Elettrificazione e sicurezza: a Eicma la strategia Bosch

Elettrificazione e sicurezza: a Eicma la strategia Bosch

14 nov, 2017

di Matteo Sala dall’EICMA

Electric Motor News

 

Milano, 8 novembre 2017. Niente più incidenti, stress ed emissioni: questo il futuro della mobilità su quattro e due ruote per Bosch, che all’Eicma presenta le sue ultime soluzioni in materia di sistemi di assistenza, sistemi di connettività, sistemi di propulsione ed elettrificazione.

I macrotrend come l’urbanizzazione e la sostenibilità cambieranno profondamente la mobilità e la moto così come le conosciamo oggi“ ha spiegato Dirk Hoheisel, membro del Board of Management di Robert Bosch GmbH. ”Le tecnologie di Bosch conducono le moto nel futuro, rendendole più sicure e aumentando l’efficienza dei sistemi di propulsione“.

La domanda dei veicoli a due ruote è costantemente in crescita sia come opzione di trasporto per i mercati di massa emergenti sia come elemento della mobilità multimodale nelle metropoli. Si prevede che entro il 2021 la produzione mondiale di veicoli a due ruote raggiungerà circa 160 milioni di unità di oltre il 30% rispetto ad oggi e che nei prossimi anni il mercato dei veicoli elettrici leggeri come gli eScooter crescerà di circa il 40%. Dagli studi effettuati emerge che entro il 2020 saranno circa 100 milioni i veicoli di questo tipo prodotti in tutto il mondo.

L’elettromobilità si affermerà molto più rapidamente nei mezzi di piccole dimensioni”, ha aggiunto Hoheisel. “Per i veicoli elettrici leggeri si prospetta un futuro brillante in tutto il mondo”.

Con i suoi sistemi integrati per i veicoli elettrici legger Bosch crea una base tecnologica per soluzioni applicate alla mobilità urbana. A seconda delle esigenze del cliente sono disponibili due versioni del sistema di propulsione: un sistema al mozzo per la gamma di potenza fino a 3 kW e un sistema di trasmissione centrale per le gamme di potenza tra 4 e 20 kW. Motore, centralina, batteria, caricabatteria, display, unità di connessione e App interattiva che connette lo smartphone del guidatore con il veicolo sono perfettamente sincronizzati per permettere l’elettrificazione dei veicoli elettrici leggeri su due, tre e quattro ruote.

Le case produttrici di veicoli possono così contare su un sistema completo che può essere integrato in breve tempo, e quindi anche con un impegno in più nello sviluppo. In questo modo si riducono la complessità, le varianti e il costo – per i costruttori e di conseguenza per chiunque voglia guidare in città con l’alimentazione elettrica. Un altro vantaggio è che i veicoli di piccole dimensioni non solo riducono le emissioni, ma anche l’inquinamento acustico.

Elettrificazione ma anche sicurezza. Fornitore leader al mondo di tecnologie per moto, l’azienda tedesca punta a eliminare gli incidenti dei veicoli a due ruote, partendo dalle bici elettriche. Per questo Bosch ha studiato il primo sistema ABS per e-bike, grazie al quale sarà possibile prevenire il blocco della ruota anteriore della bicicletta, oltre a eliminare il sollevamento della ruota posteriore. Questo sistema consente di ridurre lo spazio di frenata e il rischio di ribaltamento del conducente. Secondo uno studio svolto da Bosch, circa un quarto degli incidenti che coinvolgono biciclette elettriche potrebbero essere evitati se tutte le biciclette fossero dotate del sistema ABS. La produzione delle e-bike da trekking e da città dotate di questo sistema Bosch è prevista per l’autunno del 2018.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS:

Lascia una risposta

 
Pinterest