Test Nissan Zeod RC per Le Mans

Test Nissan Zeod RC per Le Mans

21 apr, 2014

Motoyama completa i test della per Le Mans

Fonte: Nissan Motor Company

 

Le Castellet, Francia. 16 Aprile 2014. Il tre volte campione giapponese del Super GT, , si unirà ai vincitori della GT Academy Lucas Ordóñez e al posto guida della rivoluzionaria Nissan ZEOD RC elettrica che quest’anno si presenterà alle 24 Ore di Le Mans.

Motoyama farà la sua quarta partecipazione a Le Mans a bordo della Nissan che combina un propulsore elettrico da 300 cavalli con un motore turbo a benzina da 400 cavalli di potenza, 40 kg di peso ed 1.5 litri di cilindrata.

L’asso giapponese ha completato questa settimana i suoi primi giri a bordo della vettura sul circuito Paul Ricard nel sud della Francia al fianco dei suoi compagni di squadra.

Motoyama ha ‘lasciato in sospeso’ il suo lavoro nel Circuit de la Sarthe dopo l’ultima guida lì nel 2012. Il quattro volte campione di Formula Nippon ha guidato per Nissan a Le Mans ed è diventato un beniamino dei tifosi dopo aver compiuto in un valoroso sforzo disperato per un’ora per riparare la sua auto dopo essere stato spinto fuori pista contro il muro.

Con i piloti che nel caso di rimanere in pista e dover effettuare alcuna riparazione non posso avere alcun aiuto esterno, gli sforzi della stella giapponese sono diventati una sensazione di YouTube dopo il suo ‘Never Say Die’ (mai dire sono finito) ed i suoi sforzi sono stati visti in tutto il mondo.

Purtroppo per Motoyama, i suoi sforzi sono venute meno quando era nella corsia di ingresso alla pit-lane ed ha ricevuto un ulteriore aiuto da parte dell’equipaggio Nissan, a meno di mezzo miglio di distanza dai box.

“Questa è il prima auto al mondo, fatta da Nissan, che utilizza l’energia elettrica in questo modo a Le Mans e sono molto felice di essere una parte di questo progetto”, ha detto Motoyama.

“Ed in modo particolare per me che ho un pò di lavoro incompiuto a Le Mans. L’incidente due anni fa è stato molto sfortunato, ma la maggior parte degli incidenti da corsa lo sono. Finire la gara a Le Mans è molto difficile ed è questo il nostro obiettivo principale. Sono davvero in attesa della gara”.

“I miei compagni di squadra Wolfie e Lucas hanno fatto molti chilometri con la vettura e già è stato bello lavorare con loro in questa settimana. Spero poter usare la mia esperienza per aiutare nel processo di sviluppo”.

Motoyama è stato precedentemente coinvolto nel processo di sviluppo della Nissan Leaf Nismo RC, prima incursione di Nissan nel elettrificazione delle vettura da corsa, guidando l’auto in una serie di eventi.

“Quando ho guidato la Nissan Leaf Nismo RC ho avuto un enorme quantità di coppia e sono rimasto molto colpito dalla performance rispetto ad un normale motore a combustione interna”, ha detto Motoyama.

“La Nissan Zeod RC è interamente in un nuovo livello. Sono molto emozionato e impaziente di guidare la macchina a Le Mans”.

“Le Mans è una gara così grande e tanto popolare per il popolo giapponese. Ci sono state molti piloti provenienti dal Giappone che hanno avuto successo qui in passato e vorrei essere uno di loro. Lavorerò molto duramente con la squadra in modo di fare del mio meglio”.

Motoyama ed Ordóñez hanno pianificato di completare la maggior quantità di km possibile prima di Le Mans, anche se la concomitanza di una gara del Super GT li costringerà a perdere l’annuale giornata di test a Le Mans il 1° giugno.

Il due volte vincitore della Classe P2 a Le Mans, il brasiliano Tommy Erdos, completerà la coppia accanto Reip nel test.

“Dopo lo sforzo fatto da Satoshi due anni fa per cercare di riportare la macchina in pista, l’ingaggio per il programma Zeod è stata una scelta facile”, ha detto , Global Head of Brand, Marketing & Sales , NISMO.

E’ l’atteggiamento del “mai arrendersi” ha fatto davvero di lui una figura di culto e favorito dei tifosi. Era estremamente rapido l’ultima volta che è stato in macchina a Le Mans e siamo entusiasti di riaverlo.

“Dopo quello che è successo a Le Mans due anni fa, gli ho promesso che lo avremmo fatto ritornare a Le Mans. Merita pienamente l’opportunità”.

Entrando nella gara di quest’anno nel “Garage 56″, la Nissan Zeod RC avrà il distintivo aggiuntivo riservato dall’Automobile Club de l’Ouest alle auto che mettono in mostra tecnologie nuove ed innovative. Nissan sta usando il programma Zeod RC come piattaforma di sviluppo per il suo debutto previsto nella classe LM P1 nel 2015.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans Darren Cox Lucas Ordonez Nissan ZEOD RC Satoshi Motoyama Wolfgang Reip

Lascia una risposta

 
Pinterest