La seconda giovinezza di Bultaco

La seconda giovinezza di Bultaco

21 mag, 2014

Bultaco è tornata sul mercato con moto ad alte prestazioni che caratterizzano la trazione del futuro

• Bultaco è tornata con un progetto solido e un team internazionale con una vasta esperienza tecnologica, industriale e commerciale .

• I valori di Bultaco oggi sono gli stessi di quando è stata fondata: l’innovazione, la passione e la concorrenza.

• I primi modelli hanno un sistema di propulsione elettrico avanzato.

• La gamma prodotto è stata prevista per le persone che apprezzano le sensazioni di una moto e per i clienti che sono alla ricerca di un nuovo tipo di mobilità.

• Il progetto intende creare circa 500 posti di lavoro, direttamente o indirettamente, a al Centro Innovazioni di Madrid e nello stabilimento di produzione di Barcellona.

Fonte: Bultaco Motors

 

Londra , Regno Unito. 17 maggio 2014. Oggi, nell’anniversario della fondazione del brand e della nascita del suo creatore Don , Bultaco annuncia il suo ritorno sul mercato motociclistico.

Le quattro caratteristiche più interessanti di questo progetto sono:

• Tecnologia avanzata sviluppata in-house. Proprio come nel 20esimo secolo, nel 21esimo secolo Bultaco si distinguerà per le sue soluzioni tecnologiche avanzate. Bultaco offrirà le moto con la propria tecnologia dirompente che diventeranno un punto di riferimento a livello internazionale, insieme a futuri sviluppi della trazione elettrica ed ibrida ed i materiali ultraleggeri.

• Un progetto industriale solido, con il controllo totale dalla ricerca e sviluppo, l’operatività dello stabilimento, le finanze, il marketing e le vendite.

• Un prestigioso marchio. Bultaco è una leggenda nel mondo delle moto, un marchio con numerosi successi in competizioni, di fama mondiale e con una forte immagine percepita nel mercato.

• Un team altamente professionale. Il team imprenditoriale comprende professionisti internazionali di prim’ordine, dirigenti e tecnici con la rinomata abilità tecnica nel settore automotive a livello mondiale.

Nel 2015, i primi modelli Bultaco saranno costruiti con un proprio sistema di propulsione elettrico sviluppato in-house; i prototipi sono stati svelati oggi in una sneak peak della moto che vedremo sulle strade in futuro. Un processo di industrializzazione scrupoloso è stato perseguito per arrivare a questo modello, dall’omologazione dei prototipi per la creazione della rete di fornitori, tutti ruotanti intorno alla nuova fabbrica Bultaco a Barcellona.

 

L’idea

“Quello che era iniziato come un progetto di tesi è diventata una società con le dimensioni e la solidità necessaria per creare una nuova generazione di moto Bultaco”, ha detto , CEO e cofondatore.

Le origini della Bultaco si trovano in un progetto di , una società di ingegneria specializzata nella progettazione meccanica ed elettronica focalizzata sullo sviluppo dei propri brevetti. , , Juan Manuel Vinos, e hanno fondato questa azienda nel 2010 con il sostegno del Parco Tecnologico dell’Università Carlos III.

Dopo due anni di ricerca e sviluppo, l’azienda ha testato la sua tecnologia in un ambiente più esigente: la concorrenza. LGN, oggi Bultaco Motors, ha partecipato al primo Campionato del Mondo Moto Elettriche organizzati dalla FIM nel 2011. Con una moto che è stata approntata in soli tre mesi ed in competizione con marchi con molta più esperienza e modelli superiori, Bultaco Motors ha fatto sorprendentemente bene: è giunta al traguardo in terza posizione nella prima gara a Magny Cours e quarta nella classifica generale.

Questi risultati incoraggianti in corsa e il sostegno di persone con una vasta conoscenza ed esperienza nel settore automobilistico sono stati i fattori decisivi necessari per passare alla fase successiva: la creazione della struttura necessaria per lanciare una gamma di motociclette sul mercato.

In quella fase successiva, il progetto originale è diventato Bultaco .

“Noi non cercavamo un nome prestigioso per un progetto promettente; era qualcosa di diverso. Le caratteristiche della Bultaco dall’inizio, vale a dire il suo spirito di ricerca continua, l’innovazione tecnologica e la sua passione per le moto, sono le stesse caratteristiche che noi abbiamo oggi. Questi sono valori senza tempo”, aggiunge Juan Manuel Vinos.

Il team di fondatori e la famiglia Bultò subito si sono resi conto della potenzialità quando si sono guardati negli occhi. Dal primo giorno, i Bultó hanno riconosciuto che questa squadra è il candidato perfetto per il rilancio del marchio. Con il sostegno incrollabile della famiglia Bultó per il progetto Bultaco, si è entrato in una nuova fase della sua storia.

 

Il progetto

“A giudicare dalla mia esperienza, abbiamo una squadra che è in grado di seguire tutti gli aspetti del progetto: la tecnologia, il design, l’industrializzazione e le vendite” – ha detto Gerald Pöllmann, Presidente e co-fondatore.

Come progetto imprenditoriale, Bultaco poggia su tre pilastri: il prodotto, l’industria e la commercializzazione. La gamma di prodotti che sarà lanciata è dotata di una tecnologia che è stata sviluppata in-house ed un design che è sicuro di catturare gli utenti. L’ Innovation Centre si trova a Madrid, mentre la produzione prendererà posto a Barcellona con parte del team manageriale dell’ex fabbrica di Derbi. La posizione dello stabilimento è ideale per la sua vicinanza ad un parco di fornitori specializzati, la sua forza lavoro competente e la logistica.

La nuova generazione di Bultaco attirerà due tipi di clienti; in primo luogo, gli appassionati che amano le sensazioni che possono ottenere solo da una moto, specialmente quelle con un certo livello di caratteristiche, e in secondo luogo le persone con un atteggiamento positivo e un interesse per nuove soluzioni del 21esimo secolo per la mobilità integrata e la connettività. Per raggiungere questi clienti, Bultaco creerà una rete di vendita, inizialmente in Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Francia.

Il piano vendite di Bultaco , che è solido e vitale, si basa su quattro fattori:

• Progressiva evoluzione nel nuovo mercato per i motocicli elettrici.

• Le esigenze degli utenti di nuova generazione.

• Esigenze ambientali di oggi .

• L’opportunità di integrare le linee aziendali.

 

La tecnologia

“Mio padre ha sempre detto che lo scenario ideale sarebbe un motore a coppia costante con la stessa risposta, come ogni sistema di un motociclo senza cambi di marcia. E alla fine ha detto: come se avessimo un motore elettrico”, ha detto Paco Bultò Junior.

Inizialmente, la gamma Bultaco comprenderà diversi tipi di veicoli equipaggiati dal sistema di propulsione elettrico sviluppato in casa. Questi prodotti sono stati sviluppati da zero con l’obiettivo di ottenere i massimi vantaggi che questo sistema di propulsione è in grado di offrire. Per quanto riguarda la sicurezza, sono stati usati elementi testati per non compromettere l’affidabilità o la durata delle prestazioni in sistemi che forniscono peformance eccezionali.

L’azionamento del sistema Bultaco (DTS), a differenza di altri veicoli a due ruote elettrici, consente il massimo rendimento energetico con la presenza della frenata rigenerativa. Ciò è possibile perché la tecnologia applicata al telaio massimizza l’aderenza delle ruote posteriori durante la frenata, che consente una notevole coppia frenante elettrica da applicare.

Il sistema di accumulo di energia, che combina una batteria agli ioni di litio e supercondensatori, è un’altra caratteristica che garantisce prestazioni di gran lunga superiore a quella di altri veicoli simili.

Lo sviluppo delle BEDTS è stato effettuato in collaborazione con Viesca Engineering, società con un’ampia esperienza nel campo della guida ad alta velocità. Il software nella Bultaco Control Unit (BCU) è straordinariamente funzionale. Esso consente al conducente di gestire la potenza del motore, il recupero energetico, la ricarica della batteria e il collegamento a dispositivi mobili.

Attraverso l’applicazione Biker Manager realizzata da Bultaco, gli utenti possono trovare informazioni come la carica della batteria, l’autonomia a seconda del tipo di guida e la posizione del motociclo, tra le molte altre caratteristiche. Tutto di questa tecnologia può essere visto nei prototipi Rapitan e Rapitan Sport che Bultaco svela oggi, che sono molto vicini alle moto Bultaco che verranno portate sul mercato nel 2014.

 

Il futuro

“La propulsione elettrica è il giusto tipo di propulsione per tutti coloro che cercano il divertimento come caratteristiche principali. Stiamo anche lavorando su altre soluzioni, come la propulsione ibrida, per coprire altre necessità” – ha detto José Germán Pérez, Direttore R & S e cofondatore.

Nei primi mesi del 2014, Bultaco porterà una moto elettrica leggera sul mercato, che verrà sviluppata in varie versioni. A metà di quell’anno, verrà lanciata l’Urbanmotard elettrica, che anticipa il prototipo Rapitan. Il team di ingegneri Bultaco sta già lavorando su un altro tipo di veicolo utilizzando la tecnologia presentata nel prototipo, e su altri sviluppi futuri, così come su altri sistemi di propulsione. Attualmente non è stata scartata nessuna forma di propulsione di un veicolo a due ruote che potrebbe essere immessa sul mercato entro il 2020.

Dal punto di vista industriale, Bultaco sta anche contemplando la possibilità di rifornire parti ad altri produttori. Il personale previsto per il 2015 è composto da 150 persone, tra dipendenti diretti e indiretti, per una catena di produzione iniziale di 2.000 unità. Con l’ aumento della produzione e perché la maggior parte dei fornitori sono spagnoli, le previsioni sono di raggiungere 500 posti di lavoro, diretti o indiretti.

 

Dati Tecnici

Potete vedere e/o scaricare i dati tecnici delle Bultaco Rapitàn e Rapitàn Sport cliccando nel link sotto queste righe (PDF in lingua inglese)

 

Rapitán_RapitánSport_TechSpecs_ENG

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Gerald Pöllmann Jorge Boni José Pérez Germán Juan Manuel Vinos LGN TECH Design SL Paco Bultò Raúl Pérez

Lascia una risposta

 
Pinterest