Toyota prima tra i costruttori nel WEC

Toyota prima tra i costruttori nel WEC

20 apr, 2016

Inizia con il primo posto nel Mondiale Costruttori la stagione del Racing

Fonte: Toyota Motor Italia

 

Roma, Italia e Silverstone, Gran Bretagna. 20 aprile 2016. Grazie ad un podio ed all’arrivo di entrambe le vetture al traguardo, Toyota guida la classifica .

TOYOTA GAZOO Racing ha iniziato il Campionato Mondiale FIA Endurance (WEC) con il piede giusto, raggiungendo il podio nella 6 Ore di Silverstone al termine di una gara ricca di emozioni.

, e hanno tagliato il traguardo in terza posizione allungando la striscia vincente sul tracciato di Silverstone, che vede il team TOYOTA sul podio dal 2012.

Il risultato si è trasformato poi nella seconda posizione quando l’Audi n.° 7 vincitrice della gara è stata squalificata a causa di un’infrazione tecnica, una decisione che ha quindi assegnato la vittoria alla Porsche n.° 2.

Il terzo posto ottenuto da Mike ha garantito al nostro pilota il conferimento del Richard Lloyd Trophy, il trofeo assegnato al membro del British Racing Drivers’ Club con il miglior piazzamento nella 6 Ore di Silverstone.

Kamui bagna invece con il podio e con una performance straordinaria il suo esordio nella categoria LMP1 e la sua prima gara con Toyota dal Grand Prix di Abu Dhabi del 2009.

Anche la vettura n.° 5 di , e ha espresso ottimi ritmi prima di arrendersi a una foratura che ne ha seriamente danneggiato il posteriore, raggiungendo il traguardo in sedicesima posizione.

La giornata di sole, in netto contrasto con la neve del giorno precedente, ha permesso alla TS050 HYBRID di mettere in mostra tutto il suo potenziale, facendo registrare il suo giro veloce inferiore di soli 0.354 secondi rispetto al più veloce della gara.

Per le prossime gare ci aspettiamo un ulteriore passo avanti grazie al costante lavoro del team volto alla ricerca del miglior assetto per massimizzare la performance del nuovo motore Turbo 2.4 a iniezione diretta, combinato con il sistema ibrido 8MJ.

Nella prima frazione di gara la coppia di TS050 HYBRID si è battuta strenuamente dopo la partenza dalla quinta e sesta posizione, quando Sébastien sulla n.° 5 ha trovato lo spunto per superare Mike al volante dell’altra vettura, mentre il contatto tra la Porsche n.° 1 e l’Audi n.° 8 ha consentito alle due TOYOTA di raggiungere la terza e la quarta posizione.

A metà gara la n.° 5, in quel momento in terza posizione, ha sofferto la foratura del pneumatico posteriore destro. Sfortunatamente la foratura è avvenuta in uscita da un pit stop, costringendo Kazuki a portare a termine un giro completo (5,901 km) a velocità ridotta e di conseguenza a rovinare gran parte del posteriore.

I meccanici sono riusciti a riportare la vettura in pista dopo 41 minuti di lavoro intensissimo, con Sébastien in 29ma posizione e con 24 giri da recuperare.

I ragazzi sulla macchina n.° 5 hanno combattuto per riconquistare terreno e riuscire ad ottenere punti per il Mondiale, mentre la seconda vettura ha mostrato ritmi elevati registrando negli ultimi giri una velocità pari a quella delle vetture in testa.

La n.° 6 ha raggiunto la bandiera a scacchi di fronte al grandissimo pubblico (52.000 spettatori in totale nel fine settimana).

In quanto unico costruttore LMP1-Hybrid ad aver superato il traguardo con due vetture, TOYOTA guida adesso il Mondiale dopo la prima delle nove gare previste.

TOYOTA GAZOO Racing tornerà in pista il mese prossimo in Belgio in occasione della 6 Ore di Spa-Francorchamps (7 maggio), gara che si svolgerà a soli 120 chilometri dalla sede tedesca del team, a Colonia.

, Presidente del Team:

“La stagione si è aperta con una gara divertente e ricca di emozioni. Il risultato è incoraggiante, soprattutto dopo le difficoltà nelle qualifiche. Riuscire a portare a termine la gara con entrambe le vetture rappresenta un ottimo risultato. Non abbiamo ancora raggiunto i ritmi sperati, ma siamo felici del miglioramento rispetto allo scorso anno. Sono soddisfatto della competitività dimostrata dalla n.° 6 nell’ultima parte di gara. Il potenziale della TS050 HYBRID è ormai sotto gli occhi di tutti, un motivo in più per continuare a crescere.”

Stéphane Sarrazin:

“Non è una vittoria ma è stato comunque un ottimo podio. La TS050 risponde bene e dimostra un buon potenziale. Abbiamo spinto al massimo per dare il meglio in ogni settore, siamo motivati e puntiamo in alto.”

Mike Conway:

“Il podio è sempre un ottimo modo per iniziare la stagione. La gara è stata difficile, e altrettanto difficile è stato ottenere questo risultato. Abbiamo mantenuto ritmi elevati ma dobbiamo essere più costanti per raggiungere la velocità delle altre macchine. Sappiamo quali sono le aree da migliorare. Sono punti importanti per il Mondiale, a conti fatti è stato un fine settimana positivo.”

Kamui Kobayashi:

“L’inizio è promettente, anche perché ero alla mia prima gara LMP1. Siamo soddisfatti dei miglioramenti e sappiamo che ci sono diversi margini di crescita. Dobbiamo migliorare esponenzialmente ed entrare in sintonia con la macchina, solo così potremo dare del filo da torcere ai nostri avversari. Possiamo fare grandi cose quest’anno.”

TS050 HYBRID n.° 5 (Anthony Davidson, Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima)

Gara: 16ma, 170 giri, 7 pit stop. Griglia: 6a. Giro veloce: 1 min 41.076 sec.

TS050 HYBRID n.° 6 (Stéphane Sarrazin, Mike Conway, Kamui Kobayashi)

Gara: 2a, 193 giri, 7 pit stop. Griglia: 5a. Giro veloce: 1 min 40,657 sec.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 6 ore silverstone Anthony Davidson kamui kobayashi Kazuki Nakajima Mike Conway Sébastien Buemi Stéphane Sarrazin toshio sato toyota gazoo toyota ts050 hybrid WEC world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest