IES bike by Infinity e-Solution sulla via Francigena

IES bike by Infinity e-Solution sulla via Francigena

29 set, 2014

Servizio realizzato dalla rivista Io Donna con la bicicletta a pedalata assistita di IES, , in Toscana

Da San Gimignano a Bagno Vignoni, nelle . A provare un percorso alternativo da fare in bicicletta. Su sterrato e asfalto. La settimana della mobilità sostenibile.

L’articolo su come scegliere la due ruote elettrica

di Nicoletta Pennati

Fonte: Io Donna

 

Pubblicato il 17 settembre 2014. Un branco di cavalli allo stato brado nelle Terre di Siena. La è un’antica via di pellegrinaggio che conduceva a Roma.

La relazione di viaggio più antica risale al 990 e venne scritta da Sigerico, arcivescovo di Canterbury di ritorno da Roma dove ricevette il Pallio dalle mani del Papa.

A partire dal 1994 la Via Francigena è stata dichiarata “Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa” assumendo, alla pari del Cammino di Santiago di Compostela, una dignità sovranazionale.

Oggi il tratto italiano comincia dal passo del San Bernardo è lungo 945 chilometri ed è stato diviso in 44 tappe da percorrere a piedi.

La regione Toscana vanta ben 380 chilometri di Francigena.

Fiore all’occhiello è la provincia di Siena, con circa 120 chilometri ben mappati e messi in sicurezza con tanto di strutture ricettive dove i pellegrini possono fermarci.

L’obiettivo è ora quello di creare un itinerario ideale per le due ruote in parte sovrapponibile e in parte no a quello a piedi. Dal Nord a Roma.

Il gruppo di ciclisti che, in sella alle E-Bike, ha testato parte del percorso ciclabile della Via Francigena nelle Terre di Siena sono stati Corrado Lovato di Ecoveicoli, prima azienda in Italia a commercializzare mezzi elettrici e fondatore del portale Renteko,nato da due mesi, dove trovare i punti di vendita- noleggio di veicoli elettrici in Italia; Alberto Conte, direttore di Itineraria, società che si occupa della valorizzazione del turismo slow tramite le nuove tecnologie (che tra l’altro ha mappato tutta la Francigena); Nicoletta Pennati, inviata di Io donna; Matteo Scarabelli, inviato del mensile BC; Elena Martinello, inviata del portale Bicilive e Loredana Menghi, inviata di La Nuova Ecologia.

 

“La E-Bike è una bicicletta a pedalata assistita: il motore si innesta solo quando c’è bisogno”

 

Come scegliere una bici a pedalata assistita

Ma quali sono le caratteristiche di una E-Bike e come la si sceglie? L’abbiamo chiesto ad di IES, Infinity e-solution (www.ies-bike.it), le cui urban E-Bike sono state utilizzate per il test sulla Via Francigena

 

Prima di tutto, che cosa si intende per E-Bike?

È una bicicletta elettrica “pedelec” cioè a pedalata assistita: il motore si attiva solo quando il ciclista pedala per aiutarlo. ben diversa quindi dalle biciclette elettriche che “vanno” come se fossero motorini.

Perché le bici elettriche stanno vivendo un boom?

In pratica stanno sostituendo gli scooter. Prima di tutto pedalare fa bene alla salute e poi le E-Bike costano molto meno di un motorino sia come acquisto sia come gestione e manutenzione (la batteria va in genere cambiata dopo 500 cicli di ricarica pari a 25mila chilometri e acquistarla costa dai 350 ai 400 euro. Una E-Bike inoltre non deve essere assicurata, non necessita di bollo, non ha l’obbligo del casco (anche se si consiglia di usarlo) e soprattutto non utilizza benzina.

A chi e adatta quindi?

A tutti. Dai ragazzi alle persone che non hanno grande dimestichezza con le biciclette. Sono infatti maneggevoli, stabili e garantiscono una buona frenata. Per legge inoltre non possono superare i 25 chilometri allora di velocità.

Quali sono le caratteristiche tecniche da tenere presenti per acquistare un modello valido?

Il componente fondamentale è il motore che deve essere da 250 watt per garantire una buona potenza e soprattutto le batterie devono essere al litio da 36 volt. Occorre leggere quindi con attenzione la scheda tecnica prima di fare un acquisto. Al di sotto degli 800 euro il rischio e quello di acquistare un modello scadente come performance.

Ma i motori sono tutti uguali?

Ce ne sono di tipo “centrale” posizionati in mezzo al telaio dove ci sono i pedali e di tipo “brushless” (senza spazzole) piazzati sulle ruote anteriori o posteriori. Il primo e il più costoso. Il secondo e quello più comune da trovare. Comunque, sono due tecnologie diverse. Il centrale e più indicato per chi utilizza la bici elettrica su percorsi piu impegnativi come salite con pendenze oltre il 15 per cento e strade sterrate. Il brushless si adatta meglio a tutti gli itinerari e i fondi stradali: asfalto, pavée, strade bianche.

Un modello standard di buona qualità quanto può pesare?

Dai 22 ai 24 kg. Poi esistono anche modelli di alta gamma, in materiali superleggeri come il carbonio, che pesano solo 14 -15 chili, ma si tratta più che altro di prototipi e hanno prezzi due-tre volte quello base. In genere la batteria pesa intorno ai 2,5-3 chili e il motore dai 2 ai 3.

Quanto dura la carica di una batteria pedalando?

Dipende dal peso della persona, dal percorso piano o misto. La durata varia quindi dai 30 ai 70 chilometri.

Quanto tempo impiega a ricaricarsi una batteria e quanto costa?

In media, se la batteria è completamente scarica, basta attaccarla a una comune presa e in cinque ore è pronta. Il costo è molto basso: secondo le tariffe in vigore per l’elettricità, è di circa 75 centesimi per una ricarica completa.

Come difendersi dai ladri?

È possibile acquistare modelli con inciso il numero di telaio e soprattutto dotati di geolocalizzatore (costo circa 400 euro ndr). In caso di furto e di denuncia infatti la polizia ha l’obbligo di intervenire e, del resto sa dove andare a colpo sicuro.

Invece di acquistare una bicicletta può essere conveniente noleggiarla?

Dipende dall’utilizzo che se ne fa. I prezzi variano dal tempo di noleggio. Con la mia azienda offro noleggi da un giorno ( a 15 euro) fino a sei mesi

 

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: alessandro di maira ies-bike infinity e-solution terre di siena via francigena

Lascia una risposta

 
Pinterest