Che batterie userà l’elettrica Porsche Mission E?

Che batterie userà l’elettrica Porsche Mission E?

22 mar, 2016

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

17 Marzo 2016. L’auto elettrica , che ha debuttato come concept al Salone di Francoforte 2015, inizierà la produzione entro la fine del decennio, secondo la casa tedesca.

Stando così le cose, è il momento che Porsche scelga un fornitore di batterie.

La casa automobilistica tedesca ha ristretto il campo fino a due contendenti, tra cui uno che ha già una forte relazione con un altro costruttore.

Porsche sta valutando e come possibili fornitori, secondo Bloomberg, che cita persone anonime che hanno detto di avere familiarità in materia.

Le batterie Bosch sarebbero le più costose rispetto le simili celle di Panasonic, hanno detto le fonti.

Ma Porsche crede che questo possa essere compensato dalla logistica meno complicata di lavorare con una società collega tedesca, piuttosto che la giapponese Panasonic.

“Siamo nelle fasi finali di prendere una decisione”, ha detto il CEO di Porsche in un’intervista a Bloomberg al recente Salone di Ginevra, senza commentare quali i fornitori sono stati presi in considerazione.

Al momento, Panasonic è legata esclusivamente alla Tesla Motors per i veicoli elettrici.

Produce tutto il pacco batterie della casa automobilistica di Silicon Valley e sta collaborando con Tesla nella costruzione della ditta “Gigafactory” nel Nevada.

Bosch è uno dei più grandi fornitori automobilistici del mondo e in precedenza ha collaborato con Samsung per la fornitura di batterie per la Fiat 500e.

La 500e è una “macchina di conformità”, costruita esclusivamente per soddisfare il mandato di veicoli a zero emissioni della California, e venduta soltanto in questo Stato e nell’Oregon.

La menzione di Panasonic e Bosch suggerisce che Porsche andrà per la sua strada quando si tratta di batterie.

La cugina Corporate Audi prevede di utilizzare le celle fornite dalle aziende coreane LG Chem e Samsung SDI per il suo SUV elettrico previsto in uscita nel 2018.

Questo modello sarà basato sul concetto dell’e-tron Quattro che ha debuttato a Francoforte, nello stesso salone della Mission E.

Al momento, Porsche ha detto che la sua berlina avrebbe un’autonomia di 310 miglia (499 km), nonché una potenza nominale di più di 440 kW (600 cavalli) dai sue molteplici motori elettrici.

Porsche ha anche presentato un sistema di ricarica rapida da 800 Volt DC e la possibilità della ricarica induttiva senza fili, anche se non è chiaro se questa caratteristica verrà inserita sulla produzione della Mission E.

La berlina Porsche è una delle tre auto elettriche di lusso previste dal Gruppo Volkswagen, le altre due sono il SUV elettrico Audi e una versione elettrica della prossima berlina VW Phaeton, che ora è stata ritardata fino al 2020 come uno sforzo nella riduzione dei costi.

.
Modifica galleria

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Bosch CEO Porsche Oliver Blume panasonic porsche mission e

Lascia una risposta

 
Pinterest