La Romania raddoppia le sovvenzioni per le auto elettriche

La Romania raddoppia le sovvenzioni per le auto elettriche

21 giu, 2017

Il Paese aggiunge un programma di denaro per il clunker

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

16 Maggio 2017. Negli ultimi anni, i governi hanno sempre lavorato per incoraggiare le vendite di veicoli elettrici plug-in.

Sono stati adottati programmi di incentivazione per l’acquisto di veicoli a basse emissioni in tutto il mondo.

Gli importi concessi ed i meccanismi variano in base al programma individuale, ma l’obiettivo è lo stesso: ridurre le emissioni.

La non fa eccezione e ora, secondo The Quebec Times, il paese ha recentemente raddoppiato i suoi incentivi per l’acquisto di auto elettriche.

In confronto, il governo federale degli Stati Uniti concede un credito federale di reddito fino a 7.500 dollari, combinato con crediti fiscali statali o sconti di acquisto che possono arrivare fino a $ 6.000.

In Romania, il programma è stato lanciato per la prima volta nel 2011, quando ai consumatori sono stati offerti fino a 3.700 euro (quasi 4.000 dollari) in incentivi.

Nonostante gli incentivi, la più recente relazione dell’European Alternative Fuel Observatory segnala che solo l’anno scorso sono stati registrati in Romania circa 160 auto elettriche.

Negli ultimi anni, l’inquinamento del traffico è aumentato costantemente, mettendo il capitale del paese tra le città più inquinate d’Europa.

Ciò ha spinto l’avvio del cosiddetto programma Rabla dello scorso anno, aumentando il rimborso fino a 5.000 euro (5.500 dollari).

Quest’anno il governo rumeno ha annunciato incentivi ancora più aggressivi con un programma Rabla Plus che si estenderà fino al 2019.

Contribuirà ora con fino a 11.000 euro (12.000 dollari) per l’acquisto di un veicolo a emissioni zero.

Gli acquirenti di veicoli ibridi convenzionali (no plug-in) riceveranno un contributo più modesto di 1.450 Euro.

Secondo il Media locale Economica.net, la previsione è che fino a 100.000 rumeni sfrutteranno i maggiori sconti.

Come in molti altri paesi europei, la Romania ha anche creato un programma di rinnovamento per incoraggiare i proprietari a sostituire il veicolo più vecchio e più inquinante con quelli più puliti.

Il programma lanciato nel 2005 è stato anche esso modificato nel 2014, raddoppiando gli incentivi.

Quest’anno, un premio supplementare è stato aggiunto quando un vecchio veicolo ad alto inquinamento è scambiato per uno elettrico.

Tuttavia, il governo rumeno sta affrontando una sfida simile nella promozione delle automobili elettriche a quella degli Stati Uniti.

La mancanza di infrastrutture di ricarica ha messo un ostacolo all’entusiasmo degli acquirenti – ed è molto peggio nel Paese più piccolo.

Un programma per aumentare il numero di è stato lanciato nel 2011 con pochissimi successi. Cinque anni più tardi, solo 10 stazioni erano entrate in funzione.

L’anno scorso, il governo ha lanciato un nuovo programma per sostenere l’installazione di stazioni di ricarica in alcune istituzioni pubbliche.

Il suo obiettivo è quello di aumentare la propria rete ad almeno 20.000 punti di ricarica entro il 2020.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: romania stazioni di ricarica

Lascia una risposta

 
Pinterest