Ingresso Bosch nel mercato powertrain delle due ruote

Ingresso Bosch nel mercato powertrain delle due ruote

2 lug, 2014

Bosch pronta per offrire sistemi powertrain dedicati per tutte le categorie di moto

- Soluzioni dedicate alle due ruote anche per il segmento low-cost

- Funzioni di connettività tramite smartphone alla centralina motore

- Le vendite mondiali di moto raggiungeranno i 150 milioni di unità nel 2020

Fonte:

 

Milano, 30 giugno 2014 – Bosch entra nel mercato motociclistico con la gamma completa di sistemi powertrain. L’azienda ha, inoltre, sviluppato un sistema di iniezione a controllo elettronico adattabile a ogni veicolo, che consente di offrire diverse soluzioni: dai più economici monocilindrici destinati al mercato asiatico alle più moto performanti tipiche dei mercati europeo e statunitense.

“Bosch è conosciuta per la qualità e l’efficienza tecnologica dei propri sistemi per il settore automotive e ora intende applicare il suo successo anche nel mercato delle due ruote”, ha affermato Rolf Bulander, membro del board of management della Robert Bosch GmbH e responsabile delle tecnologie powertrain.

La tecnologia powertrain di Bosch per il settore automotive è stata sinonimo di efficienza, comfort e piacere di guida. Finora tuttavia l’attività dell’azienda nel settore moto è stata principalmente limitata all’impiego di componentistica automotive adattata per l’uso su moto ad alte prestazioni.

Ora i motociclisti potranno toccare con mano i vantaggi offerti dalle soluzioni appositamente studiate e ottimizzate da Bosch per il loro settore, fra cui i bassi consumi di carburante, la riduzione delle emissioni di CO2 e gli elevati livelli di prestazione dei motori. Bosch intende, inoltre, unificare questo approccio tecnologico ai sistemi e applicazioni di moto di fascia più economica per il mercato asiatico. In particolare in India e nel sud-est asiatico, dove il mercato motociclistico sta infatti registrando tassi annuali di crescita a due cifre. Va anche rilevato che la popolarità dei sistemi di alimentazione a carburatore sta calando, in Asia come altrove.

“Nessuna nuova vettura monta più carburatori e presto questo sarà vero anche per le due ruote” ha continuato Bulander.

Nei mercati in via di sviluppo Bosch sta puntando sui sistemi di iniezione a controllo elettronico, considerevolmente più performanti ed efficienti. A livello tecnico, questi sistemi sono paragonabili a quelli a iniezione indiretta, prodotti da Bosch nell’ordine di milioni unità per il settore automotive.

Grazie a sviluppi tecnologici innovativi e opportune modifiche, Bosch è in grado di offrire le soluzioni a controllo elettronico per propulsori monocilindrici agli stessi prezzi della versione convenzionale con carburatore.

 

Bosch connette le moto attraverso lo smartphone

Il sistema di iniezione elettronica Bosch apre la strada a varie opportunità relative alle funzioni di connettività nel settore delle due ruote. Per esempio, attraverso lo smartphone i motociclisti potranno monitorare le informazioni relative al consumo di carburante o dettagli rispetto all’itinerario che stanno percorrendo. Gli smartphone potranno, inoltre, immobilizzare la moto, inviando un segnale per bloccare l’alimentazione di carburante.

“In Asia queste funzioni legate ai sistemi di iniezione elettronica attraverso smartphone sono particolarmente apprezzate”, ha affermato Bulander.

Allo stesso tempo, Bosch si sta concentrando sulla mobilità ad emissioni zero con una gamma di eScooter a propulsione elettrica destinati al mercato cinese, in forte crescita.

Oltre alle tecnologie powertrain, continua il grandissimo impegno di Bosch nello sviluppo di soluzioni per la sicurezza delle due ruote. In questa direzione, Bosch fornisce già diverse soluzioni: dal più economico ABS a un canale al più sofisticato ed esclusivo Motorcycle Stability Control (MSC), l’equivalente ESP delle moto.

Le vendite mondiali di motocicli raggiungeranno i 150 milioni di unità nel 2020, più di quanto stimato per le vetture, per questo Bosch prevede una crescita importante del proprio business in questo settore. Analogamente al settore automotive, lo sviluppo per il settore delle due ruote sarà principalmente trainata dal mercato asiatico.

Il settore di business Tecnologia Automotive è il più importante del Gruppo Bosch. Nel 2013 ha registrato un fatturato di 30,7 miliardi di Euro, equivalenti al 66 percento dei ricavi totali Gruppo. Questi risultati rendono il Gruppo Bosch uno dei fornitori leader nel campo automotive.

Il settore di business Tecnologia Automotive opera a livello mondiale nelle seguenti aree di business: sistemi di iniezione per motori a combustione interna, mobilità e propulsioni alternative, sistemi di sicurezza attiva e passiva, comfort e assistenza, informazione e comunicazione a bordo veicolo come car-to-car e Car2X e tecnologie, concept e servizi per l’aftermarket. Bosch ha contribuito con importanti innovazioni all’evoluzione dell’auto come, per esempio, la gestione elettronica del motore, il sistema elettronico di stabilità ESP e la tecnologia common-rail per i motori diesel.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Robert Bosch Rolf Bulander. bosch

Lascia una risposta

 
Pinterest