Già finiti gli eco incentivi 2014

Già finiti gli eco incentivi 2014

11 mag, 2014

Fonte: Redazione Ruote Per Aria

 

Roma, Italia. 8 maggio 2014. Come successo lo scorso anno gli statali per i mezzi privati a basse emissioni sono clamorosamente già terminati. Restano al palo quelli per le flotte.

Dopo i problemi riscontrati sul sistema del sito del Ministero per la registrazione e l’accesso alle richieste di incentivo ecco quanto gli operatori non si aspettavano in modo così immediato: i fondi per l’acquisto da parte dei privati sono terminati!

Di quei 63,4 milioni di euro solo il 50% (30 milioni) era previsto da parte di tutte le categorie di acquirenti, senza necessità di rottamazione, di questi il 15% per mezzi con emissioni fino a 50 g/km (auto elettriche) e il 35% per veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km (auto ibride e a gas).

Sono quindi rimasti sul tavolo i restanti 31 milioni destinati alle aziende che, come successo nel 2013 non hanno avuto modo di utilizzare i fondi per le condizioni troppo stringenti poste in essere per accedervi: mezzi utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa, dietro obbligatoria rottamazione di un corrispondente veicolo obsoleto, con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Insomma aggiungiamo del ridicolo a una situazione di per sé già grottesca: crisi economica  quindi incentivi per la green economy (pochi!) ma soprattutto distribuiti male ed a condizioni inaccessibili; forse c’è il vago presentimento che se li vogliano tenere per sé !!!

I concessionari denunciando la cosa parlando addirittura di “porcellum” dell’auto, ma neanche loro potevano immaginare che mezza settimana di poteva essere il destino amaro per il rilancio del settore.

Adesso tutto torna come prima.

La certezza che anche nel 2015 ci sarà un margine di risorse non usate del 2014.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: eco incentivi ecoincentivi incentivi politica

Lascia una risposta

 
Pinterest