I risultati finali di My Electric Avenue riguardo ricarica EV

I risultati finali di My Electric Avenue riguardo ricarica EV

8 dic, 2015

Come le reti elettriche locali possono far fronte con i cluster alla ricarica di veicoli elettrici: i risultati finali di rivelano tutto …

• In tutta la Gran Bretagna il 32% delle reti elettriche locali (312.000) richiederà un intervento quando il 40% – 70% dei clienti avrà dei veicoli elettrici

• La nuova tecnologia potrebbe ridurre i costi di circa 2,2 miliardi di sterline entro il 2050

Fonte: My Electric Avenue

Londra, Gran Bretagna. 3 Dicembre 2015. My Electric Avenue è un progetto triennale finanziato che ha condotto delle prove per scoprire l’impatto che i cluster di ricarica di veicoli elettrici (EV) potrebbero avere sulle reti elettriche locali nelle ore di punta. Poiché le vendite di auto plug-in continuano ad aumentare* e considerando che i veicoli elettrici avranno capacità della batteria sempre più grandi, i risultati dello studio dimostra che l’azione di collaborazione sarà necessaria per l’energia e l’industria automobilistica in modo di sostenere la crescente domanda di ricarica degli EV in alcune nelle diverse zone del Regno Unito e alcune delle soluzioni intelligenti che l’industria sta sviluppando possono aiutare.

My Electric Avenue è stata gestita dalla società di distribuzione e condotto da . E’ stato finanziato attraverso il Fondo di Ofgem, con il contributo in natura dai partner chiave. Il progetto ha analizzato i vari tipi di reti a bassa tensione nel Regno Unito e riguardo quattro di questi tipi si prevede che si verifichino problemi dovute alla ricarica dei veicoli elettrici a differenti livelli.

Reclutando gruppi di vicini di casa in tutto il paese che hanno guidato l’auto elettrica per 18 mesi, i team di progetto hanno molte volte simulato lo scenario futuro in cui molte persone in una zona scelgono di utilizzare un veicolo elettrico o un veicolo ibrido elettrico plug-in (PHEV).

I risultati, che vengono pubblicati in un momento in cui le vendite di auto plug-in sono aumentate del 716% negli ultimi due anni, mostrano che in Gran Bretagna il 32% della rete di bassa tensione (LV) (312.000 circuiti) richiederà un intervento quando il 40% – 70% dei clienti avrà un’auto elettrica, sulla base di una ricarica da 3,5 kW (16 Amp). Le reti sensibili sono tipicamente caratterizzate da capacità disponibile inferiore a 1,5 kW per cliente.

Tradizionalmente, questi risultati potrebbero significare la sostituzione dei cavi sotterranei nella via pubblica, ma My Electric Avenue sta sperimentando per questo una soluzione più a basso costo, sotto forma di ‘’. è un’innovativa tecnologia che può controllare la ricarica di EVs se la rete elettrica locale raggiunge un certo livello di domanda. Incorporando il progetto in rete, è la prima prova nella vita reale che ha controllato direttamente la ricarica nazionale degli EV nazionale per evitare installare cavi sotterranei, linee aeree e sottostazioni che potrebbero essere potenzialmente sovvracariche.

Le previsioni indicano che Esprit potrebbe risparmiare circa 2,2 miliardi di sterline di costi entro il 2050. Tuttavia, per impiegare questa soluzione, i produttori di automobili e l’industria energetica dovranno lavorare insieme più da vicino.

My Electric Avenue sta ormai volgendo al termine e si stanno diffondendo le sue conclusioni in modo che le aziende energetiche, le case automobilistiche e gli altri possono imparare dal progetto.

Il Direttore del Progetto My Electric Avenue, di EA Technology, commenta:

“Il settore automobilistico ha canali di comunicazione ben consolidati ed efficaci per discutere le problematiche del settore. Tuttavia, storicamente non vi è stato molta comunicazione intersettoriale tra l’industria automobilistica e quella dell’energia. My Electric Avenue ha portato questi due settori insieme e gli ha avviato il dialogo, e questo si deve sviluppare ulteriormente considerando che i costruttori di veicoli annunciano piani per un numero crescente di veicoli plug-in di prestazioni più elevate”.

Stewart Reid, responsabile Asset Management e Innovation di Scottish and Southern Energy Power Distribution aggiunge:

“Il progetto è stato prezioso per noi perché mostra quali sono le sfide che dovremo probabilmente affrontare nel prossimo futuro quando più clienti adotteranno i veicoli elettrici. E’ inoltre dimostrato che c’è una soluzione che è in grado di aiutare a superare queste sfide prima che possano compromettere i nostri clienti. I veicoli nuovi avranno necessità sempre di più potenza sulle nostre reti, siamo consapevoli della necessità per noi e l’industria automobilistica di condividere il nostro apprendimento, per fare dialogare le sfide e l’innovazioni tra loro. Siamo entusiasti di questa prospettiva, che consentirà a continuare la decarbonizzazione delle nostre rispettive industrie”.

, General Manager – , , ha dichiarato:

“L’elettrica Nissan LEAF è pioniere a sé stante e siamo lieti di aver svolto un ruolo così importante nella ricerca innovativa di My Electric Avenue. My Electric Avenue non solo ci ha fornito una maggiore comprensione degli impatti della ricarica dei veicoli elettrici sulle reti locali, ma ci ha anche dato una chiara visione di come saranno le strade del futuro.

“Le vendite di EV stanno aumentando a un ritmo fenomenale nel Regno Unito e più ampiamente in Europa ed è di vitale importanza che le case automobilistiche continuino a lavorare a stretto contatto con l’industria energetica in modo di far progredire il movimento EV. Nissan è già fortemente impegnata nello sviluppo di tecnologie ‘smart grid’ che permetteranno i veicoli elettrici di gestire proattivamente il loro consumo di energia elettrica in casa e ci saranno ulteriori annunci su questo nei prossimi mesi”.

C’è stata una grande varietà di risultati che abbiamo appreso da My Electric Avenue, che vanno dal suo approccio e coinvolgimento di successo con i clienti per valutare l’accettabilità di essere loro controllati esternamente durante la carica degli EV. Tutto l’apprendimento è stato pubblicato sul sito www.myelectricavenue.info del progetto.

My Electric Avenue ha presentato i risultati del progetto ed ha facilitato una discussione su come il Regno Unito può affrontare questo problema in futuro, ad un evento finale, in collaborazione con l’ospite della manifestazione, la Institution of Mechanical Engineers, a Londra il 3 dicembre 2015.

In English

My Electric Avenue’s final results about EV charge

How local electricity networks can cope with charging clusters of electric vehicles: My Electric Avenue’s final results reveal all…

• Across Britain 32% of local electricity networks (312,000 circuits) will require intervention when 40% – 70% of customers have EVs

• New technology could reduce the cost by around £2.2 billion up to 2050

Source: My Electric Avenue

London, UK. 3 December 2015. My Electric Avenue is a three-year Ofgem-funded project that has been carrying out trials to discover the impact that charging clusters of electric vehicles (EVs) might have on local electricity networks at peak times. As sales of plug-in cars continue to rise*, and as EVs gain ever-larger battery capacities, the trial results show that collaborative action will be needed by the energy and automotive industries to support the growing demand for EV charging in some areas of the UK, and that some of the smart solutions that the industry is developing can help.

My Electric Avenue has been hosted by Scottish and Southern Energy Power Distribution and led by EA Technology. It has been funded through Ofgem’s Low Carbon Networks Fund, with in-kind contribution from key partners. The project has analysed the various kinds of low voltage networks in the UK and four types are expected to experience issues due to the uptake of EVs at differing penetration levels.

By recruiting clusters of neighbours around the country who drove Nissan LEAF electric cars for 18 months, the project teams aimed to mimic a future scenario where many people in an area choose to use a pure electric vehicle or plug-in hybrid electric vehicle (PHEV).

The results, which come at a time when sales of plug-in cars have increased by 716% over the past two years, show that across Britain 32% of low voltage (LV) feeders (312,000 circuits) will require intervention when 40% – 70% of customers have EVs, based on 3.5 kW (16 amp) charging. Susceptible networks are typically characterised by available capacity of less than 1.5 kW per customer.

Traditionally, these findings would mean the replacement of underground cables in the public highway, however My Electric Avenue has been trialling a lower cost solution to this in the form of ‘Esprit’. Esprit is an innovative piece of technology that can control the charging of EVs if the local electricity grid reaches a certain level of demand. By incorporating Esprit into networks, the project is the first real-life trial that has directly controlled domestic EV charging to prevent underground cables, overhead lines and substations being potentially overloaded.

Forecasts suggest that Esprit could save around £2.2 billion of reinforcement costs up to 2050. However, for this solution to work, car manufacturers and the energy industry will need to work together more closely.

My Electric Avenue is now coming to an end and it is disseminating its findings so that energy companies, car manufacturers and others can learn from the project.

My Electric Avenue Project Director, Dave Roberts from EA Technology, comments:

“The automotive sector has well established and effective communication channels to discuss industry issues. However, historically there has not been much cross-sector communication between the automotive and energy industries. My Electric Avenue has brought these two sectors together and has started dialogue, and this needs to develop further as vehicle manufacturers announce plans for increasing numbers of higher performance plug-in vehicles.”

Stewart Reid, Head of Asset Management and Innovation at Scottish and Southern Energy Power Distribution adds:

“The project has been invaluable in showing us what challenges we are likely to face in the near future as more and more customers adopt EVs. It’s also demonstrated that there is a solution which is capable of helping us overcome these challenges before they affect our customers. With new vehicles due to place even greater demands on our networks, we are conscious of the need for both ourselves and the automotive industry to share our learning, challenges and innovations with one another. We are excited at this prospect, which will allow the decarbonisation of our respective industries to continue at pace.”

Olivier Paturet, General Manager – Zero Emission Strategy, Nissan Europe said:

“The all-electric Nissan LEAF is a pioneer in its own right and we’re delighted that it has played such a major role in My Electric Avenue’s ground-breaking research. Not only has My Electric Avenue provided us with a greater understanding of the impacts of electric vehicle charging on local grids, but it has also given us a clear vision of what the streets of the future may look like.

“EV sales are increasing at a phenomenal rate in the UK and wider Europe and it’s vital that automakers continue to work closely with the energy industry to progress the EV movement. Nissan is already heavily involved in the development of ‘smart grid’ technologies that will allow EV drivers to proactively manage their electricity use at home and we will be making further announcements on this during the coming months.”

There has been a wide variety of learning outcomes from My Electric Avenue, ranging from its successful customer engagement approach to assessing EV drivers’ acceptability of having their charging externally controlled. All the learning is published on the project’s website www.myelectricavenue.info.

My Electric Avenue presented the results from the project, and facilitated a discussion about how the UK can deal with this issue going forward, at a ‘Finale’ event in partnership with the event’s host, the Institution of Mechanical Engineers, in London on 3 December 2015.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: dave roberts EA Technology esprit low carbon networks My Electric Avenue nissan europe nissan leaf ofgem Olivier Paturet scottish and southern energy power steward reid zero emission strategy

Lascia una risposta

 
Pinterest