Better Place: stazioni cambio batterie in Cina

Better Place: stazioni cambio batterie in Cina

5 mag, 2011

di Nikki Gordon-Bloomfield

Fonte: All Cars Electric
  
4 maggio 2011. Qual è il modo migliore per assicurarsi che la tecnologia dei veicoli elettrici venga adottata dal maggior numero possibile di consumatori?

Portala in , ovviamente.

Questo è esattamente quello che l’azienda di per auto elettriche ha fatto, con l’annuncio di aver firmato un accordo strategico con l’ottava utility più grande del mondo per fornire stazioni di sostituzione delle nell’area cinese servita della China Southern Grid (CSG) Cina.

L’affare arriva sulla scia di un annuncio fatto dalla più grande utility al mondo, la State Grid Corporation of China che prevede di installare 2.300 stazioni di cambio batterie entro la fine del 2015.

“China Southern Grid è un partner importante in un mercato enorme che si sta muovendo velocemente verso lo sviluppo del mercato di massa delle auto elettriche e sta abbracciando la tecnologia delle stazioni di cambio batterie come mezzo principale per lo sviluppo del settore” – ha detto il fondatore e CEO di Better Place, Shai Agassi alla cerimonia della firma nella provincia di ”.

La nostra collaborazione con la Cina meridionale e il sostegno del governo di Guangzhou aprire la porta a nuove opportunità per le auto elettriche a batteria commutabile da parte dei produttori cinesi per il mercato interno e per l’esportazione “.

 

I riferimenti

Il sostegno trovato da Agassi è ben al di là di tutto ciò che poteva sperare in Nord America. In base all’accordo, il governo di Guangzhou si impegna a ‘incoraggiare’ le case automobilistiche locali per costruire auto elettriche che siano compatibili con le stazioni di scambio batterie Better Place, nel senso della produzione locale di auto elettriche che possono fare uso delle stazioni e ampliare l’autonomia quotidiana di auto elettriche nella zona.

Naturalmente, ci sono anche altri vantaggi. Facendo auto compatibili a livello locale, il governo di Guangzhou aiuta a stimolare l’economia e garantisce che i costi di produzione possano essere mantenuti bassi.

Oltre a incoraggiare le case automobilistiche a rendere le automobili compatibili con la configurazione di scambio veloce delle batterie, l’accordo promette anche di promuovere l’uso di veicoli elettrici nelle flotte all’interno della provincia, da imprese di taxi attraverso i veicoli del settore pubblico.

Il jackpot metaforico descritto nel contratto potrebbe trasformare Better Place da una tecnologia costosa e sotto utilizzata in qualcosa che potrebbe essere implementato in tutto il mondo a costi molto inferiori.

Dopo tutto, con 230 milioni di potenziali clienti, Better Place potrebbe presto diventare onnipresente come la pompa di benzina per i proprietari cinesi di auto elettriche.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie better place cina Guangzhou infrastrutture

Lascia una risposta

 
Pinterest