Mobilità elettrica a Trieste, già 239 ricariche

Mobilità elettrica a Trieste, già 239 ricariche

22 gen, 2016

Evitate l’immissione di 2 tonnellate di CO2

Fonte: Prima

 

Treste, Italia. 21 Gennaio 2016. Da aprile a dicembre 2015 erogati 2.031 KWh di energia pulita dalle 9 colonnine di ricarica per veicoli elettrici attivate da , nell’ambito del progetto “”. Una prima e significativa occasione di bilancio per il nuovo servizio che apre le porte alla mobilità del futuro

Un segnale importante

L’auto elettrica è ormai a tutti gli effetti una soluzione concreta per promuovere la mobilità sostenibile. Lo hanno potuto sperimentare concretamente i triestini che hanno fatto il pieno di energia alle 9 colonnine AcegasApsAmga di ricarica per veicoli elettrici posizionate in città (elenco in allegato), permettendo così di evitare l’immissione in atmosfera di circa 2 tonnellate di CO2, oltre che di godere di un significativo risparmio sul costo del carburante.

Gli oltre 2000 i KWh di energia pulita erogati al 31 dicembre da quanto, aprile 2015, le colonnine sono stati installate a Trieste, consegnano un risultato di rilievo, anche considerata la novità del servizio e il limitato parco macchine elettriche circolante.

Le 239 ricariche sono in senso assoluto un numero ancora contenuto, certamente ben lungi dal saturare la capacità di erogazione degli impianti, ma evidenziano come un significativo nucleo di triestini abbia deciso di farsi pioniere della mobilità sostenibile. Un numero ci si augura destinato a crescere già dall’immediato futuro, considerando i tangibili vantaggi economici oltre che ambientali della mobilità elettrica, soprattutto su area urbana.

L’Hera della mobilità elettrica

Gli operatori del mercato elettrico sensibili al tema, si stanno attrezzando per sviluppare un sistema di ricarica sul territorio che favorisca il ricorso ai mezzi elettrici, rendendone l’impiego competitivo rispetto a quello dei mezzi tradizionali.

L’Hera della mobilità elettrica è il progetto attraverso cui Hera ed Enel collaborano per allestire, sul territorio, una rete di colonnine per il rifornimento dei mezzi per autotrazione elettrici. E’ il primo esempio di mobilità elettrica extracittadina con l’utilizzo di tecnologie interoperabile per il cliente. I clienti infatti possono rifornirsi in una qualsiasi delle colonnine installate sui territori serviti, a livello nazionale, tramite una smart card digitale. Il progetto, oltre a Trieste, è attivo in tutte le città in cui il Gruppo Hera gestisce la distribuzione elettrica e nel corso del 2016 arriverà anche a Gorizia.

Una rete di ricarica a portata di… app

Attualmente le colonnine di ricarica attive su cui funziona tale interoperabilità sono circa 500 in tutta Italia. A questo indirizzo: http://mobility.gruppohera.it/ è possibile consultare in tempo reale l’elenco delle colonnine, e ottenere informazioni utili come l’esatta localizzazione e i parametri di funzionamento (ad esempio: libera o occupata, in manutenzione, ecc.). Le stesse informazioni sono disponibili anche su una app per Iphone ed Ipad scaricabile sempre dallo stesso sito e utilissima in caso di consultazione durante i propri spostamenti.

Ricariche senza limiti a impatto zero!

Il servizio di ricarica elettrica gode di un piano tariffario “flat”. A fronte di un abbonamento mensile di 25 euro (offerta all inclusive di Hera Comm, Società di Vendita del Gruppo Hera) il cliente può ricaricare senza limiti la propria auto.

A ogni ricarica Hera Comm fornisce energia elettrica “verde” (certificata “GO – Garanzie di Origine”*) in modo da assicurare l’“impatto zero” dei veicoli sull’ambiente. Il titolo GO è una certificazione che attesta l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti qualificati dal Gestore Servizi Energetici (GSE) per la produzione di energia elettrica.

E in più, per ogni pit-stop, Hera si impegna a sostenere i produttori di energia elettrica da fonti rinnovabili, acquistando i certificati ambientali (i cosiddetti CO-FER).

Le stime di crescita della mobilità elettrica

Lo sviluppo delle colonnine di ricarica sta seguendo la diffusione dei mezzi elettrici nel parco circolante europeo. Secondo i dati GSE (www.rse-web.it/applications/webwork/site_rse/local/doc-rse/RSE_Monografia_Veicolo_Elettrico/index.html#p=1) entro il 2030, dei circa 40 milioni di auto circolanti in Italia, circa 10 milioni (25%) sarà alimentato con un sistema elettrico integrale o misto.

Le colonnine AcegasApsAmga a Trieste

In questi primi mesi di attivazione del servizio tutte le 9 colonnine (Via Nazionale 4, Piazzale Straulino, Via Slataper 18, Via delle Ginestre 1, Piazzale 11 settembre, Via S.Nazzario 5, Via Carpineto 35, Rotonda Boschetto, Via Gruden Basovizza), sono state utilizzate, ma la colonnina di ricarica di via Slataper 18, con 104 ricariche, è di gran lunga la più gettonata dagli utenti.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: AcegasApsaAmga hera della mobilità elettrica trieste

Lascia una risposta

 
Pinterest