Pole Position finale per Audi in Bahrain

Pole Position finale per Audi in Bahrain

19 nov, 2016

Bahrain 2016

Audi in pole position in griglia per la sesta volta in nove gare

Nuovo record sul giro in qualifica da

R18 in fila uno e due sulla griglia

Fonte: Audi Motorsport

 

Bahrein, 11 Novembre 2016. Brillante alla fine: Lucas di Grassi (BR) e (GB) hanno ottenuto due record personali ed hanno assicurato la migliore base di partenza possibile per Audi all’ultimo evento con le auto Sport nella storia della società.

Audi è venuta fuori da un ottovolante emotivo più forte in Bahrain il venerdì. L’Audi R18 numero 8 si è assicurata il primo posto sulla griglia di partenza nel finale del FIA ​​ (WEC), nonostante un cambio di motore necessario per motivi di sicurezza direttamente prima delle qualifiche. Ora, dopo aver ottenuto sei migliori tempi in nove sessioni di qualifica, il marchio premium ha chiaramente dominato queste statistiche nella stagione 2016.

Lucas di Grassi, dopo aver fissato un tempo sul giro di 1m 38.828s, ha celebrato un nuovo record – essendo di 0,842 secondi più veloce del tempo di Timo Bernhard scorso anno e 0.511 più veloce del suo miglior rivale in questo fine settimana – che, ancora una volta, è stato Timo Bernhard.

“Sono assolutamente felice. Questo giro record in qualifica è sorprendente”, ha detto di Grassi. “Il mio compagno di squadra Oliver Jarvis ha consegnato la base per il nostro risultato e per impostare il buon tempo”. Per il britannico, questo significa la prima volta. Per la prima volta nella sua carriera nelle macchine Sport, Jarvis ha conquistato una pole position con Audi.

“L’Audi R18 è stata fantastica da guidare. Sono stato in grado di dare tutto me stesso – con un solo set di gomme “, ha detto Jarvis.

Il capo di Audi Motorsport era contento della prestazione della sua squadra:

“Il nostro team ha fatto un lavoro superbo, ha perfettamente gestito il cambio di motore ed ha preparato una vettura per i nostri piloti in cui erano più di due decimi più veloce del nostro miglior rivale . Grazie per questa prestazione di squadra.”

Mentre la Audi più veloce ha raggiunto un vantaggio di 0,264 secondi nella media dei due migliori giri, la vettura gemella, numero 7, ha ottenuto il quarto miglior tempo. (D) e (CH) erano a 0,491 secondi rispetto i loro compagni di squadra.

“Non sono completamente felice oggi”, ha detto il tedesco. “In entrambe le uscite, ho commesso un errore di frenata entrando nella prima curva. Ma sono fiducioso per Sabato perché abbiamo una buona macchina sulla distanza”.

Marcel Fässler, che insieme a Lotterer aveva conquistato tre pole position quest’anno, era infelice con la sua performance così:

“La mia macchina è andata bene, ma semplicemente non ho fatto un giro perfetto”.

Per Audi, questo ha segnato la pole position 81esima in totale dall’inizio del programma LMP nel 1999, e il 16esimo miglior tempo in qualifica su 41 weekend del FIA WEC dal 2012.

“Complimenti alla squadra in questa performance finale”, ha detto , capo della LMP in Audi Sport. “Abbiamo gettato una solida base per mostrare tutto ciò, ancora una volta nella nostra ultima gara di LMP. Grazie mille alla squadra della vettura numero 8 per il massimo delle prestazioni a cambiare il motore durante il tempo tra le prove libere e le qualifiche. Siamo sicuri che dopo le sessioni di prove e qualifiche abbiamo una gara di durata di fronte a noi in cui abbiamo intenzione di dire addio al WEC con il massimo successo”.

Le 6 Ore di Bahrain inizieranno il sabato alle 16:00 ora locale (14:00 CET). Eurosport sta per offrire video gratis in diretta streaming di tutto il genere sul suo sito web tedesco e mostrerà la fase finale (17: 00-20: 00) in diretta su Eurosport 1. Audi sta tenendo i suoi fan fino a velocità su Facebook (AudiSport ) e Twitter (@audisport).

Risultati di qualificazione

1 Di Grassi / Duval / Jarvis (Audi R18) 1m 39.207s

2 Bernhard / Hartley / Webber (Porsche) 1m 39.471s

3 Dumas / Jani / Lieb (Porsche) 1m 39.669s

4 Fässler / Lotterer / Tréluyer (Audi R18) 1m 39.698s

5 Conway / Kobayashi / Sarrazin (Toyota) 1m 40.222s

6 Buemi / Davidson / Nakajima (Toyota) 1m 40.776s

7 Imperatori / Kraihamer / Tuscher (Rebellion) 1m 45.091s

8 Brundle / Rast / Rusinov (Oreca-Nissan) 1m 49.672s

9 Lapierre / Menezes / Richelmi (Alpine-Nissan) 1m 49.690s

10 Bradley / Lynn / Rao (Oreca-Nissan) 1m 50.034s

In English

Final pole position for Audi in Bahrain

WEC Bahrain 2016

Audi in grid position one for the sixth time in nine races

New lap record in qualifying by Lucas di Grassi

Audi R18 in rows one and two on the grid

Source: Audi Motorsport

Bahrein, 11th Novembre 2016. Shining at the end: Lucas di Grassi (BR) and Oliver Jarvis (GB) achieved two personal bests and secured the best possible starting base for Audi at the last sports car event in the company’s history.

Audi came out of an emotional roller coaster stronger in Bahrain on Friday. The number 8 Audi R18 secured the top spot on the grid in the FIA World Endurance Championship (WEC) finale, in spite of an engine change required for safety reasons directly before qualifying. Now having achieved six best times in nine qualifying sessions, the premium brand clearly dominated these statistics in the 2016 season.

Lucas di Grassi, having set a lap time of 1m 38.828s, celebrated a new record – being clocked 0.842 seconds faster than Timo Bernhard last year and 0.511 faster than his quickest rival this weekend – who, again, was Timo Bernhard.

“I’m absolutely happy. This track record in qualifying is amazing,” said di Grassi. “My teammate Oliver Jarvis delivered the basis for our result by the good time he set.”

For the Briton, this means a premiere. For the first time in his sports car career, Jarvis clinched a pole position with Audi.

“The Audi R18 was fantastic to drive. I was able to give my all – on just a single set of tires,” said Jarvis. Head of Audi Motorsport Dr. Wolfgang Ullrich was happy about the performance of his squad: “Our team did a superb job, perfectly managed the engine change and prepared a car for our drivers in which they were more than two tenths faster than our best rival. Thank you for this team performance.”

While the fastest Audi achieved an advantage of 0.264 seconds on the averaged two best laps, the sister car, number 7, set the fourth-best time. André Lotterer (D) and Marcel Fässler (CH) were short 0.491 seconds of their teammates’ result.

“I’m not completely happy today,” said the German. “On both outings, I made a braking mistake on entering turn one. But I’m confident for Saturday because we have a good car over the distance.” Marcel Fässler, who together with Lotterer had clinched three pole positions this year, was unhappy with his performance as well: “My car felt good, but I simply didn’t manage a perfect lap.”

For Audi, this marked the 81st pole position in total since the beginning of the LMP program in 1999, and the 16th best time in qualifying on 41 FIA WEC weekends since 2012.

“Congratulations to the squad on this tremendous final performance,” said Stefan Dreyer, Head of LMP at Audi Sport. “We’ve laid a solid foundation for showing everything once again in our final LMP race. ‘Thanks a lot’ to the squad of number 8 for the top performance in changing the engine during the time between free practice and qualifying. We’re confident after the practice and qualifying sessions. We have an endurance race before us in which we intend to say goodbye to the WEC with maximum success.”

The 6 Hours of Bahrain will start on Saturday at 16:00 local time (14:00 CET). Eurosport is going to offer free video live streaming of the entire race on its German website and will show the final stage (17:00–20:00 CET) live on Eurosport 1. Audi is keeping its fans up to speed on Facebook (AudiSport) and Twitter (@audisport).

Qualifying results

1 Di Grassi/Duval/Jarvis (Audi R18) 1m 39.207s

2 Bernhard/Hartley/Webber (Porsche) 1m 39.471s

3 Dumas/Jani/Lieb (Porsche) 1m 39.669s

4 Fässler/Lotterer/Tréluyer (Audi R18) 1m 39.698s

5 Conway/Kobayashi/Sarrazin (Toyota) 1m 40.222s

6 Buemi/Davidson/Nakajima (Toyota) 1m 40.776s

7 Imperatori/Kraihamer/Tuscher (Rebellion) 1m 45.091s

8 Brundle/Rast/Rusinov (Oreca-Nissan) 1m 49.672s

9 Lapierre/Menezes/Richelmi (Alpine-Nissan) 1m 49.690s

10 Bradley/Lynn/Rao (Oreca-Nissan) 1m 50.034s

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 6 ore bahrein André Lotterer Audi R18 e-tron quattro Loïc Duval lucas di grassi Marcel Fässler Oliver Jarvis Stefan Dreyer WEC Wolfgang Ullrich world endurance championship

Lascia una risposta

 
Pinterest