Cina aggiorna gli incentivi per auto elettriche

Cina aggiorna gli incentivi per auto elettriche

12 lug, 2017

Cina aggiorna gli incentivi per auto elettriche e premia le maggiori autonomie

di John Voelcker
Fonte: GreenCarReports

5 Luglio 2017. Per lungo tempo c’è stata una politica ufficiale per la Cina attraverso la quale i fabbricanti automobilistici del paese diventeranno il più grande produttore mondiale di automobili elettriche, intendendo inoltre dominare anche il settore delle celle batteria agli ioni di litio ed i pannelli solari fotovoltaici.
Ma le politiche e gli incentivi del governo per raggiungere questo obiettivo sono spesso cambiati nel corso degli anni.
Ora sembra che sia stata modificata una formula proposta per premiare i produttori di veicoli plug-in del paese per dare più ricompense alle vetture elettriche con autonomia più lunga.
Come ha riferito Bloomberg a metà giugno, il progetto del Ministero dell’Industria e della tecnologia dell’informazione applica ora un moltiplicatore in modo che le auto a più lungo raggio ottengano più punti di credito mentre le vetture di autonomia inferiore ricevono di meno.
Tutte le auto plug-in con un’autonomia nominale di oltre 350 km (217 miglia) sul ciclo di test locale ricevono il massimo di cinque punti, come prima.
L’ultimo progetto conserva una data di inizio del prossimo anno, nonostante le risposte degli automobilisti che segnalano che la versione precedente era troppo ambiziosa.
Gli automobilisti sono tenuti a ottenere un punteggio per i cosiddetti veicoli a nuova energia di almeno l’8 per cento l’anno prossimo sotto la versione più recente delle regole.
Un gruppo che rappresenta i fabbricanti automobilistici europei che operano in Cina ha detto in una dichiarazione che i produttori non cinesi dovrebbero anche essere idonei per ottenere i crediti ed ha sollecitato che gli incentivi dovrebbero essere applicati anche alle auto importate.
Come spesso facciamo, abbiamo raggiunto , fondatore della consulenza , al riguardo.
Dopo aver esaminato gli articoli delle notizie, ha commentato non le specifiche ma il contesto in cui dovrebbe essere visto:

“I responsabili delle politiche locali e centrali mi dicono che non si ritireranno dalla loro spinta a rendere le aziende cinesi leader mondiali nelle auto elettriche.
Quando ho incontrato diversi funzionari e persone di settore nel mese di Giugno, hanno regolarmente riavvolto le parole di codice di politica cinese “risoluta” e “incrollabile” per descrivere il loro impegno nei confronti degli EV.
Li credo. L’incentivo e le quote, le sanzioni e i requisiti potrebbero cambiare – ma non l’obiettivo.

In questo contesto, la Cina continuerà ad adoperarsi con i regolamenti. L’obiettivo è quello di estrarre i massimi impegni tecnologici da parte dei fabbricanti automobilistici mondiali, assicurandosi anche che le principali imprese cinesi possano anche eliminare il gap e rimanere fermamente nel gioco.
Le imprese globali verranno testate in ogni fase del processo. Non è abbastanza buono essere un produttore di prodotti di qualità. Se non sei anche tenace nel negoziare, ci saranno lacrime prima di andare a dormire.
Hai notato come i tedeschi non avevano niente da dire a questo punto?
Tutto ciò che avviene nella Repubblica popolare inizia e termina con i responsabili politici, un’impostazione completamente differente dal nostro sistema basato sul mercato

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Dunne Automotive Ltd. Michael Dunne

Pinterest