Cento organizzazioni del Regno Unito puntano al veicolo elettrico

Cento organizzazioni del Regno Unito puntano al veicolo elettrico

19 ago, 2017

raggiunge 100 delle migliori organizzazioni del Regno Unito che puntano al futuro con veicoli elettrici

• OVO Energy, , , e l’aeroporto di Gatwick si aggiungono alla lunga lista Go Ultra Low di aziende che beneficiano dell’impiego di veicoli elettrici (EV)

• Le aziende dicono che i veicoli elettrici costituiranno almeno il 5% delle loro flotte di veicoli entro il 2020

• Il settore delle imprese di UK apre la strada della crescita delle immatricolazioni EV del 2017

Fonte: Go Oltra Low

 

Londra, Gran Bretagna. 17 Agosto 2017. OVO Energy, Oxford City Council, Santander UK, Swansea University e l’aeroporto di Gatwick sono tra le ultime organizzazioni del settore pubblico e privato ad essere diventate imprese “Go Ultra Low” puntando ad un futuro automobilistico pulito ed abbracciando l’uso di veicoli elettrici (EV) ,

Queste aziende si uniscono a più di 100 altre organizzazioni in tutto il paese che hanno già firmato per l’iniziativa, quali , London Fire Brigade e . Ognuna ha promesso che la propria flotta di veicoli elettrici costituirà almeno il 5% della loro flotta di veicoli entro il 2020. Molte aziende hanno l’ambizione di superare questo obiettivo: Santander Regno Unito, per esempio, gestisce attualmente 57 veicoli elettrici e vorrebbe portare al totale del 10% del suo parco di 1,400 vetture della sua grande flotta entro il 2020, mentre Oxford City Council dice di avere attualmente il 7% della sua flotta EV ma che il 100% sarà elettrica entro la fine del decennio.

Auto elettriche e ibride in Gran Bretagna. Foto: Go Ultra Low

MP, Ministro di Stato per i cambiamenti climatici e l’industria, ha dichiarato:

“Il Regno Unito è il terzo paese al mondo ad affrontare il cambiamento climatico e stiamo investendo in tecnologie pulite innovative per sostenere il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio attraverso la nostra ambiziosa strategia industriale. Questo governo sostiene le aziende ad effettuare il passaggio di veicoli a basse emissioni attraverso sovvenzioni e incentivi. E’ buono per gli affari, buono per l’aria che respiriamo e buono per ridurre la quantità di gas a effetto serra che produciamo”

Poppy Welch, , ha dichiarato:

“Il governo britannico vuole che ogni nuova auto e furgone in Gran Bretagna abbia emissioni ultra-low entro il 2040, e il settore delle imprese ha un grande ruolo da svolgere nel raggiungimento di questo obiettivo. Le organizzazioni lungimiranti sono sulla buona strada per una mobilità a basso costo e priva di emissioni, prendendo un numero significativo di veicoli elettrici nelle loro flotte e imparando che sono adatti allo scopo.

“La ricerca effettuata nell’ultimo anno da Go Ultra Low ha trovato che un gran numero di utenti sono pronti a passare all’elettrica e beneficiare di bassi costi di gestione, incentivi fiscali e una grande esperienza di guida. Le aziende Go Ultra Low sono un esempio per gli altri, dissipando malintesi intorno ai veicoli elettrici e contribuendo allo stesso tempo a migliorare la qualità dell’aria nel Regno Unito e ridurre l’impronta di carbonio del Paese”.

, responsabile dei veicoli elettrici a OVO Energy, ha dichiarato:

“Siamo lieti di diventare un Go Ultra Low Company, come siamo appassionati di mantenere basse emissioni e ridurre il livello di inquinamento. Ecco perché la nostra flotta ha fatto già la svolta verde, con oltre il 20 per cento che opera con auto elettriche. Con la popolarità dei veicoli elettrici in crescita, abbiamo recentemente lanciato la fascia di costo dell’energia per i clienti per I clienti che ricaricano le auto elettriche nella propria abitazione, consentendo la guida a zero emissioni di CO2. Vogliamo dare l’esempio e offrire l’opportunità delle basse emissioni ai nostri clienti di flotta, insieme possiamo abbracciare un futuro più verde.”

Ian Bourton, , ha dichiarato:

“Il nostro obiettivo è quello di un fare la differenza nell’ambiente locale riducendo le emissioni nocive e migliorare la qualità dell’aria in città. A tal fine, cerchiamo di fornire un’alternativa sostenibile per la flotta di veicoli e favorire i veicoli plug-in, ove possibile ed attualmente abbiamo 17 veicoli sulla nostra flotta. Ci aspettiamo che i veicoli a ultra-basse emissioni diventino sempre più popolari così come i benefici e gli aspetti positive.”

Secondo l’indagine ed il monitoraggio degli automobilisti delle aziende inglesi commissionati da Go Ultra Low nel mese di novembre 2016, quasi 700.000 automobilisti britannici sarebbero pronti ad unirsi alla rivoluzione del veicolo elettrico (EV), se fosse data loro la possibilità da parte dei datori di lavoro. L’indagine ha rilevato che solo il 25% delle imprese ha offerto auto aziendali elettriche ai dipendenti. Quegli automobilisti che non sono in grado di andare in elettrico, il 69% ha detto che sceglierebbero ‘probabilmente’ un EV come la loro prossima auto aziendale, se fossero a disposizione.

Nonostante le sfide, i dati del SMMT mostra che le immatricolazioni di veicoli elettrici per le organizzazioni del settore pubblico e privato nel corso della prima metà del 2017 hanno rappresentato il 65% del totale – a dimostrazione del forte appetito per i veicoli elettrici nel settore corporate.

In totale, 22.480 auto elettriche sono state immatricolate in tutto il Regno Unito tra gennaio e giugno, con un aumento del 14,3% rispetto al 2016 e del 53,8% rispetto allo stesso periodo del 2015. Guardando le registrazioni in tutto il paese, il West Midlands plug-in (2.704), Great London (2477) e Cambridgeshire (1928) sono in cima alla lista delle regioni con il più alto assorbimento. Greater London ha visto così il più grande aumento su base annua nelle contee di Registrazione di più di 1.000 veicoli plug-in, con immatricolazioni fino al 68,6% rispetto al primo semestre del 2016.

 

In English

Top UK organisations embrace electric vehicle future

Go Ultra Low Companies hits 100 as top UK organisations embrace electric vehicle future

  • OVO Energy, Oxford City Council, Santander UK, Swansea University and join long list of Go Ultra Low Companies benefitting from electric vehicles (EV)
  • Companies say EVs will make up at least 5% of their vehicle fleets by 2020
  • UK corporate sector already leading the way in 2017 EV registration growth

Source: Go Ultra Low

London, UK. 17th August 2017. OVO Energy, Oxford City Council, Santander UK, Swansea University and Gatwick Airport are among the latest private and public sector organisations to become ‘Go Ultra Low Companies’ – signing-up to a clean, green motoring future by embracing electric vehicles (EVs).

These companies join more than 100 other organisations across the country that have already signed up to the initiative, such as Britvic, London Fire Brigade and Microsoft UK. Each has pledged that EVs will make up at least 5% of their vehicle fleet by 2020. Many companies have ambitions to exceed this target: Santander UK, for example, currently operates 57 electric vehicles and wants them to represent 10% of its 1,400-strong fleet by 2020, while Oxford City Council says that 7% of its total fleet will be 100% electric by the end of the decade.

Claire Perry MP, Minister of State for Climate Change and Industry, said:

“The UK is the third best country in the world at tackling climate change and we’re investing in innovative clean technologies to support the move to a low-carbon economy through our ambitious Industrial Strategy. This Government backs companies that make the switch to low emission vehicles through grants and incentives – it’s good for business, good for the air we all breathe and good for reducing the amount of greenhouse gas we produce.”

Poppy Welch, Head of Go Ultra Low, said:

“The UK Government wants every new car and van in Britain to be ultra-low emission by 2040, and the corporate sector has a huge role to play in achieving this goal. Forward-thinking organisations are well on the road to emission-free and low-cost motoring, taking significant numbers of EVs onto their fleets, learning where they are fit for purpose.

“Research carried out by Go Ultra Low last year found that a large number of user-choosers are keen to switch to electric and benefit from low running costs, tax incentives and a great driving experience. Go Ultra Low Companies are setting an example for others to follow, dispelling misconceptions around EVs at the same time as helping to improve UK air quality and reduce the country’s carbon footprint.”

Tom Pakenham, Head of Electric Vehicles at OVO Energy, said:

“We’re delighted to become a Go Ultra Low Company, as we are passionate about keeping emissions low and reducing pollution levels. That’s why our fleet is already turning green, with more than 20 per cent running on electric. With the popularity of electric vehicles growing, we have recently launched an EV energy bundle for customers for at-home and on-the-go charging, enabling zero-carbon driving. We want to lead by example and by offering low emission opportunities for our customers and fleet, together we can embrace a greener future.”

Ian Bourton, Fleet Manager at Oxford City Council, said:

“Our aim is to a make a difference to the local environment by reducing harmful emissions and improving air quality in the city. To this end, we look to provide sustainable alternatives for the vehicle fleet and encourage plug-in vehicles where possible, and currently have 17 on our fleet. We expect ultra-low emission vehicles to become increasingly popular as benefits are realised and positive word-of-mouth spreads.”

According to the survey of UK company car drivers commissioned by Go Ultra Low in November 2016, almost 700,000 UK motorists would join the electric vehicle (EV) revolution, if they were given the opportunity by their employers. The survey found that only 25% of businesses offered electric company cars to employees. Of those motorists who were not able to go electric, 69% said they would be ‘likely’ to choose an EV as their next company car, if they were made available.

Despite these challenges, data from the SMMT shows registrations of EVs to private and public sector organisations during the first half of 2017 accounted for 65% of the total amount – demonstrating the strong appetite for electric vehicles in the corporate sector.

In total, 22,480 electric cars were registered across the UK between January and June, a rise of 14.3% on 2016 and 53.8% up on the same period in 2015. Looking at plug-in registrations across the country, the West Midlands (2,704) Greater London (2,477) and Cambridgeshire (1,928) topped the list of regions with the highest uptake. Greater London also saw the biggest year on year increase in counties registering more than 1,000 plug-in vehicles, with registrations up 68.6% on the first half of 2016.

The new members of the Go Ultra Low Companies initiative highlight the diverse mix of organisations embracing EV technology. Any public or private sector organisation that already uses EVs, or offers them to employees as company cars, is eligible for Go Ultra Low Company status, providing there’s a commitment for EVs to make up at least 5% of their vehicle fleet by 2020, and can apply via the Go Ultra Low website (www.goultralow.com/fleet).

Go Ultra Low exists to help UK organisations and motorists understand the benefits, cost savings and capabilities of the various electric vehicles on the market. The collaborative campaign is the first of its kind, bringing together a consortium of vehicle manufacturers, Government and the Society of Manufacturers and Motor Traders.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Britvic Claire Perry Fleet Manager del Oxford City Council gatwick airport Go Ultra Low Head of Go Ultra Low Ian Bourton London Fire Brigade Microsoft Regno Unito OVO Energy Oxford City Council Poppy Welch Santander UK Swansea University Tom Pakenham

Lascia una risposta

 
Pinterest