Prove Porsche 919 Hybrid al Paul Ricard

Prove Porsche 919 Hybrid al Paul Ricard

31 mar, 2014

Campionato Mondiale Endurance ()

Preparazioni di stagione nelle fasi finali: a

Fonte: Porsche Motorsport

 

Stoccarda. Germania. 26 marzo 2014. Per la squadra Porsche le fasi finali di preparazione al 2014 (WEC) sono iniziate.

Il team ha testato la sua nuova concezione 919 Hybrid, con la quale entrerà nella classe regina dei prototipi di, per tre giorni (dal 24 al 26 marzo), presso il Circuit Paul Ricard nel sud della Francia.

Per la prima volta l’innovativa auto ibrida da corsa della categoria LMP1 è apparsa nella loro livrea finale in pista. La grafica del disegno mostra le prime lettere del cuore del mercato della Porsche “Porsche Intelligent Performance”.

Venerdì scorso al Paul Ricard è iniziato il prologo del WEC, la prima riunione di tutte le vetture del Campionato del Mondo Endurance è stata seguita con grande entusiasmo.

Durante il test esclusivo di Porsche sulla pista lunga 5,791 km, tutti i sei piloti di LMP1 erano in servizio. Entrambe le formazioni dei driver, / / (auto numero 14) e / / (vettura numero 20) hanno completato un programma di test completo.

Il programma è stato interrotto varie volte a causa di problemi tecnici, ma, tuttavia, il test è stato altamente produttivo, compreso il funzionamento del turno di notte e le innumerevoli pratiche di pit-stop.

Indipendentemente dal forte e freddo vento di maestrale che all’inizio della settimana ha soffiato sul circuito, che è a 470 metri sul livello del mare, la squadra ha avuto ottime condizioni di prova.

Con temperature ambiente da un minimo di quattro gradi di notte e fino a 12 gradi durante il giorno (temperatura dell’asfalto 4-23 °C) il circuito era asciutto, tranne qualche leggera pioggerella notturna in una sola occasione . Insieme, le due vetture 919 hybrid hanno compiuto una percorrenza di 4756 km.

Il team principal :

“Questo test è stata una sfida molto impegnativa per l’intero equipaggio. Per la prima volta c’erano due auto allo stesso tempo, ed è stato impegnativo in termini di logistica e di coordinamento del team. L’altro obiettivo è stato quello di simulare un weekend di gara, al fine di preparare le due gare di sei ore che stanno arrivando.

Questa è stata un’esperienza molto importante per noi. Il test ci ha insegnato che dobbiamo migliorare in termini di affidabilità. Per quanto riguarda il modo in cui l’equipaggio ed i piloti hanno lavorato insieme come una squadra, stiamo andando nella direzione giusta. I prossimi due giorni di test qui a Paul Ricard, durante il Prologo, saranno utilizzati per mettere a punto sia l’insieme della vettura, così come i trattamenti specifici in gara”.

Dopo il prologo, il test sarà condiviso da tutti i partecipanti al WEC il 28 e il 29 marzo e la prima prova del Campionato del Mondo, le 6 Ore di Silverstone (Gran Bretagna) seguirà il 20 aprile.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 24 ore le mans Andreas Seidl Brendon Hartley Marc Lieb Mark Webber Neel Jani Paul Ricard porsche 919 hybrid Romain Dumas Timo Bernhard WEC world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest