Gli incendi della Tesla Model S

Gli incendi della Tesla Model S

1 apr, 2014

chiude le indagini degli incendi della : “difetto non identificato”

da Antony Ingram

Fonte: GreenCarReports

 

29 marzo 2014. Sembra che il breve scontro a fuoco della Tesla Motors sia ormai finito.

Non solo la società ha annunciato il montaggio di nuove parti progettate per deviare residui della strada, causa di due incidenti con rispettivi incendi accaduti verso la fine del 2013, ma l’NHTSA ha chiuso le proprie indagini ed ha assolto di ogni colpa la Model S.

Lo scorso anno, Tesla ha dovuto difendere le sue vetture a seguito di tre diversi incidenti con relativi incendi avvenuti in rapida successione.

Nei primi due casi, i conducenti avevano colpito detriti presenti in mezzo alla strada a velocità autostradale, che hanno forato la batteria delle vettura che successivamente hanno preso fuoco.

Un terzo incidente ha coinvolto una Model S ad alta velocità in Messico, in cui una Model S ha sbattuto contro un muro. Quella macchina purtroppo ha anche preso fuoco dopo l’incidente.

Nessun driver né passeggeri sono stati danneggiati negli incidenti – anzi, tutti hanno accreditato come incredibilmente forte la carrozzeria della Model S al punto di salvare le loro vite. Nei due episodi dei detriti su strada, i conducenti sono stati in grado di accostare a lato della strada e uscire prima dell’inizio dell’.

Mentre l’affermazione della NHTSA nota che entrambe le vetture colpite negli incidenti dei detriti operavano con la sospensione attiva in posizione bassa, tipico set-up aerodinamico per circolare a velocità autostradale, l’organismo di sicurezza non ha individuato alcun difetto dei veicoli .

Si rileva inoltre che l’azione immediata di Tesla per aumentare l’altezza da terra dei veicoli che viaggiano a velocità autostradale “dovrebbe ridurre sia la frequenza dei contatti del sottoscocca e il conseguente rischio di incendio”. Considerando che è stata migliorata la sicurezza della vettura e non è stato trovato nessun difetto, l’inchiesta si è chiusa.

Oltre la modifica all’altezza da terra da parte di Tesla – un semplice aggiornamento software – la società ha annunciato ieri che si adatteranno a questi parametri ogni nuova Model S e ogni macchina già nelle mani dei clienti, con l’aggiunta di un’ulteriore piastra di alluminio e titanio di protezione.

Composta da tre sezioni, sia la piastra di protezione che l’oggetto della deflessione, sono stati provati da Tesla insieme alla nuova protezione in 150 prove complessive.

Nessun pacco batterie è stato danneggiato e non si sono verificati durante le prove, nemmeno eventuali incidenti con il coinvolgimento del fuoco.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: incendio NHTSA tesla model s

Lascia una risposta

 
Pinterest