Lo sviluppo del range extender di KSPG

Lo sviluppo del range extender di KSPG

14 ott, 2013

Il a basso rumore dissipa l’angoscia riguardo la durata della batteria

Fonte: AG

Neckarsulm, Germania. 10 ottobre 2013. Insieme a , l’azienda KSPG collauda attualmente con successo un range extender sviluppato appositamente per i veicoli elettrici. Il veicolo di prova, sulla base della Fiat 500, si è già sottoposto a test completi nello stabilimento KSPG. La risposta dei clienti ai test effettuati in presenza di vari costruttori ha sottolineano gli obiettivi raggiunti nello sviluppo di questo range extender, dove l’accento è stato posto sul rumore appena percettibile e sulle vibrazioni del motore due cilindri a V munito di sistema di compensazione delle vibrazioni fornito da FEVcom.

Grazie alle sue caratteristiche di design dedicati tra cui la compensazione attiva delle vibrazioni e la comoda posizione di montaggio, il sistema ha dimostrato delle eccellenti prestazioni per quanto riguarda il rumore, le vibrazioni e l’affidabilità. Come conseguenza, l’ impressione di basso rumore della propulsione elettrica difficilmente soffre, anche quando il range extender entra in funzione.

Il range extender consente una vasta flessibilità nella configurazione della sua strategia operativa. A seconda del momento e le condizioni di carico quando si avvia, la “filosofia operativa” dell’unità può essere molto attentamente adattata alle condizioni date.

I vantaggi del extender consentono una riduzione delle dimensioni ed il costo della batteria e il peso contenuto. Inoltre, la vettura può mantenere la sua autonomia abituale senza doversi fermare per una lunga ricarica. Si dissipa “l’ansia di autonomia”, un fenomeno da non sottovalutare quando si introduce la mobilità elettrica.

Gli esperti e legislatori generalmente vedono il range extender, come apertura della strada per l’accettazione diffusa dei veicoli elettrici e presumono che sia una categoria completamente nuova di piccoli motori a benzina, pronta a sorgere e farne una realtà. Questo presenta interessanti possibilità per i fornitori esterni, dato che questi range extender sono in gran parte inadeguati per il montaggio su linee di produzione attualmente disponibili ed in quantitativi unitari iniziali che non dovrebbero essere molto elevati. KSPG ha sia un portafoglio diversificato di prodotti che le competenze necessarie di sviluppo. Il modulo in gran parte universalmente montabile permette inoltre le economie di scala e limita i costi di sviluppo e di applicazione.

Il nuovo propulsore KSPG consiste in un motore a benzina da due cilindri a V con un albero motore in posizione verticale e due generatori con l’ingranaggio di trazione integrale. Tranne per il serbatoio del carburante ed il radiatore, tutti i componenti sono montati su un telaio di supporto. L’albero motore verticale richiede solo un’altezza minima, tale che il modulo può essere integrato sotto il pavimento di un piccolo veicolo passeggeri o, ad esempio, essere alloggiato ordinatamente all’interno del vano della ruota di scorta. Questa opzione di installazione offre la procedura di modifica più semplice e meno costosa rispetto a quelle tradizionali e lascia spazio ad un package compatto offrendo la possibilità di attraenti opzioni stilistiche nel veicolo.

L’unità di potenza è concepita in modo tale che le interfacce veicolo sono ridotte al minimo. L’integrazione del veicolo risulta così relativamente non problematica e l’installazione o lo smontaggio può essere eseguito facilmente ed efficientemente. In questo modo il range extender può essere considerato come un’opzione aggiuntiva delle apparecchiature di accessorie. L’automobile può quindi essere fornito con o senza un range extender, consentendo così una strategia di modularità.

Una tecnologia ponte che riduce i costi

Nell’attuale situazione del mercato dei veicoli elettrici, sembra che molti consumatori abbiano paura che l’autonomia delle batterie sia insufficiente (“Ansia di Autonomia”). Gli stessi potenziali utenti appaiono anche fuggenti dagli alti costi aggiunti. Una tecnologia ponte come quella impiegata nel range extender potrebbe accelerare l’ingresso nel mercato ad una generazione di veicoli alimentati a batteria e supportare i legislatori nei loro sforzi per ridurre le emissioni di CO2.

Il range extender è anche una soluzione elegante a ulteriori vincoli. A temperature in cui la batteria tende a lavorare inefficientemente nel ciclo di carica/scarica, il range extender è in grado di generare calore in più o freddo che a sua volta aiuta a ridurre le emissioni di CO2. Il range extender consente il normale utilizzo di funzioni di climatizzatori senza il timore di eccessiva scarica delle batterie.

Per vedere e/o scaricare i dati tecnici del range extender di KSPG potete cliccare nel link sotto queste righe (PDF in lingua inglese)

01-2 KSPG_Technical data of range extender_e

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: FEV GmbH KSPG range extender

Lascia una risposta

 
Pinterest