Ritorno alla prestazione di Stéphane Sarrazin al Putrajaya ePrix

Ritorno alla prestazione di Stéphane Sarrazin al Putrajaya ePrix

14 nov, 2015

Dopo aver iniziato la gara in posizione 18 sulla griglia di partenza, l’ultima posizione, nella seconda gara della stagione 2 lo scorso sabato a Putrajaya (Malesia), il pilota Venturi ha concluso la gara al 4° posto.

Fonte: Venturi

 

Montecarlo. Principato di Monaco. 13 Novembre 2015. Anche se ha guadagnato la seconda posizione sulla griglia nel turno di qualificazione, Stéphane Sarrazin ha finito per iniziare la gara dietro tutti gli altri a causa di un problema di corrente nella sua auto. Ma quello che sembrava un tragico inizio ha finito per essere l’inizio di una gara straordinaria.

“Sono rimasto sconvolto dalla situazione – di non essere in grado di approfittare di avere una grande posizione e questo era difficile da digerire, ma ho fatto quello che faccio sempre, lottare e non mollare e, alla fine, il nostro team ha fatto un ottimo lavoro. e questo ha pagato” – ha detto Stéphane.

Tale performance è particolarmente notevole per il pilota francese, perché per avere successo in una gara di non solo c’è bisogno di essere il più veloce. I piloti devono gestire la durata della batteria e la potenza delle loro automobili per preservare sufficiente energia nelle batterie per l’intera corsa, così come non devono permettere il surriscaldamento.

Gli ingegneri devono pianificare in dettaglio per raggiungere questi obiettivi, per conservare la potenza ed evitare il surriscaldamento.

“Una strategia viene sempre preparata in caso di necessità per recuperare dall’ultima posizione, come abbiamo visto finora in Formula E, c’è sempre la possibilità di averne bisogno. E questo è ciò che Stephane e il team hanno fatto a Putrajaya” ha spiegato , coordinatore del team Venturi.

Alcune simulazioni sono gestite attraverso un software sviluppato da Automobiles Venturi prima delle gare.

“E ‘un grande strumento che permette di prevedere cosa potrebbe accadere in una gara …», dice , Engineer di «… ma anche, con la gara in corso, noi abbiamo i dati di input in tempo reale al fine di adeguare . la nostra strategia e le decisioni conseguenti. Abbiamo due punti vitali:.. la gestione della potenza e lo smaltimento del calore della batteria. Devi giocare con questi due fattori sia insieme che separatamente, per trovare un buon bilanciamento e un buon ritmo. Questo deve essere rivalutato costantemente durante la corsa per evitare il surriscaldamento ed il consumo eccessivo e questi devono essere calibrati in modo specifico in base al tipo di guida di ogni pilota. E in alcuni casi loro devono cambiare il loro modo di guidare”.

Ciò rende chiaro che Sarrazin ha compiuto un’impresa incredibile la scorsa settimana a Putrajaya raggiungendo la quarta posizione dopo essere partito indietro nella posizione 18 attraverso un vero e proprio lavoro di squadra. C’è voluto molto lavoro di gestione di tutti gli elementi per avere successo.

“Non è una vittoria, e non eravamo sul podio, ma è una grande prestazione ed è stato fantastico per lo spirito della squadra” – ha concluso Sarrazin.

La prossima gara, terza della stagione, si terrà in Uruguay, Punta del Este, il 19 Dicembre.

 

In English

Back on Stéphane Sarrazin’s performance at

 

Source: Venturi Automobiles

 

Monaco – November 13, 2015. After starting the race in position 18 on the grid, the last position, in the second race of season 2 last Saturday in Putrajaya (Malaysia), Venturi driver Stéphane Sarrazin finished in 4th place.

Although he earned the P2 on grid in the qualifying round, Stéphane Sarrazin ended up starting the race last, after everyone else due to a power failure in his car. But what seemed like a tragic beginning ended up being the start of an extraordinary race.

“I was upset by the situation – to not be able to take advantage of having such a great position was hard to swallow. But I did what I always do, fight and not give up and in the end our team has done a great job and it paid off.” said Stéphane.

This performance is particularly notable for the french driver because to be successful in a Formula-e race you don’t only have to be the fastest. The drivers must manage the battery life and power of their cars in order to preserve enough battery for the entire race, as well as not allowing overheating. The engineers have to plan in details to achieve those goals, to preserve power and avoid overheating.

“A strategy is always prepared in case you need to recover from last position. As we have seen thus far in Formula-E, there is always an opportunity to seize – and thats what Stephane and the team have done in Putrajaya.” explained Franck Baldet, Venturi’s team coordinator.

Several simulations are run through a software developed by Venturi Automobiles before races.

“It’s a great tool that allows  to predict what could happen in a race… » says Eric Prada, Engineer at Venturi Automobiles « … but also, with the race on going, we input data in real time in order to adapt our strategy and decisions. We have two vital points: power disposal and battery management regarding heat. You have to play with those two factors both together and separately to find a good balance and a good pace. This has to be re-evaluated constantly throughout the race to avoid overheating and over-consumption, and these have to be calibrated for each driver’s specific way to drive. And in some situations they have to change their way to drive.”

This makes clear what an amazing feat Sarrazin accomplished last week in Putrajaya reaching position 4 after starting behind in position 18 through a real team effort. It took a lot of management of all factors in order to succeed.

“It’s not a victory, and we weren’t on the podium, but it’s a great performance and it has been great for the team’s spirit.” Sarrazin concluded.

The next race is going to be run in Uruguay, Punta Del Este, round #3 of the Formulae series, December 19th.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Eric Prada FIA Formula E Championship formula e Franck Baldet putrajaya eprix Stéphane Sarrazin venturi automobiles

Lascia una risposta

 
Pinterest