Terminata a Varano la Formula SAE Italy, nel segno di Abarth

Terminata a Varano la Formula SAE Italy, nel segno di Abarth

25 lug, 2017

Fonte: Abarth

 

Torino, Italia. 24 luglio 2016. Si è conclusa ieri sul circuito “Riccardo Paletti” di Varano de’ Melegari la tappa italiana di Formula SAE, la competizione tra studenti di ingegneria che, divisi in team, si impegnano a progettare, costruire e mettere in pista la propria vettura da competizione, valutata attraverso diverse prove, basate su design, efficienza ingegneristica e sostenibilità dei costi. L’appuntamento italiano è stato organizzato dall’ (), con la partnership in qualità di main sponsor di e , che ha partecipato con il marchio Abarth. Giunta alla tredicesima edizione, quest’anno   è iniziata mercoledì 19 luglio, con la cerimonia di apertura, ed è terminata ieri sera con la premiazione in pista delle squadre vincitrici e con la finale “Party & DJ Set” organizzata nel paddock alto.

All’evento hanno partecipato più di 2.600 studenti provenienti da 23 Paesi del mondo (India e Messico i più lontani) e da oltre 70 diversi atenei. Complessivamente sono stati 81 i team in gara, di cui 60 europei, con 18 italiani, provenienti da 16 atenei.

Tutte le squadre hanno preso parte alla gara con entusiasmo, sfidandosi con le loro creazioni sul circuito dedicato al pilota di Formula Uno scomparso nel 1982 durante il GP del Canada.

Numerosi i test che hanno messo a dura prova non solo i prototipi progettati dai futuri ingegneri, ma anche gli studenti stessi. Infatti, tutti hanno dovuto presentare il piano aziendale e del design della vettura con l’analisi dei costi. E poi, solo chi ha passato le verifiche tecniche ha potuto affrontare le prove in pista: accelerazione, skid-pad e autocross fino a alla prova forse più bella, l’endurance.

Anche quest’anno due le categorie partecipanti e numerosi i premi in palio: da un lato la Classe 1C (vetture a combustione interna), dall’altro la Classe 1E, cioè le vetture elettriche. Ad aggiudicarsi la vittoria assoluta sono state l’Università di Wroclaw (Breslavia) per la Classe 1C e quella di Stoccarda perla Classe 1E. Da segnalare il secondo posto del Politecnico di Milano per le vetture a combustione interna e il terzo posto del Politecnico di Torino per le vetture elettriche.

Una terza categoria, la Classe 3 (presentazione del solo progetto della vettura) ha visto la vittoria ancora di un team italiano, l’università di Padova.

Anche quest’anno la presenza di Fiat Chrysler Automobiles a Formula SAE è stata particolarmente importante, a conferma della volontà aziendale di rafforzare lo stretto legame con il mondo accademico che caratterizza da sempre le scelte di FCA. Infatti, durante la manifestazione sono stati stabiliti numerosi contatti con i giovani partecipanti, talenti di domani, studenti che desiderano entrare da protagonisti nel mondo del lavoro: quasi 300 i curriculum vitae raccolti e tanto entusiasmo percepito negli studenti che si sono avvicinati a FCA per un lavoro.

FCA ha partecipato in qualità di main sponsor con il marchio Abarth, da sempre dalla parte dei giovani, come dimostrano sia i suoi modelli sia le sue attività, in pista e non solo. La community The Scorpionship, che riunisce quasi 100 mila appassionati, per oltre la metà è composta da giovani, che quest’anno si sono “radunati” in sette Abarth Day, svolti su altrettanti circuiti europei tra cui proprio Varano de’ Melegari. Del resto, Abarth è uno dei pochissimi marchi della storia dell’automobile che dalla nascita è sempre stato impegnato nelle competizioni. Per il brand dello scorpione il racing è il banco di prova su cui verificare le soluzioni tecniche da riversare sui prodotti stradali. Nel 2016 Abarth ha partecipato a 64 competizioni, le vetture in gara hanno percorso 23 mila giri di pista e 100 mila chilometri di corsa. E nel 2017 il marchio è rientrato ufficialmente nei rally con un programma clienti basato sulla nuova 124 Rally.

Proprio per queste caratteristiche sono stati intitolati al marchio Abarth i premi assegnati ai vincitori della gara Endurance sia per la Classe 1C sia per la Classe 1E. A vincerli sono stati rispettivamente il Politecnico di Milano e l’Università di Stoccarda e a consegnare entrambi i premi è stato Ruben Wainberg, responsabile dello Stile Abarth. Oltre a ricevere la coppa e un simbolico maxi-assegno, i due team vincitori potranno partecipare all’ultima tappa del Trofeo Abarth Selenia al Mugello nel weekend dell’8 ottobre. I giovani potranno così vivere una vera e propria esperienza di gara, provando in prima persona l’adrenalina della fase di preparazione tecnica delle vetture, assistere i team in tenda tecnica, pranzare con loro e accedere come ospiti all’hospitality Abarth.

Inoltre, molto apprezzata è stata anche la possibilità di provare alcune Abarth sulle strade circostanti il circuito: nella quattro giorni varanese sono stati effettuati oltre 300 test drive a bordo della 124 Spider e Spider Scorpione, 595 Competizione e 695 Biposto.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: anfia associazione nazionale filiera industria automobilistica dallara automobili Fiat Chrysler Automobiles formula sae italy Varano dè Melegari

Lascia una risposta

 
Pinterest