Ies Bike vende e noleggia nell’isola greca di Spetses

Ies Bike vende e noleggia nell’isola greca di Spetses

30 ago, 2015

L’impresa milanese continua ad espandersi, questa volta nel contesto di una galleria d’arte di una meravigliosa isola greca

L’imprenditore italiano promuove la bici a pedalata assistita milanese nel suo store dedicato all’arte, agli artigiani, al design, alla moda ed ai creatori di oggetti ed accessori

Target ideale sia di pubblico che di contesto geografico che favorisce le passeggiate in biciclette a pedalata assistita, in mezzo alla natura con vista di un mare meraviglioso, a due passi dall’Italia

di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

 

Milano, Italia. 29 Agosto 2015. Electric Motor News si muove permanentemente nel territorio perché questo è il miglior modo di conoscere diverse realtà e le rispettive persone che gravitano attorno al settore dei veicoli ecologici.

Oltre ventiquattro anni di lavoro nel settore ci hanno insegnato che questo è il modo migliore per comunicare – e quindi informare – riguardo le diverse esperienze, stati d’animo e contesti dei mille volti della mobilità ecologica che tanto ci stà a cuore.

In una di queste nostre visite alla sede di Infinity e Solutions, l’impresa che commercializza biciclette a pedalata assistita con il marchio IES Bike e molti altri prodotti legati alla mobilità ecologica, abbiamo conosciuto il Sig. Giuseppe de Agrò, titolare della Società , che ha inserito la mobilità ecologica sotto forma di vendita e noleggio delle biciclette a pedalata assistita IES Bike.

Ma non si tratta di un punto vendita e noleggio… per così dire… convenzionale.

Il contesto e l’organizzazione lo rendono più unico che raro e subito vi spieghiamo i motivi.

 

Un po’ di storia e geografia

Per capire il motivo per cui questo punto vendita e noleggio IES Bike è unico, bisogna iniziare da lontano, come si direbbe… faccendo il giro lungo.

L’, di circa 23 kmq di superficie, è la più vicina dalla terraferma di Atene delle .

Ci sono molti visitatori che hanno conosciuto e si sono innamorati di quest’isola grazie all’accoglienza degli abitanti oltre all’esuberante natura ed al mare da favola che riceve i turisti. Ed è grazie a questa accoglienza delle persone che abitano sul posto, che molti decidono di ritornare a visitare l’Isola dopo averla scoperta, di conoscere i posti naturali in qualche caso sperduti e anche i piccoli agglomerati urbani…  Di conseguenza arrivano con la mentalità aperta di conoscere e di visitarla senza fretta e generalmente desiderosi di apprezzare sia la storia che la natura.

Questa piccola isola ha sempre avuto un’aria di fascino tranquillo. E non è cambiato nulla nel suo fascino. Già negli anni ’60 scendevano sull’isola Elizabeth Taylor, Bobby Kennedy, Marilyn Monroe e Ingrid Bergman, sole per citarne alcuni, mentre ora l’isola viene visitata regolarmente da diversi personaggi del  jet set internazionale.

L’area del porto è denominata Dàpia, nella quale si può ammirare la pavimentazione della piazza fatta da sassi levigati bianchi e neri.

Abbiamo detto che l’Isola ha una grande storia ed abbiamo detto anche che è a due passi dell’Italia, nell’altra sponda del mare Adriatico. Quindi… poteva Venezia non essere coinvolta in qualche avvenimento storico in quest’Isola, visto la potenza marinara di tempi felici definitivamente tramontati?

Certamente che la Repubblica marinare di Venezia ha avuto un grande coinvolgimento nella storia dell’Isola, a partire dal suo nome.

Infatti storicamente, l’isola era conosciuta con il nome di , ma i veneziani la soprannominarono “Isola delle Spezie” per i profumi delle erbe mediterranee emanati dalla vegetazione del luogo.

Come tutte le isole greche, offre bellezze naturali sotto forme di pittoresche baie, stupende spiagge, stile di vita tranquillo ma allo stesso tempo cosmopolita, reperti archeologici molto interessanti e diverse strutture di accoglienza turistica.

 

Ma come è il traffico?

Il Sig. Giuseppe De Agrò ci ha spiegato che il traffico nell’Isola è limitato ma non completamente proibito; ma le alternative forse non convincono molti turisti e questo è un ulteriore punto a favore per la scelta di una bicicletta a pedalata assistita IES Bike.

Difficile che i turisti prediligano un giro isolano a bordo di un asinello, a cavallo o sul dorso di un mulo; che per carità sono animali nobilissimi ma non dotati di aria condizionata, cambio, navigatore satellitare, ABS ed ASR come richiesto solitamente dai vacanzieri spensierati. Di conseguenza le altre due soluzioni sono in barca, ovviamente per muoversi via mare, oppure con le biciclette a pedalata assistita IES Bike.

E se decidete… nell’attuale situazione e con il mese di Settembre ormai alle porte… rischiate di fare una vacanza stupenda per poche centinaia di Euro… e di conoscere l’Isola di Spetses a bordo di una bicicletta a pedalata assistita IES Bike. Se volete sapere di più, potete chiedere informazioni cliccando qui.

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: alessandro di maira concept spetses giuseppe de agrò ies-bike infinity e-solutions isola di spetses isole saroniche john fowles Pityoussa the magus

Lascia una risposta

 
Pinterest