolo rapidamente e in qualsiasi momento e quindi di coprire anche distanze più elevate.

, gestore dell’area di servizio di Kölliken-Nord, non ha esitato quando gli è stato chiesto l’autorizzazione di allestire una stazione di ricarica rapida. È contento degli sviluppi fatti in materia di elettromobilità:

«Spero che presto anche altre aree di servizio installeranno questo genere di stazione di ricarica. Questo progetto è pionieristico per il futuro della mobilità svizzera».

A detta di Glaus, il numero di clienti che si servono del “carburante” gratuito è in continuo aumento.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: alpiq e-mobility evite Hans-Peter Glaus Swiss eMobility

Lascia una risposta

 
Pinterest