Trionfo a Le Mans: Audi sconfigge Porsche e Toyota

Trionfo a Le Mans: Audi sconfigge Porsche e Toyota

16 giu, 2014

• Doppietta Audi nella gara di endurance più importante del mondo

• 13° successo per Audi in 16 corse a

: “Un traguardo fantastico per tutta la squadra”

Fonte: Audi Motorsport

 

Ingolstadt, Germania e Le Mans, Francia. 15 giugno 2014. Davanti a quasi 300.000 spettatori, Audi ha proseguito la sua stringa univoca di vittorie alle 24 Ore di Le Mans. Nella 82esima edizione della gara di durata più importante del mondo, / / (CH/D/F) e Lucas di Grassi / / (BR/E/DK) hanno ottenuto una vittoria e doppietta di Audi.

La gara del 2014 ha segnato il 13° successo a Le Mans per il marchio dei quattro anelli in soli 16 partecipazioni e quello di oggi potrebbe essere stato il più importante quello, poiché l’ ha prevalso contro la concorrenza massiccia dei ritornati a Le Mans Porsche e Toyota in una gara estremamente dura che è stata completamente aperta per lungo tempo. La svolta decisiva a favore delle due Audi R18 e-tron Quattro auto è stata solo nella fase finale.

“Abbiamo visto molte gare emozionanti ed abbiamo celebrato grandi vittorie a Le Mans, ma questo successo ha un significato molto speciale”, ha detto il professor Rupert Stadler, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’AUDI AG, seguendo il giro trionfante dalle due Audi R18 e-tron Quattro.

“Noi non eravamo favoriti in questa gara e in Porsche e Toyota abbiamo avuto due avversari molto forti. Nonostante questo siamo riusciti a vincere a Le Mans, anche questa volta e questo è un risultato fantastico per tutta la squadra Audi. Siamo tremendamente felici e il mio grazie va a tutti coloro che hanno reso possibile questo successo”.

“ I nuovi regolamenti di Le Mans hanno dato ancor maggiore focalizzazione sull’efficienza delle auto da corsa di Le Mans rispetto a prima”,- ha detto il Professor Dr. , che come membro del consiglio per lo sviluppo tecnico è responsabile per il programma sportivo di Audi AG.

La tecnologia TDI, di azionamento più efficiente del mondo ha prevalso a Le Mans ancora una volta. Allo stesso tempo, con il nostro successo nella prima volta dell’uso della luce laser, abbiamo continuato la nostra serie di conquiste tecnologiche all’avanguardia a Le Mans. Io desidero ringraziare tutti coloro che hanno lavorato molto duramente per questo successo, soprattutto naturalmente la squadra Audi Sport”.

Per Audi, le 24 Ore di Le Mans è stata classificata come “sfida di benvenuto” e ci sono stati molte sfide per il marchio dei quattro anelli nello svolgimento dell’82esima edizione della famosa gara di durata.

A seguito del grave incidente di mercoledì nelle prove libere, l’Audi Sport Team Joest ha dovuto preparare l’Audi R18 e-tron quattro n° 1 a tempo di record nuovamente da zero e di sostituire con Marc Gené. Che questa squadra fosse in corsa per la vittoria la domenica mattina dice tutto circa la prodezza eseguita dai meccanici.

Tuttavia, alla fine, il cambiamento di un iniettore e un turbocompressore hanno impedito l’avverarsi di questa favola. Con un gap di tre giri Lucas di Grassi, Marc Gené e Tom Kristensen hanno raggiunto il secondo posto.

Marcel Fässler, André Lotterer e Benoît Tréluyer hanno preso il comando per la prima volta la domenica mattina, poco dopo le 5:00, dopo aver messo pressione costante per tutta la notte sulla Toyota che era stata in testa per molto tempo. Il turbocompressore doveva essere anche cambiato sulla R18 e-tron quattro n° 2 ed è scesa temporaneamente al terzo posto prima di tornare al fronte in una notevole ripresa nel corso della quale André Lotterer ha segnato anche il giro più veloce in gara di 3m 22.567s.

La maggiore disgrazia è stata subita dalla squadra della terza Audi R18 e-tron quattro con Filipe Albuquerque, Marco Bonanomi e Oliver Jarvis. A seguito di una forte fase iniziale, l’auto numero 3 durante un periodo di safety car sotto la pioggia battente, è stato colpito nella parte posteriore ad alta velocità da una Ferrari GT sul rettilineo Hunaudières. Il propulsore della R18 è stato così pesantemente danneggiato nell’incidente e Marco Bonanomi è stato costretto al ritiro dopo solo un’ora e mezza.

Nelle prime ore frenetiche, le affascinanti prototipi Le Mans di Audi, Porsche e Toyota stavano combattendo duelli avvincenti sul circuito ad alta velocità di Le Mans che ha tenuto gli spettatori in soggezione. I tifosi hanno sperimentato una delle gare più avvincenti della storia di Le Mans fino a mezzogiorno di domenica. La svolta a favore di Audi si è compiuta solo nella penultima ora.

“Per fare una gara del genere è possibile solo con l’esperienza a Le Mans”, ha detto il capo di Audi Motorsport . “Ci sono stati molti incidenti e nessuna delle vetture top è arrivata a completare la distanza senza problemi.

I fattori decisivi erano che le nostre Audi R18 e-tron Quattro sono state in grado di andare costantemente veloce per 24 ore, i nostri piloti hanno fatto errori e la nostra squadra ha risposto correttamente e rapidamente ai problemi che si sono verificati. In Porsche e Toyota avevamo due rivali veramente forti che, come previsto, non ci hanno reso la vita facile. Ho sempre creduto che, nonostante i presupposti particolarmente difficili per noi quest’anno, potevamo essere in grado di avere successo e l’abbiamo ottenuto grazie all’auto da corsa più efficiente. Esserci riusciti ancora una volta mi fa sentire orgoglioso. Grazie anche da parte mia a tutta la squadra, al nostro Consiglio di Amministrazione e al nostro Gruppo, che rendono possibile per noi di dimostrare di essere “All’avanguardia della tecnica” a Le Mans anno dopo anno. Ma vorrei anche esprimere il mio rispetto per le prestazioni fornite da Porsche al loro ritorno a Le Mans”.

Per Audi, questa è la 13 ° vittoria nella 24 Heures, l’ottava con TDI Power e la terza con una macchina da corsa ibrida. La squadra di Reinhold Joest ha celebrato il suo 15° successo nella gara di durata più importante. Marcel Fässler, André Lotterer e Benoît Tréluyer, dopo il 2011 e il 2012, hanno raggiunto il loro terzo trionfo a Le Mans.

 

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans André Lotterer audi sport team joest Benoît Tréluyer la sarthe Le Mans Loïc Duval lucas di grassi Marc Gené Marcel Fässler Rupert Stadler Tom Kristensen Ulrich Hackenberg WEC Wolfgang Ullrich world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest