La batteria al grafene che ricarica l’auto in pochi minuti

La batteria al grafene che ricarica l’auto in pochi minuti

21 ago, 2014

L’invenzione tutta italiana è il 25% più efficiente delle tradizionali.

Fonte: ZEUS News

 

18 agosto 2014. È tutta italiana l’invenzione di una batteria destinata a rivoluzionare l’uso della tecnologia in generale e delle auto elettriche in particolare.

Sviluppata da una collaborazione tra l’, il e l’ di , questa batteria promette di essere il 25% più efficiente delle alternative attualmente esistenti.

Il suo segreto? Utilizza un anodo di , il materiale monoatomico che sta trovando un numero sempre maggiore di applicazioni.

La scoperta è stata pubblicata su Nano Letters e ha già destato l’interesse di quanti si occupano di auto elettriche.

L’utilizzo della super batteria al grafene, infatti, permetterebbe di ricaricare le batterie in pochi minuti anziché impiegare le ore che sono necessarie con le tradizionali batterie al litio.

Le applicazioni ovviamente non si limitano alle auto, ma le batterie al grafene potrebbero sostituire quelle normali in tutti i dispositivi elettronici, smartphone e tablet compresi: l’autonomia ne guadagnerebbe e i tempi di ricarica si ridurrebbero.

Prima di arrivare a quel punto occorrerà riuscire a portare la produzione di grafene su scala industriale, in modo da abbassarne il prezzo.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie cnr genova grafene Istituto Italiano di Tecnologia di Genova roma università la sapienza

Lascia una risposta

 
Pinterest