Le vendite di EV in Canada

Le vendite di EV in Canada

22 feb, 2013

di Matthew Klippenstein
Fonte: Rapporti Green Car

21 febbraio 2013. All’inizio di questo mese, abbiamo coperto le vendite di veicoli elettrici di gennaio negli Stati Uniti, rilevando che le vendite sono diminuite di circa la metà rispetto gli ultimi mesi dell’esercizio precedente.

In percentuale, le auto plug-in erano lo 0,3 per cento del mercato americano nel mese di gennaio 2013, – 0,5 % rispetto il mese di dicembre, ma ancora il doppio rispetto al precedente mese di gennaio 2012.

Ora spostiamo la nostra attenzione alle consegne in per vedere le vendite delle elettriche nel 2012.
Canada: terra dello 0,1 per cento

Gennaio è stato il quarto mese di fila in cui le vendite di veicoli elettrici rappresentano circa lo 0,1 per cento delle nuove auto nel mercato canadese. I dati prontamente disponibili mostrano 118 vendite di auto elettriche, un lieve aumento dai 115 nel mese di dicembre. (Questi dati non includono le vendite di Tesla, perché Tesla non rilascia dati mensili sulle vendite.)

Tra le imprese dichiaranti, la Chevrolet Volt ha trascorso il sua undicesimo mese consecutivo come auto elettrica più venduta in Canada, con 44 unità. Questo dato rappresenta un lieve calo rispetto a dicembre (57), e il totale più basso da quando la Volt ha venduto soltanto 18 unità nel gennaio / febbraio 2012, alla fine dell’inchiesta di sicurezza dell’NHTSA.

La Nissan Leaf ha visto un mese molto positivo, con 37 unità in movimento (vendite di dicembre: 27), apparentemente sulla onda di continui incentivi per vendere i modelli restanti del 2012 che sono ancora in inventario prima dell’arrivo del nuovo modello 2013 costruito in Nord America. Le vendite sono state le più alte dal dicembre 2011, quando la Leaf aveva raggiunto il suo record di vendite canadese (59).

La Toyota Prius plug-in ha completato i primi tre, ottenendo le suoi migliori vendite mensili (33) nei suoi cinque mesi sul mercato canadese. (Disponibile da marzo 2012 negli Stati Uniti, ha fatto il suo debutto canadese a settembre.)

Solo quattro Mitsubishi i-MiEV sono state vendute in Canada nel mese di gennaio, le vendite mensili più basse dal lancio di 15 mesi fa. Dato l’andamento delle vendite della i-MiEV negli Stati Uniti – nel Gennaio 2013 ha venduto circa la metà di auto rispetto tutto il 2012, sulla scia dei programmi di incentivazione – la società probabilmente non è eccessivamente preoccupata.

Viev le Quebec, leader dei dealers di veicoli elettrici in Canada

Mentre le case automobilistiche non rilasciano i dati di vendita da provincia a provincia, è una scommessa sicura che ancora una volta Quebec ha aperto la strada per le vendite canadese di veicoli plug-in nel mese di gennaio. A dicembre 2012, poco più della metà delle vendite (1.128 su 2.222), secondo ha riferito Electric Car Sales in Canada, sono state fatte in Provincia del Quebec.

Il dato è tanto più impressionante se teniamo conto che la provincia ha solo il 24 per cento della popolazione del Paese – quindi i veicoli elettrici acquistati dai Quebecchesi è il doppio di quello di altre province.

Gli osservatori potrebbero pensare che il British Columbia – luogo di nascita di Greenpeace e dove ci si trovano le città più temperate del Canada, e leader pro capite di possesso di veicoli ibridi del Paese – sarebbero stati coloro ad aprire la strada delle auto elettriche. Sorprendentemente, non è questo il caso: la quota BC di plug-in (14 per cento) è quasi esattamente in linea con la percentuale della popolazione (13 per cento).

Con questo in mente, lo sguardo di alcuni fattori per i successi del Quebec nelle vendite dei veicoli elettrici è doveroso, soprattutto in considerazione dei rigidi inverni della provincia, ed è dato da alcune misure, è sede di tre delle sette città più fredde in Canada – dove normalmente si prevede una diminuzione della popolarità delle auto plug-in.

Politica del governo in Quebec

Québec ha offerto incentivi generosi per elettrificata il trasporto: come indicato nel mese di gennaio, la provincia offre i più importanti sconti di tutto il Canada, che vanno da $ 500 per normali veicoli ibridi, fino a $ 8500 per alcune elettriche plug-in.

Gli sconti si concluderanno dopo la vendita di 10.000 veicoli, e al momento di questa edizione rimangono solo 600 sconti. Come tale, i prossimi mesi offriranno la possibilità di valutare la sensibilità degli acquirenti di auto elettriche del Quebec.

Questi incentivi sono stati parte del piano del governo del Quebec 2011-2020 nel piano d’azione per veicoli elettrici, che ha chiesto un investimento di 250 milioni di dollari (3.000 dollari pro capite) per i veicoli elettrici e l’industria associati, sfruttando le ampie risorse idroelettriche della provincia e riducendo le emissioni del riscaldamento globale.

Surplus idroelettrico nel Quebec

Quebec è un importante esportatore di energia idroelettrica – tanto che , l’Utility provinciale, sostiene la capacità di gestire 1 milione di veicoli elettrici senza l’aggiunta di notevole capacità. Sarebbe quasi un quarto delle vetture della provincia.

Il fatto che la provincia riceve il 98 per cento della sua elettricità da energia idroelettrica può essere una ragione per cui è stato in grado di emanare una tassa token di carbonio nel 2007 di $ 3,50 per tonnellata di CO2 o tre centesimi per gallone degli Stati Uniti: il settore delle utility era già in campo.

Dal Québec molti usano l’elettricità straordinariamente a buon mercato (il confronto è il seguente: Montreal $ 0.05/kilowatt-hour di San Francisco $ 0.09/kWh o New York $ 0.115/kWh) per il riscaldamento residenziale, l’effetto netto per la maggior parte degli elettori è stato un aumento dei prezzi del gas.

Come punto di interesse, la Columbia Britannica – che ha emanato un gettito neutrale di carbon tax nel 2008, attualmente è l’equivalente di 30 dollari per tonnellata di CO2, o 27 centesimi per gallone degli Stati Uniti – è anche una provincia idroelettrica, anche se una nella cui produzione di energia sia più o meno in linea con il consumo.

Hydro-Québec produce attualmente circa 200 terawatt-ora di elettricità all’anno, sostanzialmente in linea con New Mexico. Circa il 12 per cento dell’energia elettrica viene esportato, e piani di espansione dell’Utility potrebbero raddoppiare questa cifra nei prossimi dieci anni previsti dallo sviluppi idroelettrici ed eolici da soli.

Una prescrizione per i plug-in di successo

In questo contesto, il successo del Quebec con i veicoli elettrici in Canada, può essere visto come dovuto agli incentivi del governo provinciale e l’Utility che agisce in modo aggressivo sul loro interesse naturale, allineati nel settore dell’auto elettrica. Per Hydro-Quebec, elettrificare il trasporto è un modo prudente investire per tenersi in casa la domanda del mercato.

Per avere la leadership, il Quebec offre la prospettiva di creare campioni nazionali in un settore emergente quali i “posti di lavoro verdi”, con il vantaggio collaterale di ridurre le emissioni del riscaldamento globale della provincia.

è un ingegnere professionista e appassionato di veicoli elettrici. Membro della Electric Vehicle Association Vancouver, vive con la sua famiglia nel vicino sobborgo di Burnaby ed il suo blog è www.eclecticlip.com

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: canada Hydro-Quebec Matteo Klippenstein

Lascia una risposta

 
Pinterest