Evway propone campagna nazionale di crowdfunding

Evway propone campagna nazionale di crowdfunding

28 ott, 2017

Al via la prima campagna di crowfunding italiana dedicata al settore della mobilità elettrica

Tra una settimana il lancio della campagna di raccolta fondi di Route220 Srl su WeAreStarting.it.

Ogni investitore dal 30 ottobre potrà beneficiare dello sviluppo della mobilità elettrica in Europa con pochi click registrandosi sulla piattaforma certificata di equity crowdfunding WeAreStarting.it.

Fonte:

 

Milano, Italia. 24 Ottobre 2017. Nasce in Italia la prima campagna di crowdfunding dedicata alla mobilità elettrica. A proporla è Route220, il principale operatore privato, leader a livello italiano per la gestione e installazione di stazioni di ricarica del network europeo evway per veicoli elettrici.

L’evento di lancio della prima campagna nazionale di equity crowdfunding dedicata alla mobilità eco-sostenibile si terrà lunedì 30 ottobre 2017 presso l’Hotel Milano Scala a partire dalle ore 17.

All’evento parteciperanno , , , , , , .

L’idea promossa in Italia da Route220 è semplice ma brillante: coniugare mobilità elettrica e attori del turismo sostenibile, dando stimolo al territorio con le migliori tecnologie grazie alla collaborazione con gli operatori turistici e le strutture ricettive e di commercio che possono beneficiare del tempo di sosta per la ricarica da parte dei possessori di veicoli elettrici per proporsi in modo innovativo, grazie alle opportunità della piattaforma digitale evway.

Con l’apertura della campagna di equity crowdfunding, Route220 consentirà di investire per la prima volta nel settore della mobilità elettrica ricevendo, in proporzione all’investimento, quote di capitale societario. La campagna di equity crowdfunding su WeAreStarting.it

La milanese Route220, con sedi operative a Rovereto e Bolzano e dal 2018 in Austria, prosegue il cammino verso l’affermazione della mobilità elettrica in Europa coinvolgendo tutti i privati cittadini e gli investitori professionali tramite il lancio di una campagna di raccolta fondi (crowdfunding) sulla piattaforma di equity crowdfunding WeAreStarting.it.

Il target è stabilito a 500.000 euro partendo da una quota minima di 10.000 euro. Grazie alla formula del crowdfunding tutti i cittadini potranno sostenere l’iniziativa di Route220 registrandosi sul portale italiano di equity crowdfunding autorizzato Consob

WeAreStarting.it: una piattaforma professionale che consente all’investitore di avere il riconoscimento di una percentuale del capitale sociale in relazione alla quota investita (c.d. equity).

I numeri della mobilità sostenibile: un mercato da 75 milioni di euro

Con il sistema di ricarica integrato di Route220, le città italiane, insieme a quelle europee, si aprono ad un potenziale di flussi di visitatori e utenti finali di oltre 1.000.000 di turisti elettrici, i cosiddetti ev-driver, i proprietari di veicoli elettrici, provenienti da tutta l’Europa.

Cresce il numero di punti di ricarica per mezzi elettrici a livello mondiale che, da una rilevazione effettuata a fine 2016, raggiunge un totale di 1,45 milioni di punti di ricarica, con un incremento annuo dell’81%. In Italia vi sono oggi circa 9.000 punti di ricarica, di cui circa 7.500 privati (circa l’80%) e 1.750 ad accesso pubblico (20%). Le installazioni sono cresciute nel corso del 2016 di ben 2.500 unità grazie anche alle amministrazioni locali che hanno incrementato l’attenzione verso le politiche energetiche e di mobilità sostenibile, ed al recepimento delle stesse delle nuove normative che impongono ai nuovi insediamenti commerciali e di servizi di dotarsi di una o più prese per la ricarica di veicoli elettrici, pena il non ottenimento del permesso di agibilità.

Con evway di Route220 anche l’Italia nel network europeo della mobilità elettrica

Route220 opera come Charge Point Operator certificato indipendente ed interoperabile che ad oggi ha installato sul territorio italiano 125 punti di ricarica per auto elettriche. Oltre alle installazioni di 25 stazioni di ricarica nella provincia di Mantova, 15 nella provincia di Trento e più di 20 in alcune delle più prestigiose mete turistiche delle Dolomiti, Route220, grazie ad una collaborazione con il Comune di Torino, ha recentemente rilevato nel mese di luglio 10 stazioni per un totale di 20 punti ricarica ad accesso pubblico di IoGuido, l’ex car sharing comunale chiuso nel mese di marzo 2017, installando nuove stazioni con funzioni avanzate sul territorio della Capitale dell’Automobile.

La piattaforma tecnologica open evway di Route220, interoperabile con accordi di roaming con oltre 40 operatori europei, permette l’accesso diretto a oltre 20.000 punti di ricarica già attivi in 24 paesi e fornisce la mappatura di circa 100.000 punti di ricarica, diversamente accessibili, in tutta Europa.

Lo stato delle stazioni di ricarica che aderiscono al network di roaming Europeo è visibile in tempo reale sull’app evway che consente all’utente di trovare la posizione della ricarica adatta per il proprio veicolo, pagare comodamente direttamente dal proprio smartphone e pianificare i viaggi aggiungendo valore alla sosta con la visita di luoghi di interesse storici e culturali.

L’utente può anche condividere la propria esperienza con tutti gli ev-driver del network evway condividendo i propri itinerari di viaggio all’insegna della mobilità elettrica.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: carlo allevi Diego Brachetti Direttore dell’Hotel Milano Scala e Andrea Farinet Docente universitario e Chairman Socialing Institute evway fondatore e Presidente di Route220 Srl Founder e Operations Manager di WeAreStarting Srl franco barbieri Route 220

Lascia una risposta

 
Pinterest