Renault e il Campionato FIA di Formula E

Renault e il Campionato FIA di Formula E

12 set, 2014

e il Campionato FIA di Formula E

 

Renault agli avamposti per l’inizio di una nuova era dello sport automobilistico

 

Fonte: Renault

 

Pechino, Cina. 11 settembre 2014. Il prossimo 13 settembre lo sport automobilistico entrerà in una nuova era con la primissima corsa di FIA Formula-e, organizzata in Cina per le strade di Pechino. Riservato a monoposto elettriche da 200 kW (270 cv), questo campionato si impone fin d’ora come supporto di ricerca e sviluppo per veicoli a “zero emissioni”*.

Fortemente impegnata nei veicolo elettrici con la gamma Z.E.**, Renault ha offerto il suo know-how per la progettazione della Spark-Renault SRT_01E, utilizzata dalle dieci scuderie coinvolte nella competizione. Renault è anche Title Sponsor della scuderia e.dams, creata da e Jean-Paul Driot. I piloti e difenderanno i colori di e.dams-Renault nelle dieci manche della prima stagione del campionato FIA di Formula-e.

 

*    Né CO2 né altre emissioni inquinanti regolamentate durante le fasi di guida.

**   ZOE, Twizy, Kangoo Z.E., Fluence Z.E.

 

Tre domande a

Direttore Generale di Renault Sport Technologies

 

Dalla Formula 1 alle World Series by Renault, Renault è già molto coinvolta nello sport automobilistico. Perché  avete scelto di impegnarvi nel campionato FIA di Formula-e?

«La nostra presenza in molteplici competizioni spiega già da sola il nostro interesse per la Formula-e. Era scontato per Renault partecipare a quest’avventura: è un’esperienza unica, estremamente innovativa, che traccia una nuova prospettiva per gli sport meccanici. Questo orientamento è perfettamente coerente con lo sviluppo della gamma al 100% elettrica Renault Z.E., che comprende già quattro modelli».

 

Come si è svolta la cooperazione tra gli ingegneri di Renault Sport e gli altri soggetti coinvolti nella progettazione della monoposto?

«Possiamo affermare che la Spark-Renault SRT_01E è un’opera comune. Renault, Dallara, McLaren, Williams, Michelin: è significativo che tanti nomi che contano nella storia dello sport automobilistico si siano riuniti intorno a un progetto decisamente rivolto al futuro. Ingegneri e tecnici hanno vissuto la nascita dell’auto con grande passione ed entusiasmo. Ognuno, nel suo ambito, ha fatto il possibile per ottimizzare i minimi dettagli, per garantire alle scuderie delle monoposto affidabili e performanti fin dalla prima corsa. Il nostro lavoro non è però terminato, e saremo presenti in tutte le corse per offrire ai concorrenti un’assistenza tecnica simile a quella che proponiamo nei campionati organizzati da noi».

 

Renault è partner fondatore e tecnico del campionato di Formula-e, ma anche Title Sponsor del team e.dams-Renault…

«Effettivamente, volevamo dichiarare pubblicamente il nostro impegno in questo nuovo campionato e beneficiare di una visibilità mediatica complementare. Anche in questo caso, l’associazione con la scuderia di Alain Prost e Jean-Paul Driot era naturale. Alain Prost condivide una lunga storia con Renault ed è anche ambasciatore della Marca. Il palmarès di questi due grandi nomi si commenta da solo e siamo certi che faranno di tutto per far trionfare e.dams-Renault. Indubbiamente, le performance di Sébastien Buemi e Nicolas Prost nelle ultime prove sono promettenti».

 

Campionato FIA di Formuola E: alla conquista di un nuovo mondo

Il campionato FIA di Formula-e esce dai sentieri battuti sotto tutti i punti di vista. Monoposto, team, circuiti, format sportivo: tutto è nuovo in questa competizione basata su tre valori fondamentali: energia, ambiente ed intrattenimento.

 

Un progetto innovativo e rivoluzionario

Fin dal 2011, la Federazione Internazionale dell’Automobile auspicava una competizione al 100% elettrica. Parallelamente alle sfide poste all’industria automobilistica, tale campionato deve imporsi come supporto di ricerca, accentuando contestualmente l’interesse del pubblico per una mobilità rivolta allo sviluppo sostenibile.

Coniugando ingegneria, tecnologia, sport, scienza e musica, il progetto di Alejandro Agag – imprenditore spagnolo già coinvolto nello sport automobilistico – riceveva l’avallo della FIA il 27 agosto 2012. Il promotore del campionato affidò quindi a Spark Racing Technology la missione di progettare e produrre le prime quaranta monoposto di Formula-e.

Tra i partner tecnici associati a quest’avventura, un ruolo centrale fu affidato a Renault, architetto della catena di trazione elettrica (vedi parte 2).

 

Un calendario mondiale e cittadino

In linea con la stragrande maggioranza dei veicoli elettrici, oggi localizzati nelle città, la Formula-e si disputerà su dieci circuiti cittadini, tracciati nelle più grandi metropoli mondiali. Il calendario, che prende il via a settembre per concludersi a giugno dell’anno successivo, è complementare rispetto a quello della F1 e delle World Series by Renault.

 

13/09/2014        Pechino            Cina

22/11/2014        Putrajaya          Malesia

13/12/2014        Punta del Este  Uruguay

10/01/2015        Buenos Aires    Argentina

14/02/2014        In attesa di annuncio ufficiale

14/03/2015        Miami   USA

04/04/2015        Los Angeles     USA

09/05/2015        Monaco            Principato di Monaco

30/05/2015        Berlino  Germania

27/06/2015        Londra  Gran Bretagna

 

Dieci team, venti piloti e quaranta monoposto

Il campionato FIA di Formula-e è aperto a dieci équipe di due monoposto. La partecipazione alla stagione inaugurale si prospetta di alto livello, poiché dieci dei piloti iscritti hanno già corso in Formula 1 nella loro carriera. Ogni concorrente disporrà di due monoposto per ogni manche, che potrà utilizzare in funzione delle necessità. La corsa prevede, tra l’altro, una sostituzione obbligatoria.

 

Un format innovativo per la corsa

Le corse si svolgeranno secondo uno schema identico. La concentrazione in una sola giornata consentirà di limitare gli inconvenienti per la città e gli abitanti dei quartieri coinvolti, preservando, al tempo stesso, i costi di esercizio delle scuderie. Sono previste numerose animazioni e il basso livello di rumorosità delle auto consentirà persino di organizzare dei concerti durante le corse!

Nella mattinata, due sessioni di prove libere lasceranno ai concorrenti il tempo di scoprire il tracciato del circuito e ottimizzare le regolazioni. All’inizio del pomeriggio, le qualifiche saranno articolate in quattro sessioni di dieci minuti, con cinque pretendenti alla pole position per ogni serie.

La gara – o ePrix – si disputerà per circa un’ora, con cambio obbligatorio di monoposto per ogni pilota. Contrariamente alle prove libere e alle qualifiche che si svolgeranno a piena potenza (200 kW – 270 cv), in gara la potenza sarà limitata a 150 kW (202 cv). I tre piloti più popolari potranno, inoltre, beneficiare del FanBoost ricevuto sul web dai loro fan (180 kW per 5 secondi).

I punti saranno assegnati ai primi dieci secondo le abituali scale FIA (25, 18, 15, 12, 10, 8, 6, 4, 2 e 1 punto). Il poleman sarà ricompensato con tre punti supplementari, mentre l’autore del miglior giro in gara otterrà due punti. Al termine della stagione, il titolo di Campione del Mondo Piloti sarà calcolato ignorando il risultato meno brillante in classifica ottenuto da ciascuno di essi. Il Campionato del Mondo Costruttori terrà conto di tutti i risultati delle due auto.

 

Spark Renault SRT_01E: una monoposto progettata grazie alla competenza di Renault Sport

Specificamente sviluppata per il campionato FIA di Formula-e, la Spark-Renault SRT01_E concentra l’expertise tecnica dei principali player dello sport automobilistico. L’architettura della catena di trazione elettrica, la sua integrazione e messa in sicurezza, nonché l’ottimizzazione sono opera degli ingegneri di Renault Sport.

 

Una scelta naturale per Renault

Sottoscritta il 15 maggio 2013, la partnership tra Renault, Formula E Holdings e Spark Racing Technologies era quasi scontata per il costruttore leader nei veicoli elettrici a zero emissioni. Con una gamma di quattro modelli Z.E. attualmente commercializzati, Renault coglie l’opportunità per dimostrare l’eccellenza e l’affidabilità delle sue soluzioni. Il campionato FIA di Formula-e rappresenta, inoltre, un laboratorio tecnologico unico nel suo genere.

 

Un ruolo di architetto

Forte di un raggio d’azione che spazia dalla progettazione, allo sviluppo, alla commercializzazione di veicoli sportivi e da competizione, Renault Sport era indubbiamente il partner più idoneo ad assicurare la gestione del progetto, ed i suoi esperti sono stati quindi integrati nell’équipe costituita per la fase di studio. Dall’adozione del KERS* nel campionato del mondo di F1 nel 2009, al passaggio alla Power Unit 2014, Renault ha acquisito un know-how unico in tema di recupero e restituzione di energia e le équipe di Viry-Châtillon dispongono, inoltre, di adeguati strumenti di misura, analisi e simulazione.

Come tutti i veicoli destinati a competizioni monotipo, la Spark-Renault SRT_01E è costituita da componenti scelte in funzione del livello di performance, del costo e della coerenza. Durante l’intero sviluppo, l’architetto deve quindi accertarsi del rispetto del capitolato iniziale.

* Kinetic Energy Recovery System (sistema di recupero dell’energia cinetica)

«Lo sviluppo della Spark-Renault SRT_01E ha rappresentato un vero e proprio lavoro di esplorazione tecnologica.

Gli esperti nel campo delle motorizzazioni elettriche ad alte prestazioni sono ancora pochi. Inoltre, dovevamo adeguarci rispetto ad altre problematiche fondamentali, quali la sicurezza, il peso o il costo. La batteria rappresenta un esempio perfetto di tale complessità: un prodotto apparentemente banale, che è invece costituito da oltre 4000 pezzi. La densità dell’insieme è eccezionale, poiché il volume di 300 litri contiene soltanto il 2% di aria. Eppure, questo componente così sensibile doveva essere perfettamente protetto da un’eventuale collisione. Abbiamo raccolto anche questa sfida, come tutte le altre: partner fondatore di Formula-e, Renault ha messo a disposizione il suo know-how e ne trae fin d’ora dei vantaggi tecnologici che ritroveremo un giorno sui veicoli della gamma Z.E.».

Christophe Chapelain, Responsabile tecnico competizione di Renault Sport Technologies

 

I grandi nomi dello sporto automobilistico riuniti

Lo sviluppo di una monoposto totalmente nuova rappresenta una sfida tecnologica di rilievo. Formula-e Holdings e Spark Racing Technologies hanno, quindi, riunito i player più noti dello sport automobilistico:

-           Spark Racing Technology – La Società fondata da Frédéric Vasseur si è fatta carico della progettazione meccanica (gruppo sospensioni/ammortizzatori, aerodinamica) e dell’assemblaggio delle 40 unità.

-           Dallara – La Società italiana ha fornito un telaio in carbonio e nido d’ape conforme alle norme di sicurezza FIA F1 2014.

-           Renault Sport – Architetto della catena di trazione elettrica, il costruttore ha anche gestito l’integrazione dei sistemi, la loro messa in sicurezza e l’ottimizzazione delle performance.

-           McLaren Electronic Systems – Associato ad una trasmissione sequenziale Hewland, il motopropulsore inverter è derivato dalla supercar P1.

-           Williams Advanced Engineering – La filiale d’ingegneria del Gruppo Williams progetta e fabbrica le batterie, con relativo sistema di gestione elettronica.

-           Michelin – L’azienda ha sviluppato gomme da 18’’ scolpite, utilizzabili sull’asciutto e sul bagnato.

 

La sicurezza come priorità

Destinata a gare in ambito cittadino, la Formula-e ha dovuto spingere ancora oltre i propri limiti in tema di sicurezza. Il design della carrozzeria, ad esempio, è stato studiato per evitare che le monoposto decollino dopo un accavallamento delle ruote.

Gli esperti di sicurezza stradale di Renault hanno offerto, a loro volta, le proprie conoscenze in caso di situazioni estreme, come l’immersione o l’incendio di una batteria. Tali informazioni squisitamente tecniche consentiranno di adattare la formazione degli ufficiali di gara e dei commissari a questa nuova forma di sport meccanico.

 

Un supporto tecnico per le equipe partecipanti

Oltre al ruolo svolto nella progettazione e sviluppo dell’auto, Renault Sport Technologies accompagna le équipe nell’utilizzo delle loro Spark-Renault SRT_01E. Presente in tutte le sessioni di prova e ai meeting di FIA Formula-e, l’ingegnere Roberto Dlacic sintetizza le informazioni tecniche dei concorrenti in una prospettiva di miglioramento continuo.

 

Formula E Team: Renault s’impegna nella competizione !

Da sempre appassionate di sport, le équipe di Renault Sport non potevano restare  a contare i punti! Renault ha quindi scelto di associare il suo nome a uno dei dieci team schierati e di partecipare alla competizione. Con i piloti Sébastien Buemi e Nicolas Prost, la scuderia e.dams-Renault si annuncia già come una delle promesse della stagione 2014-2015!

 

L’unica squderia francese schierata nel Campionato FIA di Formula E

Il 24 ottobre 2013, Jean-Paul Driot e Alain Prost annunciavano la loro associazione e la nascita di e.dams. Specificamente creata per il campionato FIA di Formula-e, questa nuova équipe si appoggia alla base logistica e tecnica di Dams, struttura fondata da Jean-Paul Driot e René Arnoux nel 1988, che ha ottenuto undici titoli internazionali in monoposto.

Nello scorso mese di giugno, Renault compiva un passo supplementare, diventando Title Sponsor dell’unica scuderia francese schierata in competizione. Questo investimento consente alla Marca di trovarsi al centro della competizione accumulando una preziosa esperienza in tandem con uno dei team più promettenti del campionato.

«Questa partnership con la scuderia e.dams-Renault consentirà a Renault Sport di partecipare ancora più attivamente al Campionato di Formula-e. Quest’ultimo, unico nel suo genere, segnerà una svolta per gli sport motoristici. Renault è orgogliosa del proprio ruolo pionieristico in quest’avventura, che per noi si configura come una nuova sfida. Conosciamo molto bene Alain e Jean-Paul, l’esperienza maturata e il loro palmarès li rendono partner di prima categoria. La collaborazione con e.dams-Renault avrà un ruolo chiave nella nostra partecipazione e nel nostro progresso in Formula-e.

Siamo molto soddisfatti anche dei risultati conseguiti insieme a Spark sulla monoposto Spark-Renault, che per il primo anno di campionato sarà adottata da tutti i team, e continueremo a collaborare con Spark per fornire la miglior assistenza tecnica a tutti i team in gara».

Patrice Ratti, Direttore Generale di Renault Sport Technologies

 

«Siamo felici di collaborare con Renault in questa nuova avventura. Scegliere Renault come partner principale è stato del tutto naturale per e.dams, considerati l’eccezionale palmarès della Marca nello sport automobilistico e le sue competenze uniche nel settore dei veicoli elettrici. Per quanto mi riguarda, sono entusiasta all’idea di lavorare ancora con Renault   su un progetto sportivo così ambizioso, scrivendo un nuovo capitolo della nostra storia comune. La sfida è dura, poiché si tratta di un campionato completamente inedito, in termini di tecnologie adottate per le monoposto, ma anche di format di gara. È comunque entusiasmante!».

Alain Prost, Ambasciatore della Marca Renault e cofondatore di e.dams

 

«Renault era naturalmente il partner ideale per impegnarsi in questo campionato unico mettendo insieme il nostro know-how. Il team Dams, forte di un eccellente palmarès fin dalla sua nascita 26 anni fa, può contare su un partner che ha ampiamente dimostrato il suo valore sia nello sport automobilistico che nel settore dei veicoli elettrici. Ci tengo a ricordare che il team Dams è impegnato nel campionato World Series by Renault e la nostra storia continua con la creazione della scuderia e.dams-Renault».

Jean-Paul Driot, cofondatore di e.dams

 

Un team pronto per il via della stagione !

Organizzate dall’inizio del mese di luglio, cinque giornate di test hanno permesso a piloti, ingegneri e meccanici di conoscere il loro materiale in dotazione. Le prove sono state effettuate sul circuito di Donington, negli impianti dedicati a Formula-e Holdings e alle dieci scuderie schierate.

L’équipe e.dams-Renault si è già fatta notare, con Sébastien Buemi che ha primeggiato durante quattro delle cinque giornate. Il 19 agosto, durante l’ultima sessione prima dell’invio delle monoposto in Cina, Buemi e Nicolas hanno addirittura firmato una doppietta!

 

Nicolas Prost

Pur essendo figlio del quattro volte Campione del Mondo di F1, Nicolas Prost è stato autorizzato a lanciarsi nello sport automobilistico soltanto dopo aver completato gli studi! Senza passare dal karting, ha abbandonato il golf per la Formula Renault Campus nel 2003. La sua carriera in monoposto è continuata con la Formula Renault 2.0, la Formula Renault 3.5 Series, la F3 Spagna, l’Euroseries 3000 – vinta nel 2008 – e l’A1GP. Nel 2009, si è lanciato nei campionati di endurance, diventando uno dei pilastri della scuderia Rebellion Racing. Nel 2012 e nel 2014, si è classificato quarto nella 24 Ore di Le Mans. È anche pilota collaudatore del Lotus F1 Team.

Nicolas Prost resterà, inoltre, il primo vincitore di un campionato a zero emissioni, dopo essersi aggiudicato la vittoria nelle prime due edizioni del Trofeo Andros elettrico!

 

-           Nato il 18/08/1981 a Saint-Chamond (Francia)

-           Risiede a Fechy (Svizzera)

-           2014: 3° in carica nel Campionato del Mondo di Endurance

-           2013: 6° nel Campionato del Mondo di Endurance

-           2012: 4° nel Campionato del Mondo di Endurance

-           2011: 1° nella Le Mans Series e 1° nel Trofeo Andros elettrico

-           2010: 5° nel campionato FIA GT1 e 1° nel Trofeo Andros elettrico

-           2009: 5° nell’A1GP e 5° nella Le Mans Series

-           2008: 1° nell’Euroseries 3000

-           2007: 3° nel Campionato di Spagna di F3

-           2006: 4° nel Campionato di Spagna di F3

-           2005: 10° nel Campionato di Francia di Formula Renault

-           2004: 18° nel Campionato di Francia di Formula Renault

-           2003: 10° nel Campionato di Francia di Formula Renault Campus

 

Sebastien Buemi

Sébastien Buemi arriva alle monoposto dopo una brillante carriera nel karting. Tra i suoi avversari, troviamo a quell’epoca un tal Sebastian Vettel. Dopo un primo tentativo in F1 all’età di 15 anni, completa la formazione partecipando alla Formula Renault 2.0 e F3 Euro Series e ai GP2. Sotto l’egida del Red Bull Junior Team, debutta in F1 nel 2009 al volante della Toro Rosso, segnando i primi punti fin dal primo Gran Premio! Dopo tre stagioni ai massimi livelli, resta nella cerchia di Red Bull come pilota collaudatore.

La velocità massima si affina in Endurance dal 2013. Secondo nella 24 Ore di Le Mans fin dalla prima partecipazione, Sébastien Buemi è l’attuale leader del FIA WEC.

-           Nato il 31/10/1988 a Aigle (Svizzera)

-           Risiede nel principato di Monaco

 

-           2014: 1° in carica nel Campionato del Mondo di Endurance

-           2013: 3° nel Campionato del Mondo di Endurance

-           2012: Pilota collaudatore Red Bull Racing

-           2011: 15° nel Campionato del Mondo di Formula 1

-           2010: 16° nel Campionato del Mondo di Formula 1

-           2009: 16° nel Campionato del Mondo di Formula 1

-           2008: 6° nelle GP2 Series e 2° nel GP2 Asia

-           2007: 2° nella F3 Euro Series

-           2006: 12° nella F3 Euro Series

-           2005: 2° nella Formula BMW ADAC

-           2004: 3° nella Formula BMW ADAC

 

Cronologia

Luglio 2011       La FIA invita a presentare candidature per l’organizzazione di un campionato elettrico

7 dicembre 2011           Creazione ufficiale del campionato di Formula-e

27 agosto 2012 Sottoscrizione dell’accordo tra FIA e Formula-e Holdings

Novembre 2012            Sottoscrizione dell’accordo tra Formula-e Holdings e Spark Racing Technology

15 maggio 2013            Sottoscrizione dell’accordo di partenariato tra Formula-e Holdings, Spark e Renault

10 settembre 2013        Reveal della Spark-Renault SRT_01E al Salone di Francoforte (Germania)

24 ottobre 2013            Creazione del team e.dams

20 novembre 2013        Prime prove della Spark-Renault SRT_01E a la Ferté Gaucher (Francia)

6 gennaio 2014 Presentazione al pubblico della Spark-Renault SRT01_E a Las Vegas (USA)

16 maggio 2014            Consegna delle prime 10 monoposto alle scuderie

30 giugno 2014 Presentazione della scuderia e.dams-Renault

3-4 luglio 2014  Prove collettive a Donington (Gran Bretagna)

9-10 luglio 2014            Prove collettive a Donington

22 luglio 2014   Consegna delle ultime 10 monoposto alle scuderie

19 agosto 2014 Prove collettive a Donington

13 settembre 2014        Partenza del campionato FIA Formula-e a Pechino (Cina)

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alain Prost e.dams renault fia formula e championsihip nicolas prost Patrice Ratti renault Sébastien Buemi

Lascia una risposta

 
Pinterest