Futuro Tesla con batterie metalli-aria?

Futuro Tesla con batterie metalli-aria?

26 apr, 2013

di John Voelcker
Fonte: GreenCarReports

23 aprile 2013. La maggior parte dei sostenitori e analisti del settore si aspettano che le batterie agli ioni di litio domineranno il mondo dello stoccaggio di energia elettrica per le auto per il resto del decennio.

Ma è la casa automobilistica Tesla Motors con sede al Silicon Valley che pensa di aggiungere un nuovo tipo di batteria per aumentare l’autonomia delle sue auto elettriche?

La Tesla Model S con un pacco batterie agli ioni di litio da 85 kWh è stata valutata dall’EPA con un’autonomia di 265 miglia (426 km).

(L’autonomia nel mondo reale può essere inferiore, a seconda di una serie di fattori, tra cui la temperatura, la velocità e lo stile di guida.)

Otto brevetti

Ma, come hanno notato sia un commentatore sul forum Tesla Motors Club che un recente articolo sul sito d’investimenti SeekingAlpha, Tesla ha presentato l’istanza di otto brevetti separati riguardo gli usi della tecnologia delle batterie metallo-aria.

Prendiamo, ad esempio, “Efficient Dual Source Battery Pack System per veicolo elettrico”, la cui domanda di brevetto di Tesla è # 20120041625.

Due dei tre firmatari della domanda sono JB Straubel, Chief Technical Officer di Tesla e Kurt Kelty, il suo ingegnere tecnico leader nel settore della batteria.

I metalli contemplati per l’uso in batterie metallo-aria sono alluminio, ferro, litio, magnesio, vanadio e zinco.

Primo e secondo pacco batteria

L’astratto dell’applicazione include la seguente sintesi:

Un metodo di ottimizzare il funzionamento della sorgente di alimentazione di un veicolo elettrico è provvisto da due diversi tipi di batterie, nel quale la fonte di alimentazione è costituita da un primo pacco batterie (ad esempio, un pacco batterie non-metallo-aria) e una seconda batteria (ad esempio, una batteria metallo -aria).

La fonte di alimentazione è ottimizzata per minimizzare il consumo del pacco batteria meno efficace (ad esempio la seconda batteria), garantendo al contempo che il veicolo elettrico abbia una potenza sufficiente da percorrere la distanza di spostamento attesa prima della successiva carica della batteria.

In altre parole, una batteria agli ioni di litio presumibilmente per l’uso quotidiano e una batteria metallo-aria supplementare per un’autonomia maggiore quando necessario.

Un’altra domanda di brevetto, Electric Vehicle extended range , dice:

Il secondo pacco batteria può essere utilizzato per caricare la batteria del primo pacco o usato in combinazione con il primo pacco batterie per alimentare e rendere operativo il veicolo elettrico.

1.000 miglia di autonomia (1609 km)

Le batterie metallo-aria, che lentamente consumano i loro anodi a forza di sprigionare energia, hanno spiccato nelle news il mese scorso quando l’azienda israeliana ha presentato il suo prototipo di batteria ed ha lasciato guidare ai giornalisti un veicolo di prova dotato del dispositivo di immagazzinamento dell’energia.

Montato in una vettura utilitaria dimostrazione, batteria in alluminio-aria di Phinergy fornisce 1.000 miglia di gamma, ha detto, e necessita di ricariche di acqua distillata (che funge da elettrolita nelle celle) circa ogni 200 chilometri.

Una volta che le lastre di alluminio sono consumate, devono essere sostituite – un compito che Phinergy non ha approfondito in dettaglio.

Produzione nel 2017?

L’Amministratore Delegato Phinergy, ha detto al giornalista di il mese scorso che la sua società ha firmato un contratto con una casa automobilistica per consegnare dei volumi di produzione della batteria, a partire dal 2017.

Non aveva il nome della società e Tesla non dice molto riguardo i suoi futuri prodotti (qualche tweet occasionale dal suo Amministratore Delegato a parte).

Ma per Tesla, che combina l’accelerazione fornita da una batteria agli ioni di litio con la maggior autonomia offerta da una batteria di alluminio-aria di consumo potrebbe consentire futuri veicoli che offrono la capacità di risposta del modello S con autonomia maggiore in caso di necessità.

Siamo in grado di sognare, comunque.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Aviv Tzidon batteria metallo aria Bloomberg Elliott Gotkine Elon Musk Hybrid System Pack Battery Phinergy

Lascia una risposta

 
Pinterest