Piano PSA “Back in the Race”

Piano PSA “Back in the Race”

1 mag, 2014

presenta il piano «Back in the Race» per accelerare il risanamento del Gruppo

Fonte: PSA PSA Citroën

 

Parigi, Francia. 29 aprile 2014. Carlos Tavares, Presidente del Direttorio di PSA Peugeot Citroën, ha presentato «Back in the Race», la sua tabella di marcia 2014 – 2018 per garantire il risanamento del Gruppo, basata su tre indicatori:

- un free cash-flow operativo Gruppo positivo e ricorrente al più tardi entro il 2016,

- un free cash-flow operativo Gruppo cumulato di 2 miliardi di euro nel periodo 2016-2018,

- un margine operativo del 2 % per la Divisione automobile entro il 2018, con un obiettivo del 5% nel prossimo piano a medio termine per il periodo 2019-2023.

«Back in the Race» si articola intorno a 4 obiettivi operativi:

1. DS, Peugeot e Citroën, 3 marchi conosciuti in tutto il mondo

- Lo sviluppo di DS come marchio Premium a se stante sarà accelerato.

- Parallelamente, il Gruppo porterà avanti il riposizionamento dei tre marchi, definendo meglio le loro gamme per assicurarne la complementarietà, e migliorerà il loro posizionamento prezzo.

2. Un piano prodotto mondiale concentrato, mirato e più pertinente

- Le gamme del Gruppo saranno progressivamente razionalizzate e ricondotte a 26 modelli entro il 2020. Concentrandosi su una gamma più compatta, PSA Peugeot Citroën potrà assicurare una copertura migliore del mercato e una maggiore redditività puntando ai segmenti più redditizi.

- Tra l’altro, ciò permetterà di ottimizzare l’utilizzo delle piattaforme e dei programmi in tutto il mondo e di focalizzare meglio gli investimenti in R&D e Capex.

3. Una crescita redditizia nei mercati esteri costruita nel rispetto dei fondamentali del business dell’automobile

- Il Gruppo continuerà ad accelerare il suo sviluppo in Cina, triplicando i volumi con Dongfeng entro il 2020, e completando lo sviluppo del marchio DS.

- Il partenariato sottoscritto con Dongfeng permetterà anche di accelerare lo sviluppo nella zona ASEAN.

- In parallelo, il Gruppo dovrà risanare la situazione in Russia e trasformare il business model in America Latina, con l’obiettivo di ritornare alla redditività in queste due zone entro tre anni.

- Infine, PSA Peugeot Citroën cercherà le opportunità di sviluppo nei nuovi paesi in crescita, come in Africa o nel bacino del Mediterraneo.

- A tal fine, sarà costituita una nuova organizzazione mondiale intorno a 6 grandi regioni:

Eurasia, Europa, Medio Oriente/Africa, America Latina, Cina e ASEAN, Asia-Pacifico.

4. Una modernizzazione al servizio della competitività, soprattutto in Europa

- Per far fronte alle sfide della competitività, PSA Peugeot Citroën accelererà la modernizzazione dei suoi stabilimenti e li adatterà alle migliori strutture produttive mondiali di riferimento, e allo stesso tempo continuerà a ridurre i costi e gli stock.

 

Portare avanti la trasformazione culturale dell’azienda

Il Gruppo deve sviluppare una vera e propria cultura del risultato e un approccio mondiale per potere accelerare il suo ritorno alla redditività. Il prosieguo del cambiamento culturale, già iniziato alla PSA Peugeot Citroën, è una condizione importante per mantenere i quattro obiettivi precedenti.

In occasione della presentazione di «Back in the Race», Carlos Tavares dichiara:

«Con questo piano Back in the race, mi impegno ad accelerare il risanamento del Gruppo canalizzando tutto il potenziale creativo delle equipe per poter ritrovare rapidamente la strada della redditività».

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: carlos tavares citroen peugeot psa back in the race psa peugeot citroen

Lascia una risposta

 
Pinterest