Pubblicità pulita con la farfalla elettrica padovana

Pubblicità pulita con la farfalla elettrica padovana

16 ago, 2015

di Marcelo Padin

Direttore Electric Motor News

 

(PD). Italia. Agosto 2015. Dimenticatevi di quegli enormi catafalchi motorizzati che vanno in giro per le strade italiane con dei manifesti pubblicitari stampati sui fianchi. D’ora in avanti la pubblicità sarà pulita, e avverrà in sella a dei mezzi elettrici. Nasce così l’idea dello , un miniveicolo ad emissioni zero, la cui forma ricorda quella di una farfalla.

Ma lo Squiky non farà pubblicità a qualsiasi cosa, ma soltanto ad eventi o prodotti dalle chiare finalità ecologiche, secondo la filosofia dell’azienda padovana .

, responsabile dell’iniziativa, spiega:

“La svolta verde dell’auto elettrica si fa strada anche nel mondo della promozione pubblicitaria: sempre più case produttrici, appassionati o semplici automobilisti guardano ai veicoli elettrici e ibridi come alle auto del futuro, ormai non più così lontano. Uno sviluppo economico sostenibile ha necessariamente bisogno che la viabilità “privata”, con il suo ingente impatto ambientale, aderisca all’improrogabile sfida delle emissioni zero”.

Squiky Image & Communication nasce da un’azienda già esistente, Autotrasporti Turetta, presente da oltre 40 anni sul mercato del Nordest, ed ora ha deciso di allargare la sua attività dedicandosi alla comunicazione ed al mercato verde. Secondo gli imprenditori padovani, quest’idea rivoluziona  i canoni della pubblicità in chiave ecologica, tridimensionale e interattiva.

Sicuramente comporta una sorta di rivoluzione all’interno dell’attività pubblicitaria, ed il fatto che sia ecologica fa piacere. Un piacere accresciuto dalla mission aziendale che prevede una specie di “conversione” da parte dei clienti ad uno stile di lavoro più verde. Magari non risolverà tutti i problemi, ma togliere dalle strade un enorme veicolo pesante ed inquinante, sostituendolo con un altro più leggero, e soprattutto a zero emissioni, è un’iniziativa da lodare ed imitare.

Andrea Turetta, ha illustra alcuni particolari della sua nuova scommessa:

“È fondamentale che oggi gli stessi strumenti di promozione di uno sviluppo ormai necessariamente improntato alla sostenibilità si convertano ad una logica “green”. Squiky Image & Communication, introducendo sul mercato un miniveicolo pubblicitario elettrico di ultima generazione, risponde a questa nuova sfida”.

Il veicolo denominato Butterfly non è passato inosservato nel suo primo test drive per le vie e piazze del centro storico padovano condotto dallo stesso Turetta e con, come primo passeggero d’eccezione, il vicesindaco di Padova , grazie ad un allestimento dal design moderno, glamour. Una silhouette che, come anticipa il nome, richiama la sinuosità di una farfalla.

Tra le sue “ali” posteriori, il miniveicolo può “indossare” una pubblicità tradizionale ma anche tridimensionale. E’ versatile, può operare sia in movimento che in posizione statica, trasformandosi in una location interattiva o in un corner espositivo.

Il veicolo originale è quello della gamma “Multitruck Mega” della casa francese Aixam, leader in Europa nella commercializzazione di miniveicoli.

L’importanza dell’iniziativa è stata sottolineata dai rappresentanti delle categorie economiche e delle istituzioni locali che sono stati presenti all’evento del lancio, nel quale tra gli altri, sono intervenuti:

Ivo Rossi, vicesindaco del Comune di Padova, che da detto:

“A Padova c’è ancora voglia di scommettere e guardare avanti. Seduto a bordo dello Squiky Butterfly ho sentito gli occhi puntati della gente che è rimasta decisamente incuriosita da vedere questo nuovo miniveicolo circolare per le vie del centro storico”.

Massimiliano Barison, sindaco di Albignasego ed assessore al lavoro della Provincia di Padova ha manifestato la sua soddisfazione dicendo:

“Sono orgoglioso che ci siano imprenditori che vogliono aprirsi alle possibilità di un mercato dinamico come quello del marketing come quest’azienda di Albignasego che dimostra che c’è ancora la voglia di crescere verso il futuro».

, vicepresidente Regione Veneto:

“Una bella giornata per Padova e la Regione. Da sempre i veneti hanno saputo innovare e oggi assistiamo ad una delle dimostrazioni concrete che continuano a farlo per rinascere dalla crisi”.

, senatore Pd presente al lancio del Butterfly ha detto:

“La forza vitale di una città è nei suoi cittadini. Questo è un bell’esempio di cosa sa fare il mondo produttivo locale. È’ incoraggiante vedere come anche le piccole e medie imprese continuano ad investire per costruirsi il proprio domani”.

Amedeo Levorato, presidente di :

“Siamo di fronte ad un’iniziativa che va incontro alla politica delle maggiori città europee, favorire la mobilità elettrica. Nella stessa direzione, come Aps Holding stiamo partendo con quattro progetti per l’installazione di pannelli solari, al capolinea del tram della Guizza e Pontevigodarzere, oltre allo stadio e a San Lazzaro, che alimenteranno anche una colonnina per la ricarica di mezzi elettrici”.

, direttore del di Padova:

“Un riuscito matrimonio tra tecnologia e design in cui si innesta anche il rispetto per l’ambiente e per la vivibilità umana del luogo in cui questo nuovo prodotto va a svolgere la propria funzione”.

Infine, , direttore generale di Aixam Mega Italia che ha fornito il veicolo originale che l’azienda padovana ha modificato, ha detto:

“Il telaio Mega da cui ha preso poi forma Squiky Butterfly rappresenta il veicolo più consono per questa collaborazione. Piccolo e maneggevole, è l’ideale per entrare nelle città, nei centri urbani, grazie anche al suo carattere ecologico”.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: aixam mega italia albignasego Amedeo Levorato andrea turetta APS Holding Ivo Rossi marino zorzato Massimiliano Barison massimo malaguti padova paolo giaretta parco scientifico e tecnologico Galileo sindaco Albignasego Squiky Butterfly Squiky Image & Communication stefano patergnani vicepresidente regione veneto

Lascia una risposta

 
Pinterest